Verrà un bambino di nome Gesù

Stampa questo copione

Corpo di Polizia Municipale

 VERRA’ UN BAMBINO

DI NOME GESU’

***

Farsa brillante e in musica per Bambini di

Oreste De Santis

***

LA TRAMA IN BREVE  

Trama/ Gesu’ non è ancora nato, nessuno lo conosce e nessuno  sa ancora cos’è il Natale , un bambino fa un sogno premonitore, sogna Gesù  che gli dice di comunicare a tutti della sua venuta, ma nessuno, o quasi, gli crede. Qualcuno invece capisce una cosa per un’altra e si organizza.

 

PERSONAGGI   – 18 bambini/e – Antonio –Saverio –Padre – 3 figlie –il Re – due servitori – Giuseppe – Maria  ( Tot.. 29)

SCENA - ( PIAZZA - FONDALE CON STRADA E CASE – POSIZIONARE UNA SEDIA O UNO SGABELLO IN FONDO ALLA SCENA)  

ALL’APERTURA DEL SIPARIO  - 12 ( o più) bambini/ sono vestiti tutti in modo da rappresentare varie nazioni ed etnologie diverse. I bambini  conversano tra di loro , sono messi a gruppi di quattro ( centro  - destra - sinistra), tutti parlano nello stesso momento in modo che non si capisca cosa dicono, come se fosse una folla in una piazza.

( parlano tutti insieme nello stesso momento )

frasi da distribuire  ai tre gruppi

MA PERCHE COSA TI HA DETTO?

SENTI IO  HO CAPITO BENE MI  HA DETTO  CHE SEI STATO TU, 

MA NON E’ VERO IO NON HO FATTO PROPRIO NIENTE - 

E NEMMENO IO , IO NON C’ENTRO  CON QUELLO CHE E’ SUCCESSO

MA GUARDA CHE BEL SOLE CHE C’E STAMATTINA

HAI RAGIONE E’ UNA BELLISSIMA GIORNATA

QUESTA ESTATE VOGLIO ANDARE AL MARE

AL MARE MA CHE DICI?

HAI VISTO I PREZZI? E’  INCREDIBILE 

NON SI PUO’ PIU’ ANDARE AVANTI COSI’

MA CHE POSSIAMO FARE ?

E CHI LO SA… SIAMO SOLO GOCCE NEL MARE

( salendo dal pubblico, oppure uscendo da una quinta sul palco , di corsa e agitato)

BAMBINO/  ASCOLTATEMI, ASCOLTATEMI TUTTI, FATE SILENZIO ,

DEVO DIRVI UNA COSA IMPORTANTE ( prende una sedia e si pone al centro del palco, in piedi sulla sedia, tutti gli altri metà a destra e metà a sinistra, fare in modo che le battute che vengono dalla folla si alternino tra i bambini posti a destra e a sinistra)

TUTTI/ CHE E' SUCCIESO? ( che è successo?)

BAMBINO/  ( sulla sedia al pubblico ad alta voce) POPOLO DI GERUSALEMME, ABITANTI DI BETLEMME,  UOMINI E DONNE DI TUTTO IL MONDO , VENITE ACCORRETE 

TUTTI/ SIAMO QUA

BAMBINO/ AMICI, FRATELLI,  BAMBINI, VEDOVE E AMMOGLIATI

TUTTI/ NESSUNO PIU’?

BAMBINO/ ( continuando)  CONTADINI,  OPERAI, AVVOCATI, MEDICI, DENTISTI, E..

TUTTI/ E BASTA

BAMBINO/ ASCOLTATEMI

TUTTI/ E VO PARLA' ( e vuoi parlare)

BAMBINO/ NON CI CREDERETE, MA  IN QUESTO PAESE STA PER SUCCEDERE UNA COSA  ECCEZIONALE

TUTTI/ UN TERREMOTO?

BAMBINO/ NO MANCHICANE  ( no, ma che dici?)

TUTTI/ UN DILUVIO? UNA CATASTROFE?

BAMBINO/ SE MI FATE PARLARE VE LO DICO

3 DALLA FOLLA/ SIAMO PRONTI

TUTTI/ SPARA LA BOTTA

BAMBINO/ NELLA NOSTRA CITTA',  STA PER ARRIVARE  UN RE, UN GRANDE RE , IL RE DEI RE

TUTTI/ CI METTE LE TASSE?

BAMBINO/ NO, NESSUNA TASSA

DALLA FOLLA/  / E ALLORA CHE FA?

DALLA FOLLA/  LO SO IO CHE FA, IL PRIMO CHE SBAGLIA, VA IN GALERA

BAMBINO/ NIENTE TASSE E  NIENTE GALERA,  ANZI SE LO VOLETE SAPERE IN GALERA CI ANDRA' LUI PER SALVARE TUTTI NOI , MA PER QUESTO CE VO ANCORA TIEMPO  ( ci vuole ancora tempo)

DALLA FOLLA/ E QUANTE TIEMPO CE VO?

BAMBINO/ ( alterandosi) CE VO TIEMPO, CE VO TIEMPO  NON TI PREOCCUPARE,

QUELLO NON E’ NEMMENO NATO ANCORA…, E COMUNQUE STATE TRANQUILLI  IL RE  CHE DICO IO NON E' COME TUTTI GLI ALTRI RE,  E' DIVERSO

TUTTI/ E CHE SIGNIFICA?

BAMBINO/ SIGNIFICA CHE NON E’ CATTIVO,   E COSA PIU’ IMPORTANTE,  DEI SOLDI NON GLIENE IMPORTA NIENTE , E' UN RE BUONO E  POVERO 

DALLA FOLLA/ E CHE BELLA COSA,  E' PURE POVERO?

BAMBINO/ SI , POVERISSIMO

DALLA FOLLA/ E PROPRIO QUA VIENE A NASCERE?

DALLA FOLLA/ NUI GIA' STAMME NGUAITE PE E FATTE NUOSTE ( noi già stiamo rovinati per  i fatti nostri)

BAMBINO/ E' UN RE POVERO E’ VERO, , MA RICCO DI TANTE COSE CHE VALGONO MOLTO DI PIU' DEL DENARO

DALLA FOLLA / AH HO CAPITO, HO CAPITO,  RAGAZZI  IL RE NON TIENE I SOLDI , TIENE I DIAMANTI

TUTTI/  ( rumorosi) EVVIVA IL RE, TIENE I DIAMANTI, VIVA IL RE , VIVA IL RE E I SUOI DIAMANTI

BAMBINO/ (gridato) SILENZIO , FATEMI PARLARE , NON HO ANCORA FINITO ,

IL RE NON TIENE I DIAMANTI, VI HO DETTO CHE E' POVERO

DALLA FOLLA/ SE PO' SAPE'  ( decidi) , E' POVERO O E' RICCO?

BAMBINO/ E' POVERO,  RASSEGNATEVI, E' POVERO,  E' TALMENTE POVERO

CHE NASCERA' IN UNA GROTTA, VA BENE?, ADESSO CI SIAMO CAPITI?

 

TUTTI/ SI

BAMBINO/ LUI E' UN RE POVERO, MA RICCO DI SENTIMENTI  D'AMORE, E LA SUA VENUTA CAMBIERA' LA STORIA  ( con autorità a voce alta ) NON SOLO DI QUESTA CITTA', NON SOLO DI QUESTA REGIONE, MA DI TUTTO IL MONDO INTIERO

DALLA FOLLA/ ADDIRITTURA?

BAMBINO/ SI, E OGNI VOLTA CHE LUI NASCERA’ SI FARA’ FESTA, E  INDOVINATE COME SI CHIAMERA’ QUESTA FESTA?

DALLA FOLLA/ NON LO SAPPIAMO, DICCELO TU

BAMBINO/ LA FESTA SI CHIAMERA’ NATALE

TUTTI/ NATALE?

BAMBINO/ SI, SI PROPRIO COSI, NATALE  

DALLA FOLLA/ BELLO, IL NOME MI PIACE,

BAMBINO/ E’ SARA’UNA FESTA TALMENTE IMPORTANTE CHE SI FARA’ IN TUTTO IL MONDO  

DALLA FOLLA/ E  CHE SI FA QUANDO VIENE  NATALE?

BAMBINO/ IL PRESEPE E L’ALBERO,  MA ANCHE UN SACCO DI ALTRE COSE

TUTTI/ E SAREBBE?

