Una vite di troppo

Stampa questo copione

UNA VITE DI TROPPO

di Giulia Tavani

Personaggi:

ATTILIO

AMICO

PASSANTE

ATTO UNICO

AMICO - Oggi è una bellissima giornata, proprio un tempo di primavera.

ATTILIO - C’è un bel sole e l’aria è fresca.

AMICO - Si può fare una gita.

ATTILIO - Bell’idea!

AMICO - La mia macchina è a posto. È perfetta sotto tutti i punti di vista.

ATTILIO - Bene! E il motore?

AMICO - Il motore è in ordine, i freni potentissimi, la carrozzeria silenziosa.

ATTILIO - E allora, andiamo. (salgono in macchina)

AMICO - Andiamo a prendere l’autostrada. (pausa) Adesso lancio la macchina a tutta velocità. (si sente il rumore della macchina che corre)

ATTILIO - È inutile correre, noi non abbiamo fretta. Questa è una gita.

AMICO - (rallenta, aiutandosi con un gesto) Senti come è silenziosa questa macchina!

ATTILIO - Sì, è vero, è proprio silenziosa.

AMICO - Una volta non si viaggiava così sicuri.

ATTILIO - No, non si viaggiava così sicuri e comodi.

AMICO - Una volta c’era sempre la paura che qualcosa smettesse di funzionare.

ATTILIO - Adesso invece non c’è nessuna macchina ferma ai lati delle strade.

AMICO - Questa macchina ha già qualche anno, ma io la curo proprio come una cosa preziosa.

ATTILIO - Fai bene.

AMICO - Appena mi accorgo che qualcosa comincia a non andare, la porto dal meccanico.

ATTILIO - Fai bene. (pausa) Fumi?

AMICO - Sì, grazie. (accendono le sigarette)

ATTILIO - Sento un tintinnio, cosa sarà?

AMICO - Sembra un oggetto metallico che batte contro un piano di metallo.

ATTILIO - (si china all’interno della macchina e raccoglie una vitarella) Guarda!

AMICO - Cos’è?

ATTILIO - Una vite. Da che parte viene?

AMICO - Non so, è caduta dalla tua parte, mi pare.

ATTILIO - (guardando nella portiera, sul soffitto e dietro lo specchio retrovisore) Che strano!

AMICO - Trovato niente?

ATTILIO - No, niente.

AMICO - Guarda sotto il cruscotto.

ATTILIO - (guarda) Ci sono un sacco di fili e non si capisce niente.

AMICO - Non capisco da dove può essere uscita.

ATTILIO - Beh, questa vite è così piccola che non è importante. La macchina cammina lo stesso.

AMICO - Tutte le viti sono importanti, se ci sono. A te pare di sentire qualcosa?

ATTILIO - Mi pare di sentire come una vibrazione dalla mia parte. Prima non c’era.

AMICO - La sento anch’io e sento anche un TUC-TUC.

ATTILIO - È vero c’è qualcosa che non va. Prova a rallentare. (l’amico fa il verso del rallentamento) Sembra che la macchina si stia sfasciando. Io mi fermerei.

AMICO - Tanto più che sento odor di benzina.

ATTILIO - Odor di benzina? (annusa) È vero! (si fermano, scendono e cominciano a cercare sotto il cruscotto) Qui c’è un buco, ma è grosso come un dito. Questa vite è troppo piccola.

AMICO - No, no, non è possibile. (si ferma una macchina, se ne sente solo il rumore, entra un passante)

PASSANTE - Avete perduto qualcosa?

AMICO - No, abbiamo trovato qualcosa. Si tratta di una vite e stiamo cercando il suo buco che non riusciamo a trovare. (mostra la vite)

PASSANTE - Mi sembra si tratti di una vite di accessorio. Forse del retrovisore o dell’orologio del cruscotto.

ATTILIO - Impossibile, quando si è staccata abbiamo sentito odore di benzina.

PASSANTE - Allora bisogna alzare il cofano e guardare il carburatore. Sebbene mi sembra molto difficile che una vite che sta nel motore debba cadere dentro la macchina.

ATTILIO - Tutto può succedere al giorno d’oggi. (Alzano il cofano e annusano)

AMICO - Io non sento niente. Accendo il motore. (fa il verso)

ATTILIO - Tutto funziona bene.

AMICO - Eppure da qualche parte deve venire; da quando si è staccata, oltre all’odore di benzina, la macchina si è messa a fare un rumore indiavolato come se si dovesse sfasciare da un momento all’altro.

PASSANTE - (scuote la testa) Allora dipende dalla carrozzeria e se dipende dalla carrozzeria non capisco perché si dovrebbe sentire odore di benzina.

AMICO - Sembra strano anche a me, ma d’altra parte questi sono i fatti.

PASSANTE - Vi consiglio di riprendere la strada piano piano e di fermarvi alla prima officina. Arrivederci e auguri.

AMICO - Grazie e buongiorno.

ATTILIO - Buongiorno! (Attilio e l’amico cercano ancora)

AMICO - Non c’è niente da fare, il buco non si trova e ci conviene proseguire fino alla prossima officina.

ATTILIO - Intanto fumiamo. Sigaretta?

AMICO - Grazie, sì. (accendono)

ATTILIO - Sento ancora odore di benzina.

AMICO - Impossibile, siamo lontani dalla macchina.

ATTILIO - Eppure! (si sfrega le mani e odora, prende l’accendino e) Accidenti!

AMICO - Cosa è successo?

ATTILIO - Ecco dove manca la vite ! (mostra l’accendino e il buco)

AMICO - Prova se è il buco giusto.

ATTILIO - (mette la vite) Ecco è la sua!

AMICO - Il problema è risolto.

ATTILIO - Possiamo ripartire.

SIPARIO

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 0 volte nell' ultimo mese
  • 4 volte nell' arco di un'anno