Un fiore + una farfalla = Pace

Stampa questo copione

UN FIORE + UNA FARFALLA = PACE

Prima scena

AMBIENTE     La classe di una scuola (sono sufficienti delle sedie)

Entra la maestra posa la borsa si toglie la giacca.

Entrano i bambini, salutano la maestra e parlano tra di loro.

MAESTRA - bambini sediamoci per favore, facciamo l’appello

..la maestra fa l’appello e i bambini rispondono -presente –

MAESTRA -bene oggi è il giorno dedicato al racconto mi pare di ricordare che tocchi a Laura raccontarci una storia

MARIO – Si maestra oggi tocca proprio a Laura

MAESTRA Laura vieni qui vicino a me

LAURA – io vorrei raccontarvi una storia che mi ha narrato la mia nonna.

L’ho scritta per non dimenticare proprio nulla. Sentite:

tanto tanto tempo fa la nostra Terra era proprio bella. Ricca di prati di boschi, di fiori, la gente vi viveva felice lavorando in pace

TERESA- insomma una Terra da far invidia anche alla stella più bella!

LAURA –proprio così, purtroppo però un brutto giorno gli uomini iniziarono a provare cattivi sentimenti.

CARLO - vuoi dire che diventarono invidiosi disonesti , si odiarono tra loro divennero nemici?

LAURA - accadde proprio questo e purtroppo iniziarono a combattersi tra di loro

SIMONA  - cioè cominciarono a farsi la guerra

LAURA -  si sulla terra scoppiarono varie guerre e durante una di queste un uomo più potente e più  malvagio degli altri pensò che per  vincere era necessario sterminare tutti i nemici con una bomba potentissima.

PAOLO – ma nessuno degli altri uomini cercò di impedirglielo?

LAURA – qualcuno cercò di spiegargli che quella bomba era tanto potente da distruggere tutta la Terra , ma tanto era l’odio e il desiderio di vittoria che l’uomo non ascoltò nessuno.

Così lanciò la terribile bomba e sulla Terra fu il buio.

Molte persone morirono. La luce del Sole fu oscurata da una polvere nera che poi discese sulle Terra e coprì ogni cosa. Si avvelenarono le acque e i cibi.

MARIO – Chissà che grande tristezza provavano gli uomini sopravvissuti.

LAURA – Si, era veramente una grande tristezza e molto tristi erano anche le poche farfalle rimaste.

TERESA – Le farfalle?!

LAURA – Si, le farfalle; loro sono le regine dei prati e non si davano pace per quei prati senza fiori.

Seconda scena

AMBIENTE     Un prato spoglio, sullo sfondo si vedono alberi scheletrici e case

                           ricoperte di polvere.

Le farfalle sono ancora addormentate, si svegliano,  si stirano, una per volta quando inizia la musica  iniziano a volare in cerca di fiori.

Balletto delle farfalle sulla musica del “Valzer dei fiori” di Tchaikovsky

Si fermano

FARFALLA n1 – Ma che cos’è capitato? Dove sono finiti i fiori?

FARFALLA n2 – Perché i prati sono ricoperti da questa polvere nera?

FARFALLA n3 – Ho sentito dire che hanno lanciato una potentissima bomba che ha seminato morte e distruzione su tutta la Terra.

FARFALLA n4 – Oh povere noi! Oh povere noi! E ora come faremo?

FARFALLA n5 – Proviamo a cercare dappertutto, in qualche posto sarà pur rimasto un semino che possa far nascere un nuovo albero.

Le farfalle  vanno in cerca di fiori, ricomincia la musica

Quando si ferma la musica riprende il narratore

LAURA – Le farfalle cercarono e cercarono per molti giorni e per molti mesi ma non trovarono nemmeno un semino.

FARFALLA n6 – Basta! Mi arrendo! Non ce la faccio più! Il nostro triste destino sarà quello di continuare a vivere in una Terra desolata.

 

Le farfalle stanche si riposano   disponendosi   a semicerchio

LAURA – Ma una notte, una notte speciale, la notte di Natale, le farfalle furono svegliate da una luce.

 Si sveglia la farfalla n 1

FARFALLA n1 – Che succede?

Si sveglia la farfalla n2

FARFALLA n2 – Cos’è questa luce? Svegliatevi sorelle farfalle

FARFALLA n3 – Guardate! Guardate! Quello che si avvicina mi sembra un angelo.

L’angelo avanza verso le farfalle.

ANGELO – venite  farfalle, ho un dono per voi. Un piccolo, piccolissimo seme dell’albero della pace, lo consegno a voi perché so che ne farete buon uso.

FARFALLA n4 –si avvicina e riceve il seme Grazie! Grazie! Non potevi farci un dono più bello!