BAMBINO/ E ADESSO E’ COMPLICATO DA SPIEGARE , MA LA COSA CHE VOGLIO DIRVI E CHE MI PREME DI PIU’, E’ CHE A NATALE  LE PERSONE SONO TUTTE CONTENTE, VANNO IN CHIESA A PREGARE , LE FAMIGLIE SI RIUNISCONO PERCHE’ NESSUNO LAVORA

DALLA FOLLA/ RAGAZZI AVETE SENTITO? A NATALE NON SI LAVORA

DALLA FOLLA/  BELLO, STA FESTA MI PIACE ASSAI, CONTINUA

BAMBINO/ QUANDO VIENE NATALE  TUTTI VOGLIONO STARE CON LE PERSONE CHE VOGLIONO BENE  E POI DATO CHE E’ UNA FESTA, SI  MANGIA E SI BEVE ,

DALLA FOLLA/ E SI CAPISCE SENNO’ CHE FESTA SAREBBE

BAMBINO/ MA SOPRATTUTTO …..

TUTTI/ SOPRATTUTTO CHE COSA?

BAMBINO/ SOPRATTUTTO OGNUNO DEVE FARE UN’ OPERA BUONA , PER RINGRAZIARE IL RE DELLA SUA VENUTA   

DALLA FOLLA/ PER ESEMPIO?

BAMBINO/ PER ESEMPIO PERDONARE QUALCUNO CHE CI HA FATTO UN TORTO,

DALLA FOLLA/  PORTARE DA MANGIARE A CHI NE HA BISOGNO,

DALLA FOLLA/  PASSARE QUALCHE ORA INSIEME AD UN AMICO CHE E’ MALATO,

DALLA FOLLA/ DIRE A MAMMA E PAPA’ CHE LI VOGLIAMO BENE

DALLA FOLLA/ REGALARE UN GIOCATTOLO AD UN BAMBINO POVERO

BAMBINO/  BRAVI,COSE PICCOLE MA MOLTO SIGNIFICATIVE ,  CHE FANNO BENE A CHI LE RICEVE MA ANCHE ,  E FORSE DI PIU’ A CHI LE FA,   SOLO CHE C’E UN PROBLEMA

DALLA FOLLA/ E QUAL’E QUESTO PROBLEMA ?

BAMBINO/   IL PROBLEMA  E’ CHE LE PERSONE A VOLTE QUESTO SE LO DIMENTICANO E A NATALE, PENSANO SOLO A MANGIARE , A BERE  E A FARSI I REGALI

FRANCESCO / (bambino/a grassottello si fa  vanti con le mani in tasca  a mò di scugnizzo)

 PER ME O’ MAGNA’ ( il mangiare)  E’ A PRIMMA COSA

DALLA FOLLA/ E QUESTO NON C’ERA NEMMENO BISOGNO CHE LO DICEVI

FRANCESCO / E  SI PUO’ SAPERE IL PERCHE’?

TUTTI/  PERCHE’ SI VEDE DA SOLO ( tutti ridono)

DALLA FOLLA/ MA COME SI CHIAMA QUESTO RE?

BAMBINO/ IL RE SI CHIAMA GESU’

DALLA FOLLA/ CHE NOME STRANO

BAMBINO/ NON E’ STRANO, VIENE DA GIOSUE’, ASCOLTATEMI IL NATALE  E’ UNA COSA IMPORTANTE, GESU’  NASCE’ PER LIBERARE TUTTI GLI UOMINI  DAL MALE E DAL PECCATO,  SE  A NATALE PENSATE SOLO A MANGIARE E A DIVERTIRVI GESU’ NON E’ CONTENTO 

DALLA FOLLA/ QUESTO L’ABBIAMO CAPITO,  E COMUNQUE LO SAI CHE TI DICO ?  QUESTA FESTA MI PIACE , VIVA IL NATALE

TUTTI/ VIVA IL NATALE

1 CANZONE + BALLETTO    -  IL NATALE  - ( se non c’e una maestra di danza)  Una minimo di  coreografia del balletto è possibile sfruttando la posizione dei gruppi di 4 come all’inizio, il bambino sulla sedia insieme a 4 di centro ( due alla sua destra e due alla sua sinistra)  canta le parti soliste    i gruppi di destra e sinistra fanno il ritornello , questi ultimi dopo aver cantato la loro parte si scambiano i posti i 4 alla destra del pubblico  passano camminando a tempo di musica in fila indiana davanti alla sedia , posizionandosi a sinistra, quelli che prima stavano a destra fanno la stessa cosa passando dietro la sedia , a sinistra.    

IL NATALE

Testo e Musica di  Oreste De Santis

***

ABBIAMO RICEVUTO LA NOTIZIA PIU’ BELLA CHE C’E

ANCHE QUEST’ANNO NELLA GROTTA GESU’ NASCERA’

SIAMO  FELICI E  CONTENTI

UN ALTRO  NATALE VERRA’

TANTI  REGALI MIA MADRE MI REGALERA’

ADESSO  IO MI LAVO,  MI VESTO,  TUTTO BELLO POI ESCO

INSIEME A MIA MADRE E MIO PADRE

ANDREMO IN CHIESA A PREGARE

CI SARANNO TANTE PERSONE

A NATALE SI FA’COSI’

NON SI DEVE SOLO PENSARE A DIVERTIR

( coro) COME E’ BELLO PASSEGGIARE

QUANDO E’ NATALE

INSEME A MIO PADRE E MIA MADRE

ANDREMO IN CHIESA A PREGARE

CI FAREMO TUTTI GLI AUGURI

( tutti) TANTI ABBRACCI E BACI DA DARE

QUESTO NATALE E’

VERAMENTE ECCEZIONALE

( musica)

 CI FAREMO TUTTI GLI AUGURI

( tutti) TANTI ABBRACCI E BACI DA DARE

QUESTO NATALE E’

VERAMENTE ECCEZIONALE

( coro) COME E’ BELLO PASSEGGIARE

QUANDO E’ NATALE

INSEME A MIO PADRE E MIA MADRE

ANDREMO IN CHIESA  A PREGARE

 

 I NEGOZI ILLUMINATI

LE PALLINE COLORATE

TANTE COSE BUONE TUTTE DA MANGIARE

(  2 VOLTE) QUESTO NATALE E’

VERAMENTE ECCEZIONALE

( coro) COME E’ BELLO PASSEGGIAR

QUANDO E’ NATALE

( ARRIVA IL PERSONAGGIO DEL PADRE, )

( dopo il balletto e la canzone, tutto come prima, ( POSSONO ANCHE ESSERE BAMBINI DIVERSI  , tranne quello della sedia, mentre recita il personaggio del padre, gli altri bambini 

vano tutti a fare i complimenti al bambino della sedia che ha cantato, e gli stringono  la mano , uno alla volta e poi ritornano al loro posto)

PADRE/  ( arrivando,  chiama) SAVERIO, SAVERIO  ( chiede a uno della folla) SCUSATE AMICO …

DALLA FOLLA/ DITE A ME ?  (sul proscenio o a destra o a sinistra del pubblico)

PADRE/ SI A VOI, AVETE VISTO A MIO FRATELLO SAVERIO?

DALLA FOLLA/  ( scocciato) SAVERIO?  NO A SAVERIO NO,  MA HO VISTO A PASQUALE VI INTERESSA?

PADRE/ E CHE C’ENTRA PASQUALE IO CERCO A SAVERIO, L’AVETE VISTO SI O NO ?

DALLA FOLLA/  MA CHI O’ CANOSCE A STU SAVERIO ( ma chi lo conosce a questo Saverio – ritorna alla folla)

SAVERIO/ STO QUA ,  STO QUA, CHE C’E’? (  Saverio gli va incontro sul proscenio quando parlano questi due ; gli altri bambini fingono di parlare tra di loro)

PADRE/  MA CHE STA SUCCEDENDO PERCHE’ C’E’  TUTTA QUESTA FOLLA ?

SAVERIO/ C’E UN TIZIO CHE DICE  CHE DEVE ARRIVARE UN RE

PADRE/ SAVERIO ALZA LA VOCE , LO SAI CHE SONO  MEZZO SORDO

SAVERIO/  ( gridato) NELLA NOSTRA CITTA’ ARRIVA UN RE  ( rimangono sul lato sinistro del proscenio e  seguono il discorso )  PERO’ ADESSO FAMMI SENTIRE CHE PURE IO NON SENTO  TANTO BENE

 

BAMBINO/   ALLORA  CHE DITE , QUESTA FESTA VI PIACE ?

