Voglio andare in paradiso

Stampa questo copione

1

“VOGLIO ANDARE IN PARADISO”

(UN BIGLIETTO PER IL PARADISO)

Commedia Comica in due tempi di ORESTE  DE  SANTIS

Opera tutelata dalla SIAE - Cod. 927002/A

***

Versione Napoletana 9P – 4/5U_4/5D

IL Padre di ATTILIO ha 70 anni e’ vedovo e ha una bella pensione. Ha conosciuto una ragazza brasiliana ex prostituta di nome Luiza e se la vuole sposare . IL figlio Attilio pensa che sia tutta una truffa architettata dalla ragazza per mettere le mani sulla proprietà. della casa dove lui abita. Ma il matrimonio del padre ha un preciso obiettivo...

anzi due.

SCENA/ Soggiorno sobrio di una famiglia borghese, con angolo bar, telefono, dueaperture, una principale e un’altra che dà alle altre stanze. Un salotto e una credenza. Abbellire a piacimento.

Personaggi/ Attilio – Giacinta – Rocco – Papa’ – Maria – Luiza – Olimpia- Don Giulio –Paolo - Vitor Aliende de Olivera – ( Ofelia prugna de Olivera)

***

( parte la musica deep purple Smoke on the Water nel mentre si apre il sipario, ripete sempre gli setti primi 4 step di chitarra, è notte , è il cellulare di ROCCO , Attilio e Maria (marito e moglie) si svegliano , come si accendono le luci la sveglia si spegne)

Attenzione l'opera è tutelata dalla SIAE e può essere rappre sentata solo previopagamento dei diritti d'autore La violazione del diritto di autore è un reato penale perseguito dalla legge. Per eventuali traduzioni in altri dialetti chiedere l'autorizzazione all'autore orestedesantis@libero.it

ATTILIO/ MA CHE STA SUCCEDENDO, AMALIA MA COS’ERA QUESTA MUSICA?

AMALIA/ E ‘ LA SVEGLIA DI ROCCO

ATTILIO/ U POZZENE ACCIDERE MA CHE E’ NA SVEGLIA QUESTA?

AMALIA/ MO’ A PIGLIATE A FISSAZIONE PE A MUSICA ROCK

ATTILIO/ AH SI? MA POI PERCHE’ SI E’ MESSO LA SVEGLIA ALLE 4 DI MATTINA?

AMALIA/ QUESTO NON LO SO, NON MI HA DETTO NIENTE,

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


2

ATTILIO/ E COMUNQUE SI E’ MESSO LA SVEGLIA HA SCETATE A TUTTEQUANTE, MA ISSE NUN S’E’ SUSUTE , MA A CHE ORA SI E’ RITIRATO?

AMALIA/ NON LO SO

ATTILIO/ E TU FIGLIA SI E’ RITIRATA?

AMALIA/ PENSO DI SI

ATTILIO/ MA COME SAREBBE PENSI, NON SAI NIENTE? TU SEI LA MADRE….

AMALIA/ ATTILIO NON CE LA FACCIO A STARE SVEGLIA AD ASPETTARLI FINOALLE 4 , CI PROVO , MA POI MI ADDORMENTO MA TU CHE VUOI…

ATTILIO/ SI RITIRONO TROPPO TARDI, QUESTA E’ LA VERITA’, A MEZZANOTTEDOVREBBERO STARE TUTTI A CASA

AMALIA/ CAPIRAI….QUELLI ESCONO ALLE UNDICI

ATTILIO/ E CHE FA…SI FANNO IL GIRO DEL PALAZZO E POI TORNANO A CASA

AMALIA/ SI VABBE’….DOMANI….

ATTILIO/ AMALIA LA NOTTE E’ FATTA PER DORMIRE

AMALIA/ HAI RAGIONE IAMMECE A CUCCÀ (si avviano, si spengono le luci)

( riparte il cellulare solo uno step)

ATTILIO/ (luci) AMALIA MA NON POSSIAMO MICA FARE LA NOTTA QUA

GIACINTA/(figlia sempre nervosa) MAMMA MA CHE STA SUCCEDENDO?