FARFALLA n5 – Dovremmo piantare subito questo seme prezioso

 Si sposta verso  il posto dove deve essere piantato il seme

      

FARFALLA n1 questo posto mi sembra adatto

Le farfalle  disposte a semicerchio piantano il seme

 FARFALLA N5 ,amiche farfalle da sole non potremmo dare a questo albero  tutto ciò di cui ha bisogno.

FARFALLA n6 – Sono d’accordo, allora sentite la mia idea: per curare l’albero e farlo crescere forte chiediamo aiuto ai bambini che sono la speranza del mondo.  Bambini venite presto !

 

FARFALLA N 2   presto presto bambini abbiamo qualcosa di molto prezioso

I bambini entrano in scena e si dispongono in piedi dietro alle farfalle

FARFALLA n 3  un angelo ci ha donato questo seme dell’albero della pace

FARFALLA N4 volete aiutarci a prenderci cura di lui?

TUTTI I BAMBINI   ne saremo felici

TERESA E SIMONA        Noi lo innaffieremo con l’acqua dell’amore

Prendono un contenitore e fanno l’atto di versare l’acqua

   CARLO E PAOLO Noi lo proteggeremo dal gelo ricoprendolo con la terra della giustizia e del rispetto.

Prendono un contenitore e fanno l’atto di ricoprirlo di terra

      MARIO    lo nutriremo con la linfa dell’amicizia e della fratellanza

Prendono un contenitore e fanno l’atto di versare ….

FARFALLA N5  Grazie bambini

FARFALLA N6 sapevamo di poter contare su di voi.

Viene avanti

LAURA – Piano piano cresceva l’albero della pace

Viene alzato l’albero

. Appena l’albero fece i primi frutti , le farfalle si posarono su di essi, presero un seme tra le loro piccole zampe e portarono questi semi per tutta la Terra.

Tutte le farfalle si avvicinano all’albero poi si allontanano danzando

 Sembrava un miracolo, una magia, quasi non ci si poteva credere. La Terra si ricoprì nuovamente di alberi e di fiori, i bambini tornarono a giocare nei prati; la grande paura e i giorni di tristezza erano ormai lontani.

Terza scena

AMBIENTE     La classe di una scuola (sono sufficienti delle sedie)

MAESTRA – Bene Laura, questa storia era proprio bella.

CARLO – Scusa, ma quella bomba di cui ci hai raccontato è una bomba come quelle di cui parlano a volte in televisione?

LAURA – Penso proprio di si.

SIMONA – Ma è terribile! Allora potrebbe capitare un’altra volta che questa bomba venga lanciata causando morte su tutta la Terra.

PAOLO – Che cosa possiamo fare noi bambini per non farla scoppiare?

MAESTRA – Voi siete bambini ma potete fare molto lo stesso, coltivando i buoni sentimenti come vi hanno detto le farfalle. Potete fare molto anche raccontando ai grandi questa storia.

MARIO   -    è    un’idea

Rivolgendosi verso il pubblico.

TUTTI I BAMBINI – Noi ve l’abbiamo raccontata mettendocela proprio tutta; adesso tocca a voi darci una mano.

FINE

Personaggi:

MAESTRA……Valentina…………………………………………………………

LAURA…………Fulvia………………………………………………………………

TERESA…………Gaia……………………………………………………………

SIMONA…………Sara………………………………………………………………..

CARLO…………………………………………………………………………………

PAOLO…………………………………………………………………………………

MARIO…………………………………………………………………………………

ANGELO……………………………………………………………………………….

FARFALLA N1………………………………………………………………………...

FARFALLA N2………………………………………………………………………...

FARFALLA N3………………………………………………………………………...

FARFALLA N4………………………………………………………………………...

FARFALLA N5………………………………………………………………………...

FARFALLA N6………………………………………………………………………...

MAESTRA - bambini sediamoci per favore, facciamo l’appello

MAESTRA -bene oggi è il giorno dedicato al racconto mi pare di ricordare che tocchi a Laura raccontarci una storia

MAESTRA – Bene Laura, questa storia era proprio bella.

MAESTRA – Voi siete bambini ma potete fare molto lo stesso, coltivando i buoni sentimenti come vi hanno detto le farfalle. Potete fare molto anche raccontando ai grandi questa storia

MARIO – Si maestra oggi tocca proprio a Laura

MARIO – Chissà che grande tristezza provavano gli uomini sopravvissuti.

TUTTI I BAMBINI   ne saremo felici

MARIO    lo nutriremo con la linfa dell’amicizia e della fratellanza

MARIO   -    è    un’idea

Rivolgendosi verso il pubblico.

TUTTI I BAMBINI – Noi ve l’abbiamo raccontata mettendocela proprio tutta; adesso tocca a voi darci una mano.

LAURA – io vorrei raccontarvi una storia che mi ha narrato la mia nonna.