DALLA FOLLA/ CERTO CHE CI PIACE , MA E’ VERA?

BAMBINO/ COME SAREBBE?  CERTO, CHE E’ VERA, IO NON DICO BUGIE

DALLA FOLLA/  UN MOMENTO MA A TE CHI TE L'HA DETTO  TUTTE QUESTE  BELLE COSE , TU COME LE SAI?

DALLA FOLLA/ GIUSTO , QUESTO NON CE L’HAI DETTO

BAMBINO/  E VE LO DICO ADESSO

PADRE/  SAVERIO ,  MA  QUESTO RE CHE VIENE,  CHE COSA FA?

SAVERIO/  ( ad alta voce,. Saverio non ha capito niente) NON LO SO COSA FA, ,  MA E’ UN RE  RICCO E’ PIENO DI DIAMANTI ,

PADRE/ CASPITA, MA DA DOVE VIENE QUESTO SI SA?

SAVERIO/ VIENE DA UNA CITTA’ CHE SI CHIAMA NATALE ,

PADRE/ NATALE, NON L’HO MAI SENTITA

SAVERIO/ NEMMENO IO , NON SO  IL PERCHE’ MA SEMBRA CHE  LO VERRANNO A VEDERE UN SACCO DI GENTE,

( veloce)  

DALLA FOLLA/  ALLORA CE LO DICI  O NO,

DALLA FOLLA/ SI PUO’ SAPERE CHI E’ QUESTO RE?

DALLA FOLLA /  MA COSA PIU’ IMPORTANTE , COME LE SAI  TUTTE QUESTE COSE? CHI TE LE HA DETTE?

BAMBINO/  MA E’  SEMPLICE, HO FATTO UN SOGNO

DALLA FOLLA/ E ALLORA CE NE POSSIAMO ANCHE ANDARE ( qualcuno finge di andarsene va  verso l’uscita, poi ritorna come il bambino riprende a parlare)

DALLA FOLLA/ MA SI, ANDIAMOCENE…CHE   SE VOGLIAMO ANDARE DIETRO  AI SOGNI....BUONANOTTE

BAMBINO/ MA E' LA VERITA',  ASPETTATE, IL MIO E' UN SOGNO PREMONITORE,

PADRE/  ( a Saverio) CHE HA DETTO NON HO CAPITO?

SAVERIO/  ( ad alta voce) HA DETTO CHE IL RE E’ IL PRONIPOTE,   VIENI ANDIAMO PIU’ VICINO  CHE SENTIAMO MEGLIO  ( raggiungono gli altri, posizionarli sempre in modo da renderli ben visibili)

TUTTI/  MA CHE  SIGNIFICA PREMONITORE?

BAMBINO/ CHE SUCCEDERA' VERAMENTE

SALVATORE/  IO NON SONO TANTO SICURO E LO SAI PERCHE', PERCHE' PURE IO  UNA SETTIMANA FA HO FATTO UN SOGNO PREMONITORE PROPRIO COME DICI TU

 

DALLA FOLLA/ AH DAVVERO E CHE TI SEI SOGNATO?

SALVATORE/ HO SOGNATO MIO NONNO CHE MI DICEVA,  ( con voce grossa) SALVATO' SVEGLIATI, SVEGLIATI

DALLA FOLLA/ MA NON STAVI DORMENDO?

SALVATORE/ E SE NON DORMIVO COME ME LO SOGNAVO? MIO NONNO  E' MORTO

DALLA FOLLA/ E POI TI SEI SVEGLIATO?

SALVATORE/ SI, MI SONO SVEGLIATO, MA SEMPRE NEL SONNO

DALLA FOLLA/ E CHE SUONNE COMPLICATE CHE E' CHISTE ( e che sogno complicato ch ti sei fatto

DALLA FOLLA/ E CHE TI HA DETTO TUO NONNO CE LO VUOI DIRE?

SALVATORE/ MA CERTO, MI HA DETTO SALVATO' VAI AL BANCOLOTTO E GIOCATI 20, 21, 22 PER LA RUOTA DI NAPOLI, POI SI E’ FATTO UNA BELLA RISATA  E SE NE E' ANDATO

DALLA FOLLA/ SALVATO’  MA ALLORA  STAVI SVEGLIO?

SALVATORE/ ( scocciato)  NATAVOTO? ( ancora) SI , STAVO SVEGLIO, MA SEMPRE  NEL SONNO,  QUANTE VOLTE LO DEVO DIRE , E’ COSI’ SEMPLICE

PADRE/ MA STAVA SVEGLIO O STAVA DORMENDO? NON L’HO CAPITO

SAVERIO/ A VERITA’ NEMMENO IO,

DALLA FOLLA/ E SALVATO' TU CHE HAI FATTO CON I NUMERI DEL NONNO ?

SALVATORE/ E SECONDO VOI  IO CHE DOVEVO FARE? SONO ANDATO AL BANCOLOTTO E MI SONO GIOCATO , 20,21,22 PER LA RUOTA DI NAPOLI , 

TUTTI/ BRAVO

DALLA FOLLA/ TI SEI GIOCATO IL TERNO SECCO?

SALVATORE/ E SI CAPISCE, HO PUNTATO  UN SACCO DI SOLDI  PERCHE’ ERO SICURO CHE USCIVANO

DALLA FOLLA/ E SONO USCITI?

SALVATORE/ SONO USCITI?, NON E’ USCITO  PROPRIO NIENTE 

DALLA  FOLLA/  MA COME? NEMMENO UN NUMERO?

SALVATORE/ IN VERITA' DELLA VENTINA UN NUMERO E’ USCITO   

DALLA FOLLA/ E QUAL'E' QUESTO NUMERO?

SALVATORE/  IL 23

TUTTI/ O’ SCEMO ( tutti ridono)

DALLA FOLLA/ SALVATO' TUO NONNO TI HA FATTO UN BELLO SCHERZETTO

SALVATORE/  LO SO, QUELLO PURE  DA VIVO MI SFOTTEVA ( prendeva in giro)  SEMPRE

 

DALLA FOLLA / E MO’ ( adesso)  TI SFOTTE PURE DA MORTO  ( tutti ridono)

SALVATORE/ ( al bambino)  PERCIO'  TI DICO,  LASCIAMO PERDERE I SOGNI

BAMBINO/ MA CHE C’ENTRA TUO NONNO CON GESU’,  IL MIO, SUCCEDERA’VERAMENTE,  GESU’ E’ UN  RE BUONO, E DIFFONDERA' L'AMORE IN TUTTO IL MONDO, DOPO DI LUI TUTTO CAMBIERA'  

SALVATORE/  / FORSE SARA' PURE COME DICI TU, MA TRA IL DIRE E IL  FARE, SENTI A ME

TUTTI/ C’E DI MEZZO IL MARE 

PADRE/  MA  CHE HANNO  DETTO ADESSO?

SAVERIO/ HANNO DETTO CHE PIU’ TARDI SE NE VANNO  TUTTI AL MARE

PADRE/ SAVE’ CI VAI  PURE TU  ?

SAVERIO/ NO, , MA SOLO   PERCHE’   NUN TENGO  O’ CUSTUME, MANNAGGIA A MISERIA (  no, ma solo perché non tengo  il costume, che peccato… )

DALLA FOLLA/ RAGAZZI , MA LASCIAMOLO PERDERE ,  CI HA DETTO SOLO SCIOCCHEZZE

DALLA FOLLA/ GIUSTO , IO ME NE VADO ( se ne va) 

DALLA FOLLA/ ASPETTAMI, VENGO CON TE  ( se ne va)

BAMBINO/ NON VE NE ANDATE, DOVETE CREDERMI, NEL SOGNO GESU’ MI HA DETTO CHE  DOVEVO AVVISARE TUTTI DELLA SUA VENUTA   

DALLA FOLLA/ E TU CI HAI AVVISATO BRAVO, ADESSO LO SAPPIAMO  PERO' NON CI CREDIAMO,  CIAO ( altri due se ne vanno)

BAMBINO/ MA E' LA VERITA', NON VE NE ANDATE , ( se ne vanno tutti rimane solo IL bambino e il personaggio del Padre)

SAVERIO/ SENTI SI E’ FATTO TARDI ,  IO MI AVVIO ALLA BOTTEGA ,  ( esce)    

PADRE/ SI, SI INCOMINCIA AD ANDARE , TRA UN PO’ TI RAGGIUNGO

BAMBINO/ MA PERCHE’ NESSUNO MI CREDE? 