AMALIA/ NIENTE E’ LA SVEGLIA DI TUO FRATELLO

GIACINTA/ E’ PROPRIO UN CRETINO…

ATTILIO/ HAI RAGIONE A PAPA’

GIACINTA/ NON CRESCE MAI , GUARDA’ QUA CI HA SVEGLIATI A TUTTI QUANTI ,PAPA’ CHE ORE SONO ?

ATTILIO/(scocciato) LE 4 PASSATE….

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


3

AMALIA/ LA SVEGLIA SUONA OGNI 5 MINUTI

GIACINTA/ NON E’ LA SVEGLIA E’ IL CELLULLARE

AMALIA/ E CHI LO CHIAMA A QUEST’ORA?

ATTILIO/ AMALIA , CELLULARE, SVEGLIA, QUELLO CHE E’ , MA VALLA ASPEGNERE PRIMA CHE LO PRENDO A SCHIAFFI

AMALIA/ E COME FACCIAMO, QUELLO QUANDO VA A DORMIRE LA PORTALA CHIUDE A CHIAVE

GIACINTA/ VE L’HO DETTO CHE E’ UN CRETINO

ATTILIO/ MA CHE SI CHIUDE A FARE A CHIAVI, GLIEL’HO SPIEGATO UN SACCO DIVOLTE CHE È PERICOLOSO, SE SUCCEDE QUALCOSA , DOBBIAMO BUTTARE GIÙ LA PORTA

GIACINTA/ SE E’ UN CRETINO LA COLPA E’ PURE VOSTRA

ATTILIO/ GIAGINTA E PER FAVORE….

GIACINTA/ (ad alta voce) MI DEVI CHIAMARE SILVIA QUANTE VOLTE TE LO DEVODIRE , SILVIA

ATTILIO/ MA TU TI CHIAMI GIACINTA A PAPA’

GIACINTA/ SOLO QUANDO MI FIRMO, MA TU GUARDA CHE NOME MI AVETEMESSO…. , MA CHE RAZZA DI NOME È, MA COME VI E’ VE NUTO IN

MENTE DICO IO…

ATTILIO/ ERA IL NOME DI MIA MADRE

GIACINTA/ MO’ NON DARE LA COLPA ALLA NONNA , SONO SICURO CHE ANCHE ALEI NON LE PIACEVA

ATTILIO/ NON SI E’ MAI LAMENTATA

GIACINTA/ E IO INVECE MI LAMENTO VA BENE…, MI AVETE ROVINATO LA VITA

ATTILIO/ ADDIRITTURA….SI, NON E’ PROPRIO BELLO PERO’ C’E DI PEGGIO

GIACINTA/( ad alta voce) FA SCHIFO (ritorna in camera sua)

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


4

ATTILIO/ AMALIA MA PERCHE’ STA COSI’ NERVOSA SONO APPENA LE 4 DIMATTINA

AMALIA/ TUA FIGLIA SI E’ LASCIATA CON PAOLO

ATTILIO/ HA FATTO BENE , QUESTO PAOLO NON MI PIACEVA PROPRIO,SCOSTUMATO E INVADENTE

AMALIA/ L’HA LASCIATA LUI

ATTILIO/ E COME SI E’ PERMESSO QUEL CRETINO?

AMALIA/ UNA VOLTA LUI, UNA VOLTA LEI, SI PRENDONO E SI LASCIANO , ECOMUNQUE TIENE RAGIONE TUA FIGLIA, IO TE LO DISSI CHE GIACINTA ERA BRUTTO

ATTILIO/ O’ INSOMMA LE HO MESSO IL NOME DI MIA MADRE MICA QUELLO DI UNCAVALLO,

AMALIA/ IO NON ERO D’ACCORDO

ATTILIO/ ME LO RICORDO , MA PRIMA COSI’ SI USAVA, C’ERANO LETRADIZIONI, TU PERCHE’ TI CHIAMI AMALIA SCUSA…

AMALIA/ ERA IL NOME DI MIA NONNA

ATTILIO/LO VEDI , E TI PIACE?

AMALIA/ NO

( riparte il cellulare solo uno step)

(cerca di svegliare il figlio con veemenza bussando alla porta) ROCCO, DISGRAZIATO, ROCCO SVEGLIATI , SVEGLIATI, HAI SENTITO?