L’ho scritta per non dimenticare proprio nulla. Sentite:

tanto tanto tempo fa la nostra Terra era proprio bella. Ricca di prati di boschi, di fiori, la gente vi viveva felice lavorando in pace

LAURA –proprio così, purtroppo però un brutto giorno gli uomini iniziarono a provare cattivi sentimenti.

LAURA - accadde proprio questo e purtroppo iniziarono a combattersi tra di loro

LAURA -  si sulla terra scoppiarono varie guerre e durante una di queste un uomo più potente e più  malvagio degli altri pensò che per  vincere era necessario sterminare tutti i nemici con una bomba potentissima.

LAURA – qualcuno cercò di spiegargli che quella bomba era tanto potente da distruggere tutta la Terra , ma tanto era l’odio e il desiderio di vittoria che l’uomo non ascoltò nessuno.

Così lanciò la terribile bomba e sulla Terra fu il buio

Molte persone morirono. La luce del Sole fu oscurata da una polvere nera che poi discese sulle Terra e coprì ogni cosa. Si avvelenarono le acque e i cibi

LAURA – Si, era veramente una grande tristezza e molto tristi erano anche le poche farfalle rimaste.

LAURA – Si, le farfalle; loro sono le regine dei prati e non si davano pace per quei prati senza fiori.

LAURA – Le farfalle cercarono e cercarono per molti giorni e per molti mesi ma non trovarono nemmeno un semino.

LAURA – Ma una notte, una notte speciale, la notte di Natale, le farfalle furono svegliate da una luce.

LAURA – Piano piano cresceva l’albero della pace. Appena l’albero mise i primi fiori, le farfalle si posarono su di essi, presero un seme tra le loro piccole zampe e portarono questi semi per tutta la Terra. Sembrava un miracolo, una magia, quasi non ci si poteva credere. La Terra si ricoprì nuovamente di alberi e di fiori, i bambini tornarono a giocare nei prati; la grande paura e i giorni di tristezza erano ormai lontani.

TERESA- insomma una Terra da far invidia anche alla stella più bella!

TERESA – Le farfalle?!

TUTTI I BAMBINI   ne saremo felici

TERESA E SIMONA        Noi lo innaffieremo con l’acqua dell’amore

Prendono un contenitore e fanno l’atto di versare l’acqua

TUTTI I BAMBINI – Noi ve l’abbiamo raccontata mettendocela proprio tutta; adesso tocca a voi darci una mano.

CARLO - vuoi dire che diventarono invidiosi disonesti , si odiarono tra loro divennero nemici?

CARLO – Scusa, ma quella bomba di cui ci hai raccontato è una bomba come quelle di cui parlano a volte in televisione?

TUTTI I BAMBINI   ne saremo felici

   CARLO E PAOLO Noi lo proteggeremo dal gelo ricoprendolo con la terra della giustizia e del rispetto.

TUTTI I BAMBINI – Noi ve l’abbiamo raccontata mettendocela proprio tutta; adesso tocca a voi darci una mano.

SIMONA  - cioè cominciarono a farsi la guerra

SIMONA – Ma è terribile! Allora potrebbe capitare un’altra volta che questa bomba venga lanciata causando morte su tutta la Terra.

TUTTI I BAMBINI   ne saremo felici

TERESA E SIMONA        Noi lo innaffieremo con l’acqua dell’amore

Prendono un contenitore e fanno l’atto di versare l’acqua

TUTTI I BAMBINI – Noi ve l’abbiamo raccontata mettendocela proprio tutta; adesso tocca a voi darci una mano.

PAOLO – ma nessuno degli altri uomini cercò di impedirglielo?

PAOLO – Che cosa possiamo fare noi bambini per non farla scoppiare?

TUTTI I BAMBINI   ne saremo felici

   CARLO E PAOLO Noi lo proteggeremo dal gelo ricoprendolo con la terra della giustizia e del rispetto.

TUTTI I BAMBINI – Noi ve l’abbiamo raccontata mettendocela proprio tutta; adesso tocca a voi darci una mano.

ANGELO – Svegliatevi farfalle, ho un dono per voi. Un piccolo, piccolissimo seme dell’albero della pace, lo consegno a voi perché so che ne farete buon uso.

FARFALLA n1 – Ma che cos’è capitato? Dove sono finiti i fiori?

FARFALLA n1 – Che succede?

FARFALLA n1 questo posto mi sembra adatto

FARFALLA n2 – Perché i prati sono ricoperti da questa polvere nera?

FARFALLA n2 – Cos’è questa luce?

FARFALLA N 2   presto presto bambini abbiamo qualcosa di molto prezioso

FARFALLA n3 – Ho sentito dire che hanno lanciato una potentissima bomba che ha seminato morte e distruzione su tutta la Terra.