PADRE/  AMICO  MA NON E’ VERO,  IO  TI CREDO  

BAMBINO/  AH,  COME SONO CONTENTO , ALLORA ASCOLTA…. ( scende dalla sedia)

PADRE/  SENTI IO TI CREDO PERO’  NON POSSO ASCOLTARE  PIU’ NIENTE PERCHE’ ME NE DEVO ANDARE ,   

BAMBINO/ COME SAREBBE? MA SE MI CREDI PERCHE' TE NE VAI?

PADRE/  E DEVO ANDARE  AL NEGOZIO,  MI DEVO ORGANIZZARE, VERRANNO UN SACCO DI PERSONE A VEDERE QUESTO RE , DICO BENE?

BAMBINO/ CERTAMENTE, VERRANNO MIGLIAIA DI PERSONE

PADRE/  E ALLORA E' MEGLIO CHE FACCIO PRESTO ( se ne va)

BAMBINO/ ( gli va dietro) ASPETTA, ASPETTA, NON HO ANCORA FINITO, TI DEVO DIRE ANCORA UN SACCO DI COSE   ( si porta la sedia)

PADRE/ E PARLA, PARLA CHE IO TI SENTO, BASTA CHE LO FAI AD ALTA VOCE

 ( mentre se ne va)

BAMBINO/ ( gridato mentre esce)  DEVI SAPERE CHE GESU’…..  

CANZONE VERRA' UN BAMBINO DI ORESTE DE SANTIS

  riempire questa scena ( mentre il bambino canta )  , facendo arrivare ( dal pubblico) la madonna   e Giuseppe ( che  poi usciranno da una quinta del palco) , l’idea è quella del viaggio verso Betlemme) , poi  un po’ alla volta udrante la canzone fare  uscire  altri bambini  con   ( 7/8 )  cartelloni con scritte  

 ( da far vedere al pubblico) , tipo, “ADOTTA UN BAMBINO A DISTANZA”, NATALE NON E’ SOLO UNA FESTA, etc

VERRA’ UN BAMBINO

Testo e musica di  Oreste De Santis

***

VERRRA’ UN BAMBINO DA NOI QUAGGIU’

HA UN NOME STRANO SI CHIAMA GESU’

NON LO CONOSCO NON SO LUI CHI E’

SO SOLO CHE E’ UN BAMBINO COME ME

IN TUTTO IL MONDO SI PARLA DI TE

DICONO TUTTI CHE DI NOI  SEI  IL RE

IO NON CI CREDO  E SAPETE IL PERCHE’

NON HO MAI VISTO UN BAMBINO RE

MA CHI E’ QUESTO GESU’ CHE E’ VENUTO QUAGGIU’

A DONARCI L’AMORE A PORTARCI LA PACE

MA PERCHE’ PROPRIO TU SEI VENUTO QUAGGIU’

AD INDICARCI LA STRADA  A SALVARCI DAL MALE

TUTTI SON PRONTI A DARTI DI PIU’

TANTI REGALI PER TE MIO GESU’

IO NON HO NIENTE  HO SOLO UN PEZZO DI PANE

MA TE LO DONO SE TU MI DICI HO FAME

VOGLIO BENE A GESU’ CHE E’ VENUTO QUAGGIU’

A DONARCI L’AMORE A PORTARCI LA PACE

PERCHE’ SOLO TU MIO SIGNORE GESU’

PUOI INDICARCI LA STRADA

PUOI SALVARCI DAL MALE

( QUI SE SI VUOLE PUO’ FINIRE IL PRIMO TEMPO, OPPURE SI CONTINUA )

 SCENA 2 -  Personaggi/  PADRE -  3  FIGLIE – ANTONIO -  IL RE - DUE SERVITORI

***

 PADRE/ / (  agitato tornando dalla piazza) PRESTO, PRESTO, FACIMME AMBRESSE

( facciamo presto) (chiamando) MARIA, TERESA , LUCIA DOVE SIETE? ,QUANDO SERVONO NON SI TROVANO MAI , MARIA TERESA, LUCIA VENITE FACITE AMBRESSE   ( fate presto)

( ESCONO TUTTE E TRE INSIEME)

TUTTI E TRE / PAPA’  STIAMO QUA CHE C’E’

PADRE/ AH VI SIETE DECISI FINALMENTE A FARVI VEDERE,  ( chiede)   SAVERIO  E’ VENUTO?

UNA DELLE FIGLIE/ NO, NON ANCORA , MA CHE E’ SUCCESSO?

TUTTE E TRE/ PERCHE' CI HAI CHIAMATO?

PADRE/ PARLATE UNO ALLA VOLTA CHE INSIEME NON CAPISCO NIENTE, LO SAPETE CHE NON SENTO BENE  NO?

UNA DELLE TRE /   ( scandendo bene le parole e a voce alta) ABBIAMO DETTO , CHE E’ SUCCESSO? PERCHE’ CI HAI CHIAMATO?

PADRE/  ( agitato) COME SAREBBE?  AH GIA' VOI NON LO SAPETE,  VOI NON LO POTETE SAPERE…STATEMI A SENTIRE IN QUESTO PAESE STA PER SUCCEDERE UNA COSA ECCEZIONALE DICONO TUTTI,  CHE ARRIVERA' UN RE

UNA DELLE TRE /  ( felice) UN RE, UH MAMMA MIA CHE EMOZIONE, E CHI TE L’HA DETTO?

PADRE/ IN PAESE NON SI FA CHE PARLARE D’ALTRO E VOGLIONO VENIRE  TUTTI QUA A VEDERLO

UNA DELLE TRE /  PAPA’ E NOI CHE DOBBIAMO FARE?

PADRE/ ( gridato) COME SAREBBE ? QUESTA E' UNA OCCASIONE  CHE NON DOBBIAMO PERDERE,   CI DOBBIAMO ORGANIZZARE, DOBBIAMO VENDERE LA NOSTRA MERCE SIAMO COMMERCIANTI  VE LO SIETE SCORDATI?   

UNA DELLE TRE / HA RAGIONE PAPA' , DOBBIAMO APPROFITTARE, QUESTO INVERNO E' STATO DURO

UNA DELLE TRE / NON ABBIAMO VENDUTO NIENTE

UNA DELLE TRE / NEMMENO UNA PIADINA , ( oppure un pezzo di polenta, una pizza, etc) NIENTE DI NIENTE

UNA DELLE TRE /  ALLORA CI DOBBIAMO SBRIGARE,  DOBBIAMO  PREPARARE I TAVOLI E LE SEDIE ,

UNA DELLE TRE/ E SOPRA CI DOBBIAMO METTERE LE COCA COLE E  LE ARANCIATE,

PADRE/ ESATTO,  LE COCA COLE E LE ARANCIATE E PURE QUELLA COSA CHE FRIZZA , CHE NON MI RICORDO MAI COME SI CHIAMA ,

 

UNA DELLE TRE/ LA GASSOSA

PADRE/ NO, NO, E' UNA SPECIE DI GASSOSA,....ASPETTA COMME SI CHIAMMA NUN ME VENE MAI A MENTE  ( come si chiama non mi viene mai in mente)

TUTTE E TRE/  LA SPRAIT

PADRE/ EH SI BRAVE, QUELLA LA , , ADESSO ANDATE A PRENDERE LE SEDIE  

TUTTE E TRE / SUBITO  ( escono)

PADRE/ ( al pubblico sul proscenio)  E SPERIAMO CHE VIENE UN SACCO DI GENTE A VEDERE QUESTO RE, QUESTO DICEMBRE LO VEDO NERO... NERO COME IL CARBONE, A GENTE NUN TENE NU SORDO, UNA LIRA, N'EURO, NUN TENE NIENTE,

NIENTE DI NIENTE,  I SOLDI SONO SEMPRE POCHI, ANZI PEGGIO, NON CI STANNO PROPRIO , ANDIAMO A PRENDERE I TAVOLI VA..  ( lui esce e le figlie ritornano ognuna con una sedia)

UNA DELLE TRE/ AH E' COME E' PESANTE, GIRA E RIGIRA  ALLA FINE CI TOCCA SEMPRE LAVORARE

UNA DELLE TRE/ SU, SU NON TI LAMENTARE SEMPRE, TUTTI LAVORANO

UNA DELLE TRE/ E POI NON CI CAPITA SPESSO , DI VEDERE TANTA GENTE E DI VENDERE TANTA ROBA IN UN COLPO SOLO  ( sistemano le sedie)

UNA DELLE TRE/ QUESTO E' VERO SU SBRIGHIAMOCI

PADRE/  ( esce con un tavolo ) FORZA, FORZA FACCIAMO PRESTO, NON SO A CHE ORA ARRIVA QUESTO RE, MA QUALCOSA MI DICE CHE E' TARDE  (posizionare il tavolo con le sedie nell’angolo destro o a sinistra della scena , in modo da rimanere il centro del palco libero)

UNA DELLE TRE/ PAPA’ MA SEI SICURO CHE HAI CAPITO BENE , DICEVANO PROPRIO UN RE?