ROCCO/ ( fuori scena) MAMMA’ CHE C’E

AMALIA/ STUTE A SVEGLIA SONO LE 4 , MA CHE DEVI ANDARE DA QUALCHEPARTE?

ROCCO/ NO, IO TENGHE NU SUONNE

AMALIA/ E ALLORA PERCHE’TI SEI MESSO LA SVEGLIA?

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


5

ROCCO/ MO’ NUN ME RICORDO TENGHE TROPPE SUONNO

AMALIA/ E STUTE STA SVEGLIA CHE CI HAI SVEGLIATI A TUTTI QUANTI

ATTILIO/ (ad alta voce ) E TU NO

ROCCO/LA SPENGO, LA SPENGO

AMALIA/ L’HA SPENTA , ANDIAMO A DORMIRE,

ATTILIO/ E’ NA PAROLA, E MO’ CHI DORME PIU’

AMALIA/ E CHE VUOI FARE LA NOTTATA?

ATTILIO/ E VABBE’, PROVIAMO A DORMIRE…, SENNO’’ VORRA’ DIRE CHEFACIMME COCCATA COSA , CHE DICI?

AMALIA/ ATTILIO DICO NO….

ATTILIO/ AMALIA E DICI SEMPRE NO….(escono)

( BUSSANO LA PORTA SI ACCENDONO TUTTE LE LUCI)

ATTILIO/ UN MOMENTO ARRIVO ( ancora in pigiama pieno di sonno) PAPA’, GIÀ STAIQUA

PAPA’/ (brillante molto curato, da l’idea di un uomo di mondo) E CERTO, MI HAI DETTODI VENIRE STAMATTINA , TE LO SEI SCORDATO

ATTILIO/ SI E’ VERO DI MATTIMA , MA NON ALL’ALBA …SONO APPENA LE 7

PAPA’/ LO SO MA IO STO SVEGLIO DALLE 5 MI SONO SCOCCIATO DIASPETTAREMA PERCHE’ TIENI ANCORA SONNO?

ATTILIO/’ SE LO VUOI SAPERE NON HO DORMITO PROPRIO

PAPA’/SE SOFFRI DI INSONNIA LO TENGO IO IL RIMEDIO GIUSTO

ATTILIO/ E QUALE SAREBBE?

PAPA’/ FATTI UNA CANNA E VEDRAI CHE DORMI UNA BELLEZZA

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


6

ATTILIO/’ MA CHE CANNA, MA COME TI VIENE DI DIRE QUESTE COSE, MA CHE MIFACCIO LE CANNE IO?

PAPA’/ GUARDA CHE ME L’HA CONSIGLIATO IL MEDICO , VABBE’ VA…TANTO TUSEI SEMPRE STATO, UN VECCHIO ANCHE QUANDO TENEVI 20 ANNI

ATTILIO/’ MA CHE VECCHIO , SONO UNA PERSONA NORMALE , CASA E LAVORO

PAPA’/ CASA , LAVORO E CHIESA , SOPRATTUTTO CHIESA , SONO PIU’ GIOVANEIO CHE NE TENGO 70 CHE TU CHE NE TIENI 40

ATTILIO/ MA CHE C’ENTRA QUELLO E’ IL MIO LAVORO, VENDO OGGETTI SACRI, MADONNE CROCIFISSI, MICA BOMBONIERE

PAPA’/ SENTI VENIAMO AL SODO, CHE MI DEVI DIRE? , DEVE ESSERE UNA COSAASSAI SERIA, NON CI VEDIAMO DA TRE MESI….

ATTILIO/ HAI RAGIONE , MA NON TE L A PRENDERE HO SEMPRE TANTE COSE DAFARE,

PAPA’/ LASCIA PERDERE NON C’E BISOGNO MICA CHE TI GIUSTIFICHI , NON FANIENTE , PREFERISCO VEDERTI SE NE HAI VOGLIA PURE TU,

NE’ PER CORTESIA NE’ PER DOVERE, LO SAI BENE COME LA PENSO

ATTILIO/ PAPA’ NON E’ QUESTO E’ CHE I FIGLI TI DANNO UN SACCO DIPROBLEMI…

PAPA’/ E PROPRIO A ME LO DICI,.. TU MI HAI FATTO PASSARE GIORNITERRIBILI SEMPRE CON LA FEBBRE , SEMPRE A VOMITARE , A ME E QUELLA POVERINA DI TUA MADRE CI HAI ROVINATO TUTTE LE FESTE , UN NATALE ADDIRITTURA… TI HO DOVUTO PORTARE ALL’OSPEDA LE

ATTILIO/ MA PERCHE’ CHE TENEVO?