FARFALLA n3 – Guardate! Guardate! Quello che si avvicina mi sembra un angelo.

FARFALLA n 3 - un angelo ci ha donato questo seme dell’albero della pace

FARFALLA n4 – Oh povere noi! Oh povere noi! E ora come faremo?

FARFALLA n4 – Grazie! Grazie! Non potevi farci un dono più bello!

FARFALLA N4 volete aiutarci a prenderci cura di lui?

FARFALLA n5 – Proviamo a cercare dappertutto, in qualche posto sarà pur rimasto un semino che possa far nascere un nuovo albero.

FARFALLA n5 – Dovremmo piantare subito questo seme prezioso

FARFALLA N5 ,amiche farfalle da sole non potremmo dare a questo albero  tutto ciò di cui ha bisogno

FARFALLA N5  Grazie bambini

FARFALLA n6 – Basta! Mi arrendo! Non ce la faccio più! Il nostro triste destino sarà quello di continuare a vivere in una Terra desolata.

FARFALLA n6 – Sono d’accordo, piantiamolo subito ma poi sentite la mia idea: per curare l’albero e farlo crescere forte chiediamo aiuto ai bambini che sono la speranza del mondo.

FARFALLA N6 sapevamo di poter contare su di voi.

LE FARFALLE DOVRANNO INDOSSARE CALZAMAGLIA NERA E MAGLIA NERA

DOVRANNO PORTARE A SCUOLA UN CERCHIETTO PER CAPELLI, CI SERVE PER

FISSARVI LE ANTENNE DELLE FARFALLE, NON IMPORTA IL COLORE  PERCHE’

RIMANE   NASCOSTO SOTTO LA CUFFIETTA

LE FARFALLE DOVRANNO INDOSSARE CALZAMAGLIA NERA E MAGLIA NERA

DOVRANNO PORTARE A SCUOLA UN CERCHIETTO PER CAPELLI, CI SERVE PER

FISSARVI LE ANTENNE DELLE FARFALLE, NON IMPORTA IL COLORE  PERCHE’

RIMANE   NASCOSTO SOTTO LA CUFFIETTA

LE FARFALLE DOVRANNO INDOSSARE CALZAMAGLIA NERA E MAGLIA NERA

DOVRANNO PORTARE A SCUOLA UN CERCHIETTO PER CAPELLI, CI SERVE PER

FISSARVI LE ANTENNE DELLE FARFALLE, NON IMPORTA IL COLORE  PERCHE’

RIMANE   NASCOSTO SOTTO LA CUFFIETTA

LE FARFALLE DOVRANNO INDOSSARE CALZAMAGLIA NERA E MAGLIA NERA

DOVRANNO PORTARE A SCUOLA UN CERCHIETTO PER CAPELLI, CI SERVE PER

FISSARVI LE ANTENNE DELLE FARFALLE, NON IMPORTA IL COLORE  PERCHE’

RIMANE   NASCOSTO SOTTO LA CUFFIETTA

LE FARFALLE DOVRANNO INDOSSARE CALZAMAGLIA NERA E MAGLIA NERA

DOVRANNO PORTARE A SCUOLA UN CERCHIETTO PER CAPELLI, CI SERVE PER

FISSARVI LE ANTENNE DELLE FARFALLE, NON IMPORTA IL COLORE  PERCHE’

RIMANE   NASCOSTO SOTTO LA CUFFIETTA

LE FARFALLE DOVRANNO INDOSSARE CALZAMAGLIA NERA E MAGLIA NERA

DOVRANNO PORTARE A SCUOLA UN CERCHIETTO PER CAPELLI, CI SERVE PER

FISSARVI LE ANTENNE DELLE FARFALLE, NON IMPORTA IL COLORE  PERCHE’

RIMANE   NASCOSTO SOTTO LA CUFFIETTA

LE FARFALLE DOVRANNO INDOSSARE CALZAMAGLIA NERA E MAGLIA NERA

DOVRANNO PORTARE A SCUOLA UN CERCHIETTO PER CAPELLI, CI SERVE PER

FISSARVI LE ANTENNE DELLE FARFALLE, NON IMPORTA IL COLORE  PERCHE’

RIMANE   NASCOSTO SOTTO LA CUFFIETTA

LE FARFALLE DOVRANNO INDOSSARE CALZAMAGLIA NERA E MAGLIA NERA

DOVRANNO PORTARE A SCUOLA UN CERCHIETTO PER CAPELLI, CI SERVE PER

FISSARVI LE ANTENNE DELLE FARFALLE, NON IMPORTA IL COLORE  PERCHE’

RIMANE   NASCOSTO SOTTO LA CUFFIETTA

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 2 volte nell' ultimo mese
  • 21 volte nell' arco di un'anno