PADRE/  SI , SI, STATE TRANQUILLE  HO  CAPITO  BENE, ANZI ADESSO CHE CI PENSO, NON E' UN RE , MA UN GRANDE RE , VIENE DALLA CITTA’ DI  NATALE

UNA DELLE TRE/ DI NATALE?  E DOVE  STA QUESTA CITTA’? IO NON L’HO MAI SENTITA

PADRE/ NON LO SO DOVE STA L’IMPORTANTE CHE CI STA , E NON FATE TROPPE DOMANDE,  LAVORIAMO ( puliscono le sedie e il tavolo)

UNA DELLE TRE / SORELLE MA CI PENSATE ? ( sognando con enfasi) ARRIVA  UN GRANDE RE

UNA DELLE TRE / ALTO, BELLO E SPREZZANTE DEL PERICOLO ,

UNA DELLE TRE / UN EROE , SENZA OMBRE E SENZA MACCHIE

UNA DELLE TRE /   BIONDO E CON GLI OCCHI AZZURRI,  SICURAMENTE BELLISSIMO ( estasiata)

PADRE/  E SE INVECE E' NIRO E TENE E CAPILLE RICCE CHE SI FA? (e se invece é nero  e tiene  i capelli ricci...)

UNA DELLE TRE / CHI TE L'HA DETTO?

PADRE/  CHE COSA?

UNA DELLE TRE / CHE E' NERO E TIENE I CAPELLI RICCI?

PADRE/  MA NON LO SO,  DICEVO COSI’ PER DIRE E POI A NOI SE E' NERO, BIANCO O ARCOBALENO, NON CI INTERESSA,  PER NOI UNA COSA SOLO  CONTA

TUTTE E TRE/ E QUAL’E’ ?

PADRE/ CHE E’ UN RE ,  CI SIAMO SPIEGATI? QUI  CI VUOLE  UN ALTRO TAVOLO  (esce a prendere un altro tavolo)

UNA DELLE TRE / HA RAGIONE PAPA', L'IMPORTANTE CHE SIA UN RE

UNA DELLE TRE / E POI I RE SONO SEMPRE BELLI

UNA DELLE TRE / RAGAZZE COME MI PIACEREBBE SPOSARMI UN RE

UNA DELLE TRE / A CHI LO DICI , SAREBBE MAGNIFICO

UNA DELLE TRE / SORELLE MA ALLORA CI DOBBIAMO FARE BELLE, NELLA VITA NON SI PUO' MAI SAPERE, MAGARI  IL RE CI NOTA,

UNA DELLE TRE / GIUSTO, IL RE CI VEDE  E  S’INNAMORA ,  PROPRIO COME SUCCEDE NELLE FAVOLE

UNA DELLE TRE / E UNA VOLTA CHE HA SPOSATO UNA DI NOI

 

TUTTE E TRE / ANDREMO TUTTI A PALAZZO

UNA DELLE TRE / NEL PALAZZO DEL RE, CI PENSATE.... , AH SAREBBE FANTASTICO

TUTTE E TRE/ AH ( tutte sedute a sognare )  

Stacchetto IL RE che preannuncia l’arrivo del Re

( entrata trionfale del RE seguito da due servitori, entrano prima i servitori  che improvvisano un balletto sulla musica  , davanti i servitori e dietro il re)( dopo la musica rientra il padre)

PADRE/  ( in scena) MA COS’ E’ QUESTA CONFUSIONE ?

I DUE SERVITORI/ ( al pubblico)  ECCO IL RE, GRANDE E’ IL RE , , COME LUI  IN TUTTO IL MONDO NON CE N'E' ( inchino -  quando finiscono le loro battute i due servitori si posizionano sempre dietro al re uno a destra e uno a sinistra)

FIGLIE +PADRE/  ( gridato- veloce) MA CHISTE CHI E’? ( ma questo chi è?)

IL RE/  (  vestito e con fare da re) SALVE A VOI ,  MIE  SOAVE FANCIULLE  CHE DELLA VOSTRA BELLEZZA LA MIA VISTA GODEA

PADRE/  ( al pubblico) NUN AGGIO CAPITE NIENTE , MANCHE NA PAROLA ( non ho capito niente; nemmeno una parola)

UNA DELLE TRE / SALVE A VOI  NOSTRO ADORATO  RE ( inchino)

UNA DELLE TRE /  DITEMI MIO RE, QUAL BUON VENTO VI PORTA NEI PRESSI DI

QUESTA UMILE DIMORA

IL RE/ SOLO UNA PASSEGGIATA DI BUON MATTINO,

UNO DEI SERVITORI/ QUANDO L'ARIA E' FRESCA E FRIZZANTINA,

UNO DEI SERVITORI/ SENZA SMOG E POCO BRINA

I DUE SERVITORI/ ( minacciosi  ad alta voce indicando al padre)  E  NON C’E NESSUNO CHE L’INQUINA

IL PADRE/  ( impaurito) IO NON HO FATTO NIENTE

IL RE/ SAPETE,  LA PASSEGGIATAOGNI TANTO LA DEVO FARE , ME L'HA CONSIGLIATO ESPRESSAMENTE IL MIO MEDICO DI FIDUCIA

I DUE SERVITORI/ GIUSTO

UNA DELLE TRE / / DITE  IL MEDICO DI CORTE?

IL RE/ NO , NON E’ CORTO   E' UN UOMO ALTO, MOLTO ALTO , SI CHIAMA TOTONNO  ED E' IL MIO MEDICO PERSONALE , LO CONOSCETE?

TUTTE E TRE/ A CHI?

I DUE SERVITORI/ A TOTONNO

PADRE/ SENTITE, IL TONNO NON LO TENIAMO, MA SE VOLETE  DA BERE NON C’E PROBLEMA 

IL RE/  MA COSA C’ENTRA IL TONNO ?  STATE ZITTO

I DUE SERVITORI/ STATE ZITTO

UNA DELLE TRE / / VE L'HA DETTO  IL DOTTORE  DI FARE LA PASSEGGIATA? 

IL RE/ CERTAMENTE, LA PASSEGGIATA  FA MOLTO BENE ,  E DITEMI BELLE FANCIULLE ,  VOI LA FATE?

TUTTE E TRE/  OGNI TANTO

IL RE + I SERVITORI /( gridato indicando sempre minacciosi )  E VOI? ( al padre )

PADRE/ ( impaurito)  IO LA VORREI FARE, MI DOVETE CREDERE,  MA NON POSSO, TENGO L'AFFANNO , NON CE LA FACCIO ( fa un colpo di tosse) VEDETE, TENGO LA TOSSE ( tossisce)

UNO DEI SERVITORI/ VOI FUMATE TROPPO  QUESTA E’ LA VERITA’

UNO DEI SERVITORI/ E FUMANDO, FUMANDO VI VIENE L’AFFANNO , MA SOPRATTUTTO….

I DUE SERVITORI/ VE FUMATE A SCORZE  ( ve ne andate al camposanto)  

IL RE/ VI GARANTISCO CHE SE FATE UNA PASSEGGIATA TUTTE LE MATTINE , VIVRETE PIU' A LUNGO

UNO DEI  SERVITORI/ QUESTO SICURAMENTE

UNO DEI SERVITORI/   RICORDATEVI ,  IL FUMO UCCIDE, NON LO SAPETE?

PADRE/ E CHE CIUCCIUETTELE ( uccellacci)   MAMMA MIA  ( fa le corna)  SCUSATE RE  , MA SIETE VOI  IL RE CHE DEVE PASSARE DI QUA ?

IL RE/ BUONUOMO MA CHE DOMANDE SONO QUESTE? IO NON DEVO PASSARE DI QUA IO SONO GIA'QUA,

(veloce)

I DUE SERVITORI/  RISPOSTA ESATTA

IL RE/ ( ai servitori)  HO VINTO QUALCOSA?