PAPA’/ MA CHE NE SO, FACEVI SEMPRE LA DIARREA…. NON SI CAP IVA IL

PERCHE’ , VABBE’ LASCIAMO PERDERE … , SENTI A PROPOSITO, DI FIGLI , ROCCO MI HA FATTO SENTIRE LA SUA ULTIMA CANZONE

ATTILIO/ AH SI, NE HA FATTO UN’ALTRA?

PAPA’/ NON LO SO, ME L’HA MANDATA SUL CELLULARE , E’ FORTE , QUELRAGAZZO HA DELLE QUALITA’, LO DEVI INCORAGGIARE

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


7

ATTILIO/ PAPA’ PER FAVORE….MA CHE INCORAGGIARE , ANZI DIGLI ELO PURE

TU CHE PER LA MUSICA NON E’ PORTATO

PAPA’/G UARDA CHE LA CANZONE E’ BELLA A ME E’ PIACIUTA

ATTILIO/ PAPA’ QUELLO FA UNA CANZONE AL GIORNO

PAPA’/ EMBE’ E CHE FA , VUOL DIRE CHE ISPIRATO

ATTILIO/  MA CHE ISPIRATO , SO TUTTE UGUALI , LA TUA COME FA?

PAPA’/ CHE COSA?

ATTILIO/ LA CANZONE CHE TI HA MANDATO , IL MOTIVO TE LO RICORDI?

PAPA’/ SI COME NO, , ASPETTA…. E’ BELLA , E’ BELLA MI E’ RIMASTA

IMPRESSA INIZIA CON UNA CHITARRA , ECCO QUA FA COSI’ PA,PA, PA , PAPAPAPA, PAPAPA PAPA ( il motivo della sveglia)

ATTILIO/ E’ LA CANZONE DELLA SVEGLIA

PAPA’/ HAI RAGIONE, TI SVEGLIA PROPRIO, IL MOTIVO TI PRENDE SUBITO, SE LARICORDO ANCH’IO, VUOL DIRE CHE FUNZIONA

ATTILIO/ SI COME NO’ FUNZIONA , FUNZIONA A SCETA’ A GENTE

PAPA’/ GLI HO FATTO UNA RICARICA DI 50 EURO

ATTILIO/ AH ADESSO HO CAPITO , COMUNQUE LA CANZONE E’ VECCHIA E POINON E’…VABBE’ LASCIAMO STARE, PREPARO IL CAFFÈ , SE

NON PRENDO IL CAFFÈ LA MATTINA NON RIESCO A FARE NIENTE ( esce)

PADRE/ BASTA CHE FACCIAMO IN FRETTA ALLE 8 TENGO UN APPUNTAMENTO…

ATTILIO/ (fuori scena) PAPA’ SEI APPENA ARRIVATO… PIUTTOSTO COME STAI,STAI BENE ?

PAPA’/ AH CERTO, DA QUANDO E’ MORTA TUA MADRE , UNA MERAVIGLIA

ATTILIO/(fuori scena) PAPA’ SE E’ UNA BATTUTA NON MI FA PROPRIO RIDERE

PAPA’/ NO, NO E’ LA VERITA’ , MA PURE CON TUA MADRE STAVO BENE CHEC’ENTRA, CI SIAMO VOLUTI BENE E ABBIAMO FATTO UNA VITA BELLA, CE LO SIAMO DETTI UN SACCO DI VOLTE

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


8

ATTILIO/( porta il caffè) PAPA’ NE PARLI COME SE FOSSE MORTA DA DIECI ANNI,SONO APPENA SEI MESI

PAPA’/ LO SO, MA NON E’ CHE A ME RIMANE MOLTO TEMPO , TRA UN PO’ ME NEVADO ANCH’’IO, LA STRADA E’ LUNGA MA IO NE VEDO LA FINE , DE ANDRE’…

ATTILIO/ MA CHE DICI TU STAI BENISSIMO , TIENI 70 ANNI MA NE DIMOSTRI 50

PAPA’/ SENTI ATTILIO NON TE LA PRENDERE MA QUESTO CAFFE’ IN CIALDE E’PROPRIO UNA SCHIFEZZA

ATTILIO/ LO SO , PERO’ E’ VELOCE

PAPA’/ COMUNQUE HAI RAGIONE PURE LUIZA ME LO DICE CHE SEMBRO UN50ENNE

ATTILIO/ VUOI DIRE LUISA?