I DUE SERVITORI/ NO, E’ GRATIS

IL RE/ PECCATO

PADRE/ ( alle figlie) QUESTO SARA’ PURE UN RE,  MA A ME PARE ( sembra)  TUTTO SCEMO

UNA DELLE FIGLIE/ E I SERVITORI… SONO PEGGIO DI LUI

UNA DELLE TRE /  MIO PADRE VOLEVA DIRE SIETE VOI IL RE CHE TUTTI STANNO ASPETTANDO?

IL RE/ CHE IO SIA UN RE QUESTO E' SICURO, MA NON LO SO SE MI STANNO ASPETTANDO , IN GENERE IN VERITA’ ,  NON MI ASPETTA MAI NESSUNO  

I DUE SERVITORI/ A PARTE NOI CHIARAMENTE . AH, AH  ( si fanno tutte e tre una sonora risata)

IL RE/  ( al padre) SE VOLETE RIDERE PURE VOI , LO POTETE FARE

PADRE/  GRAZIE, ( al pubblico ridendo e convinto) SO’ SICURO ,  CHISTE E’  TUTTO SCEME ( sono sicuro , questo è scemo)

UNA DELLE TRE/ IN PAESE DICONO TUTTI CHE DEVE ARRIVARE UN RE DA QUESTE PARTI,

PADRE/  MA SIETE VOI QUESTO RE?

IL RE/ ( arrabbiandosi) OH INSOMMA, IO SONO IL RE, MA SE MI STA ASPETTANDO QUALCUNO...QUESTO NON LO SO E' CHIARO?

UNA DELLE TRE / VA BENE, VA BENE, NON VI ARRABBIATE,

UNA DELLE TRE/ NOI SIAMO CONTENTE LO STESSO DELLA VOSTRA VISITA,  VI POSSIAMO OFFRIRE QUALCOSA?

UNO DEI SERVITORI/  PER ME UN’ ORZATA ANDREBBE BENE  

UNO DEI SERVITORI/ A ME UN CAFFE’ SENZA ZUCCHERO, GRAZIE

IL RE/  ( ai servitori)  SILENZIO !  ( breve pausa)  ( dolce) CARE FANCIULLE VI RINGRAZIO, DEL VOSTRO BUON CUORE, MA DOPO QUESTA LUNGA PASSEGGIATA  DEVO ASSOLUTAMENTE TORNARE ALLA MIA DIMORA  

UNA DELLE TRE / /  AH DAVVERO,  E DOVE ABITATE MIO AMATO  RE?

IL RE/ IN QUEL PALAZZO LI' IN FONDO , QUELLO  ROSSO,  LO VEDETE? ( indicando)

PADRE/ QUELLO ROSSO , E COME  NON LO VEDIAMO , MA QUELLO E' ….

TUTTE ETRE / IL MANICOMIO DI AVERSA

IL RE/ PRECISAMENTE, SE VI SERVE UN RE, UN PIZZAIOLO, 

UNO DEI SERVITORI/ UN TASSISTA SENZA TAXI ,

UNO DEI SERVITORI/ O UN COCCHIERE  SENZA CARROZZA…  

IL RE/ LI LO TROVATE SICURAMENTE,   SALVE E BUON PROSEGUIMENTO DI GIORNATA  ( esce )

I DUE SERVITORI/  ( al pubblico) ECCO IL RE, BELLO IL RE , COME LUI  IN TUTTO IL MONDO,  NON CE N'E' ( inchino e uscita dietro al re)

PADRE/ MA GUARDATE NU POCO, ALTRO CHE RE 

UNA DELLE TRE / QUELLO E' UN PAZZO CHE SI CREDE UN RE

UNA DELLE TRE/  E SE INVECE E’ PROPRIO LUI IL RE CHE TUTTI STANNO ASPETTANDO?

PADRE/ MA  NO ,  NON E’ LUI, IL RE CHE STIAMO ASPETTANDO NOI , VIENE DA NATALE MICA DA AVERSA….   ADESSO ANDIAMO A FINIRE IL LAVORO CHE SI FA TARDI ( escono tutti)

balletto MACARENA  sulla canzone IL MIO RE

IL MIO RE

Testo e musica di Oreste De Santis

IL RE CHE CERCO IO SEI TU SIGNORE

E’ TUTTO IN QUESTA TERRA HA IL TUO SAPORE

SEI SOLO TU CHE ALLIEVI IL MIO DOLORE

E NEL TUO SGUARDO VEDO SOLO AMORE

NON C’E UNA FOGLIA CHE NON AMI IL SOLE

UN UOMO CHE NON CERCHI  UN PO’D’AMORE

E NESSUN DUBBIO MAI CON TE MI SFIORA

PERCHE’ SEI TU SIGNORE LA MIA GIOIA 

RIT/ TROVERO’ IN TE

 TUTTO QUELLO CHE CERCO DA ME

SENZA TE LO SO

QUESTO MONDO NEL  BUIO VIVRA’

PERCHE’ TU SIGNOR

SEI LA STRADA CHE PORTA ALL’AMOR

(musica)

 TU SEI LA LUCE IL  MIO GRANDE SOLE

CHE ILLUMINA LA VITA O MIO SIGNORE

L’UNICA VIA CHE NON MI FA PAURA

PERCHE’ CON TE GESU’ IO SON SICURA

NON C’E UNA FOGLIA CHE NON AMI IL SOLE

UN UOMO CHE NON CERCHI  UN PO’D’AMORE

E NESSUN DUBBIO MAI CON TE MI SFIORA

PERCHE’ SEI TU SIGNORE LA MIA GIOIA 

RIT/ TROVERO’ IN TE 

TUTTO QUELLO CHE CERCO DA ME

SENZA TE LO SO

QUESTO MONDO NEL  BUIO VIVRA’

NON SARA’ COSI’

SE IL TUO ESEMPIO  NEL TEMPO

OGNUNO DI NOI VIVRA’

 ( dopo la canzone arriva Saverio e 5 bambine)

SAVERIO/ PREGO, VENITE, VENITE E’ QUESTO IL POSTO,  FIDATEVI DI ME, SE IL RE ARRIVA A BETLEMME,  DEVE PASSARE PER FORZA DA QUESTA STRADA  

BAMBINA/ AH  FINALMENTE, RAGAZZE  CE L’ABBIAMO FATTA, SIAMO ARRIVATE

BAMBINA/ UNA FATICACCIA ARRIVARE A PIEDI FINO A QUA

BAMBINA/ E SPERIAMO CHE NE E’ VALSA LA PENA

SAVERIO/ ADESSO SEDETEVI E  E RIPOSATEVI UN PO’   ( si siedono)

BAMBINA/ IO NON VEDO L’ORA DI VEDERLO  QUESTO RE

BAMBINA/ A CHI LO DICI, DICONO TUTTI CHE E’ UN RE ECCEZIONALE

SAVERIO/ ECCEZIONALE CERTO,   MA MAI  QUANTO ME PERO’,  GUARDATE  QUA CHE FUSTO (  in piedi fa un giro su se stesso  dandosi delle arie)  ANCHE SE PERO’,  MI DISPIACE, MA IO  NON SONO UN RE

BAMBINA/  APPUNTO, VOI NON SIETE UN RE , E SE INVECE  NON  E’ ECCEZIONALE  COME DICONO  ?

BAMBINA/ MA NON FA NIENTE  (sognando) SARA' QUEL CHE SARA'  MA E' PUR SEMPRE UN RE, UN RE  CON I SUOI PALAZZI E  I SUOI GIOIELLI

BAMBINA/ /  UN RE RICCHISSIMO, CON LE SUE CENTO CARROZZE

BAMBINA/   CON I SUOI MAGGIORDOMI, E I SUOI COCCHIERI,

BAMBINA/   MA SOPRATTUTTO , CON I SUOI CUOCHI E CAMERIERI

SAVERIO / /  BEATE A ISSE ( beato lui)

BAMBINA/ A ME HANNO DETTO  TUTTI CHE E’ UN RE BELLISSIMO , SPERIAMO SIA VERO

BAMBINA / MA CERTO,   SARA’ SENZ’ALTRO COSI,  NON HO MAI VISTO UN RE BRUTTO,

BAMBINA/ MA QUALCUNO SA’ PERCHE’ VIENE A BETLEME?

SAVERIO/ QUESTO NON LO SA NESSUNO

BAMBINA/ ALCUNI DICONO CHE VIENE A  BETLEMME A CERCAR MOGLIE ,

BAMBINA/ E MAGARI , SCEGLIE ME COME MOGLIE

SAVERIO/ MA IO NON VI PIACCIO PRORIO? MA MI AVETE GUARDATO BENE? ( fa di nuovo un giro ma nessuno se ne cura)

BAMBINA/ MA  PERCHE’ QUESTO RE  DOVREBBE SCEGLIERE PROPRIO TE , MA TI SEI GUARDATA ALLO SPECCHIO?

BAMBINA/  IO? E TU ALLORA ? MA GUARDA UN PO’ QUESTA….

BAMBINA/ LA BELLEZZA NON E’ TUTTO,  E SAPETE CHE VI DICO? ALLA FINE  SARO’ IO AD ANDARE A PALAZZO

UNA DELLE TRE/  SI, E MAGARI SARAI SERVITA  DAI CAMERIERI  DEL RE

BAMBINA/ MA CERTO , PRINCIPESSA PERCHE’ NO? DA SERVA A PADRONA, A VOLTE SUCCEDE VERAMENTE

SAVERIO/  SI, NEI SOGNI E NELLE FAVOLE

BAMBINA/ MA CHE IMPORTA SE SONO SOLO FAVOLE , E’ COSI’ BELLO SOGNARE

BAMBINA/ PROPRIO COSI’,  E POI  E’ GRATIS

SAVERIO/ SU QUELLO VI DO’ RAGIONE , , CA SI PAVE TUTTE COSE ( qua si paga tutto)

( sognando, improvvisano una scenetta parlando con fare elegante)

SAVERIO/  ( funge da cameriere)  OH MIA CARA PRINCIPESSA , FATE DI ME IL VOSTRO CAMERIERE ,   E VOI DUNQUE  DITEMI ,  COSA DESIDERATE PER IL PRANZO ?

BAMBINA/  E DIMMI AMBROGIO, COSA HAI PREPARATO DI SPECIALE ?

SAVERIO/  ABBIAMO PRONTO  DELLA OTTIMA  CARNE DI VITELLO PRINCIPESSA  

OPPURE  SE PREFERISCE , CI SAREBBE UNA  SPLENDIDA QUAGLIA ALLA  BRACE APPENA SPARATA …

( tutte le bambine ridono)

BAMBINA/ COME SAREBBE  APPENA SPARATA?

SAVERIO/ PARDON,  VOLEVO DIRE  APPENA  SFORNATA , CHE NE DITE?

BAMBINA/ MA SI PERCHE’ NO, VADA PER LE QUAGLIA

TUTTI/ ( gridato) QUAGLIA PER TUTTI

PADRE/  ( uscendo ad alta voce) MO' VE LA' DO' IN FRONTE UNA QUAGLIA, MA COSA SONO  TUTTE QUESTE QUAGLIERIE...?

BAMBINA / QUAGLIERIE MA CHE DICE ?  

PADRE/  VOLEVO DIRE SMANCERIE,  SCUSATEMI, PENSAVO FOSSERO  LE MIE FIGLIE,    SAVERIO SEI ARRIVATO?

SAVERIO/  SI, SI, HO AVUTO UN CONTRATTEMPO MA ADESSO SUBITO MI METTO A LAVORO, NON T’ARRABBIARE ( esce)

PADRE/  ( rimproverandolo) E VAI, VAI, E FAI VENIRE  PURE MIO FIGLIO  ANTONIO, SFATICATO ( fannullone)

BAMBINA /  BUON’UOMO NON SE LA PRENDA   NOI STAVAMO  SOLO SOGNANDO

PADRE/    E VI CONSIGLIO DI  SVEGLIARVI  PERCHE’   QUESTO NON E' UN FILM, E POI  QUA  STIAMO A BETLEMME, NO A HOLLYWOOD  ( chiamando )

BAMBINA/ AVETE RAGIONE , SCUSATE ….

PADRE/  AVETE GIA’ ORDINATO?

BAMBINA/  ( si alzano) IN VERITA , CE NE STAVAMO ANDANDO , RAGAZZE ANDIAMO, 

PADRE/ ARRIVEDERCI

TUTTE  LE BAMBINE/ ARRIVEDERCI  ( escono)

ANTONIO/  ( sbadigliando) PAPA’ CHE C’E, CHE VUOI ,  MI STAVI CERCANDO ?

PADRE/ FINALMENTE, TI SEI SVEGLIATO?

ANTONIO/  ( ironico ) E SE NON SONO UN FANTASMA ME SO SCETATO  ( svegliato)

( sbadiglia abbondantemente)

PADRE/ MA COME E’ POSSIBILE CHE STAI SEMPRE NEL LETTO A DORMIRE?

ANTONIO/ E CHE C’E DI STRANO? CHILLO E’ O POSTO CHIU’ BELLO D’O MUNNO

 ( quello è il posto più bello del mondo)

PADRE/ AIUTAMI A PULIRE LE SEDIE E I TAVOLI,  SFATICATO, E SBRIGHIAMOCI  CHE DEVE ARRIVARE IL RE

ANTONIO/ QUESTO ME L’HA  DETTO PURE ZIO SAVERIO CHE DEVE ARRIVARE QUESTO RE,  MA TU SEI SICURO CHE PASSA DI QUA?

PADRE/  SONO SICURO, ANZI SICURISSIMO, PERCHE’?

ANTONIO/ NO, PERCHE’ SE NON SEI SICURO E’ INUTILE CHE FACIMME STA FATICATA ( che facciamo tutto questo lavoro) CI STANCHIAMO INUTILMENTE 

PADRE/  MA COME, GIA’ STAI STANCO?, TU NON ANCORA DEVI FARE NIENTE

ANTONIO/ E SE POI  IL RE NON PASSA DI QUA?

PADRE/  ANCORA? ANTO’  IL RE PASSA, PERCHE’ SE NON PASSA, LO VADO A PRENDERE IO,  CI SIAMO SPIEGATI?

ANTONIO/  CHIARO, COME L’ACQUA

PADRE/  BRAVO , E ADESSO VAI A PRENDERE IL VINO IN CANTINA

ANTONIO/ UH MAMMA MIA IN CANTINA? COSI’ LONTANO ?

PADRE/ PROPRIO COSI’, E SECONDO ME E’ MEGLIO CHE TI SBRIGHI, SENNO’, LENTO COME SEI, TRA ANDATA E RITORNO  QUA, SI FA  NOTTE , INCOMICIA AD ANDARE CHE DOPO TI RAGGIUNGO

ANTONIO/  HAI RAGIONE , SO NU POCO LENTO, MA NUN O FACCIA A POSTA, SO FATTO ACCUSSI’  ( ma non lo faccio di proposito , sono fatto cosi’)   ( esce)

PADRE/ ( al pubblico)  MA GUARDATE UN PO’ CHE FIGLIO MI DOVEVA CAPITARE, SFATICATO COME LUI NON CE NE SONO, TUTTO SUO ZIO, , E POI DORME, DORME, DORME SEMPE , QUELLO E’ CAPACE DI DORMIRE ALZATO COME I CAVALLI, PROPRIO COSI’, COME I CAVALLI  ( esce)

(  ARRIVANO Maria e Giuseppe  che sono finalmente arrivati a Betlemme - musica  -  Balletto degli angeli che  preannunciano l’arrivo -  ( dopo il balletto)

 

ANTONIO/ ( con  due bottiglie in mano o caraffa sul proscenio,  al pubblicoECCO QUA,  IL VINO L’HO PRESO  SPERIAMO CHE E’ CONTENTO ... CON I GENITORI CI VUOLE PAZIENZA, SOPRATTUTTO QUANDO SO’ ANZIANIMAI CHE MI FACESSE UN COMPLIMENTO, E CHE MISERIA, MENOMALE CHE SONO IL FIGLIO

( arrivano MARIA E GIUSEPPE)

GIUSEPPE/ SCUSI BUON’UOMO  CI POTREBBE DARE UN’INFORMAZIONE?

ANTONIO / CERTAMENTE ,   DITEMI PURE, CHE VOLETE SAPERE ?

GIUSEPPE/   MI SCUSI MI CHIAMO GIUSEPPE E CON MIA MOGLIE MARIA, STIAMO CERCANDO UN ALBERGO, SAPETE MIA MOGLIE  ASPETTA UN BAMBINO E VORREMMO ALLOGGIARE QUI PER QUESTA NOTTE

ANTONIO/ E MI DISPIACE, MA AVETE SBAGLIATO GIORNO, GLI ALBERGHI SONO TUTTI OCCUPATI ,  NON TROVERETE POSTO IN TUTTO IL PAESE

GIUSEPPE/ E COME MAI?

ANTONIO/ PERCHE’ NON LO SAPETE?  A BETLEMME DEVE ARRIVARE UN RE, E LO STANNO TUTTI ASPETTANDO  E QUANDO ARRIVERA’ SI FARA’ UNA GRANDE FESTA,   

MARIA/ HO CAPITO DI QUALE FESTA STATE PARLANDO, MA VI GARANTISCO CHE IL RE CHE ARRIVA,   NON HA BISOGNO DI TUTTE QUESTE COSE

GIUSEPPE/ MA SI, IL RE CHE ARRIVERA’ NON VUOLE LE FESTE, I REGALI E NEMMENO GLI APPLAUSI

ANTONIO/ SI, SI VA BE DICONO TUTTI COSI’, MA E’ PUR SEMPRE UN RE

MARIA /  E’ UN RE POVERO, MA RICCO D’AMORE PER TUTTI NOI , E VIENE A DIRCI PROPRIO QUESTE COSE

ANTONIO/ MA QUALI COSE?

MARIA/ CHE BISOGNA VIVERE NELLA SEMPLICITA’, E SOPRATTUTTO  AMARE IL PROSSIMO

GIUSEPPE/  PRONTI AD AIUTARE CHI NON CE LA FA’

MARIA/  SOPRATTUTTO CHI STA MALE  ED E’ SCHERNITO

GIUSEPPE/   E SENZA BISOGNO  DI FARE GRANDI COSE

MARIA/ E NEMMENO TANTI REGALI

GIUSEPPE/ PIU’ POVERI SIAMO PIU’ LUI  CI AMERA’

ANTONIO/ IO SAREI PURE D’ACCORDO,  A ME PER ESSERE FELICE MI BASTA SOLO UN LETTO, MA MIO PADRE NON CREDO TANTO

GIUSEPPE/ E NON TI PREOCCUPARE  QUANDO VIENE GLIELO DICIAMO PURE A LUI

MARIA/ E  NON SOLO A LUI , MA ANCHE  A TUTTO QUESTO PUBBLICO CHE CI STA ASCOLTANDO,  ( al pubblico) DIO AMA I POVERI,  E I BISOGNOSI

GIUSEPPE/ QUELLI CHE SI SVEGLIONO LA MATTINA E VANNO A LAVORARE CON ONESTA’( escono le tre figlie,   fanno la battuta e poi si mettono su un lato , ognuno che esce fara’ cosi, palco centrale per Giuseppe e Maria)   

LE FIGLE/ PROPRIO COME FACCIAMO NOI  TUTTI I GIORNI  E SENZA LAMENTARCI  CON NESSUNO

PADRE/ (  escono padre e Saverio)  E PERCHE’ NOI NO?  IN VERITA’ LUI UN PO’ DI MENO ( a Saverio)  , PERCHE’ E’ NU SFATICATO ( scansafatiche)

SAVERIO/ MA NON E’ VERO, IO STO SOLO NU POCO STANCO

GIUSEPPE/  RICORDATEVI, DIO AMA TUTTI , MA SOPRATTUTTO  QUELLI CHE SOPPORTANO, CHE HANNO COMPASSIONE DI CHI E’ STATO PIU’ SFORTUNATO DI LORO , 

IL RE +2SERVITORI/ CI AVETE CHIAMATO ? NOI  STIAMO TUTTI QUA , VIVA IL RE  

GIUSEPPE/ QUELLI, CHE AMANO LE PERSONE  NON  SOLO PER LA  LORO RICCHEZZA E LA BELLEZZA, MA PER LA LORO ONESTA’ E LA LORO UMANITA’

( escono le 5 bambine)  QUESTO L’ABBIAMO CAPITO  ANCHE NOI ,   CI ABBIAMO MESSO UN PO’ DI TEMPO , MA ALLA FINE CE L’ABBIAMO FATTA , PRIMA DI TUTTO L’AMORE E POI TUTTO IL RESTO

MARIA/ IL RE CHE NASCERA’ AMA LE PERSONE UMILI, CHE LOTTANO TUTTI I GIORNI, PER GARANTIRE IL NECESSARIO AI PROPRI FIGLI, PROPRIO COME VOI

( ad Antonio) E PURE SE SONO UN POCO SFATICATI E DORMONO SEMPRE, LI VOGLIONO BENE E LI ACCETTANO  PER QUELLO CHE SONO , 

ANTONIO / SCUSATE MA VE L’HA DETTO MIO PADRE QUESTA COSA ?

GIUSEPPE/ NON C’E BISOGNO, DIO SA’ SEMPRE TUTTO, ANTONIO, SAVERIO, NICOLA, GENNARO, SIAMO TUTTI FIGLI DI DIO  , SIETE TUTTI VOI  IL POPOLO DEL SIGNORE

(  escono tutti gli altri bambini)  UN MOMENTO UN MOMENTO CI SIAMO ANCHE NOI  ANCHE NOI SIAMO IL POPOLO DEL SIGNORE, SENNO’ CHE CI STIAMO A FARE QUA ?

MARIA/  QUESTO BAMBINO CHE STANOTTE NASCERA’ , VIENE A DIRCI PROPRIO QUESTO ,  IL NATALE DEVE ESSERE SOPRATTUTTO UNA FESTA D’AMORE , NON VE LO DIMENTICATE

GIUSEPPE/ E ADESSO CHE QUESTO SPETTACOLO E’ FINITO,  NON CI RESTA CHE AUGURARE A TUTTI I PRESENTI   ,  ( al pubblico), UN FELICE  NATALE.

TUTTI/ BUON  NATALE  A TUTTI

CANZONE FINALE “ DRIN DRIN DRIN  “

DRIN DRIN

Testo e musica di Oreste De Santis

***

DRIN DRIN DRIN

DRIN DRIN DRIN DRIN DRIN

QUESTA SERA IL CAMPANELLO SUONERA’

DRIN DRIN DRIN

DRIN DRIN DRIN DIRIN DRIN

IL BAMBINELLO SULLA PAGLIA NASCERA’

DRIN DRIN DRIN E’ NATALE 

 UNA FESTA VERAMENTE ECCEZIONALE

TUTTI NOI LA DOBBIAMO RICORDARE

IL NATALE PACE E GIOIA PORTERA’

DRIN DRIN DRIN

DRIN DRIN DRIN DRIN  DRIN

TUTTO IL MONDO QUESTA NOTTE CANTERÀ

DRIN DRIN DRIN

DRIN DRIN DRIN DRIN  DRIN 

TUTTI INSIEME UN GIROTONDO SI FARÀ

DRIN DRIN DRIN E’ NATALE

TANTI AUGURI A CHI STA BENE E A CHI STA MALE

UNA PREGHIERA LA SI DEVE TUTTI FARE

IL NATALE PACE E GIOIA  PORTERA’

( MUSICA)

DRIN DRIN DRIN E’ NATALE 

 UNA FESTA VERAMENTE ECCEZIONALE

TUTTI NOI LA DOBBIAMO RICORDARE

IL NATALE PACE E GIOIA PORTERA’

DRIN DRIN DRIN

DRIN DRIN DRIN DRIN DRIN

QUESTA SERA IL CAMPANELLO SUONERA’

DRIN DRIN DRIN

DRIN DRIN DRIN DIRIN DRIN

IL BAMBINELLO SULLA PAGLIA NASCERA’

DRIN DRIN DRIN E’ NATALE

TANTI AUGURI A CHI STA BENE E A CHI STA MALE

UNA PREGHIERA LA SI DEVE TUTTI FARE

IL NATALE PACE E AMORE   PORTERA’

DRIN DRIN DRIN

DRIN DRIN DRIN DRIN  DRIN

E’ NATALE

 F I N  E

Puoi ascoltare le canzoni inserite nel CD dello spettacolo

 direttamente sul sito della’autore Vai su http://www.orestedesantis.com 

oppure scrivi a  orestedesantis@libero.it

 

 

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 2 volte nell' ultima settimana
  • 4 volte nell' ultimo mese
  • 10 volte nell' arco di un'anno