PAPA’/ NO, NO LUIZA CON LA ZETA E’ BRASILIANA

ATTILIO/ MA ALLORA E’ VERA QUESTA STORIA ?

PAPA’/ QUALE STORIA?

ATTILIO/ CHE TI VEDI CON UNA RAGAZZA BRASILIANA DI 25 ANNI, BELLA, CON ICAPELLI NERI , SEMPRE CON I TACCHI A SPILLO E VESTITA ALLA MODA ?

PAPA’/SAI PURE QUANDO FA IL COMPLEANNO? SI E’ VERO MI VEDO, ., DOVEVODIRTELO IO, LO SO, MA SONO SOLO DUE MESI, VOLEVO PRIMA ESSERE SICURO CHE LA COSA FUNZIONASSE

ATTILIO/ E FUNZIONA?

PAPA’/ ALTROCHE’, FUNZIONA ALLA GRANDE

ATTILIO/ PAPA’ SENTI PER FAVORE NON MI FRAINTENDERE , IO NON VOGLIOENTRARE NELLA VITA TUA, E IN QUELLO CHE FAI, MA SECONDO ME TE LA SEI PRESA TROPPO GIOVANE

PAPA’/ E CHE DOVEVO PRENDERMI UNA VECCHIA?

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


9

ATTILIO/ CHE C’ENTRA, SE VOLEVI STARE CON QUALCUNO , PER AVERECOMPAGNIA, CHE SO PER UNA CENA , UN VIAGGIO , IL CINEMA ANCHE UNA 60 ENNE POTEVA ANDARE BENE , TU NE TIENI 70

PAPA’/AH MA PER QUELLO CHE DICI TU UNA 60ENNE ANDAVA BENISSIMO, MAPER QUELLO CHE DICO IO TI ASSICURO CHE E’ MEGLIO UNA DI 25

ATTILIO/ MA NON TI SEI ANCORA SCOCCIATO?

PAPA’/ MA CHE SCOCCIATO, IL SESSO NON E’ MICA UNA SCOCCIATURA, ILSESSO E’ UNA COSA BELLA E FA BENE ALLA SALUTE ME L’HA DETTO PURE IL DOTTORE

ATTILIO/ MA CHI E’ QUESTO DOTTORE?

PAPA’/ CON TE NON ANDREBBE D’ACCORDO…..

ATTILIO/(deciso) PAPA’ GIURAMI CHE NON TE LA SPOSI

PAPA’/ STAI TRANQUILLO, UNA VOLTA MI E’ BASTATO

ATTILIO/ E POI INTESTAMI LA CASA

PAPA’/ AH MA ALLORA E’ QUESTO IL PROBLEMA…LA CASA, E’ PER QUESTO CHEMI HAI FATTO VENIRE, TIENI PAURA CHE ME LA SPOSO E SI PRENDE LA CASA?

ATTILIO/ SI, TENGO PAURA, OGGI SI SENTONO TANTE COSE…PAPA’ S ENTI A ME,PER IL TUO BENE E’ MEGLIO SE CON QUESTA LUIZA NON TI VEDI PIU’

PAPA’/ SEI SICURO CHE E’ PER IL MIO BENE?

ATTILIO/ PAPAMA TI PARE CHE UNA RAGAZZA DI 25 ANNI, SI METTE CON UNUOMO CHE NE TIENE 70 PER AMORE? LO FA SOLO PER SFRUTTARTI , QUESTO LO CAPISCE ANCHE UN BAMBINO

PAPA’/ AH MA QUESTO LO SO, LO SO BENISSIMO

ATTILIO/ AH LO SAI?

PAPA’/ E CERTO CHE LO SO , SONO UN TIPO MODERNO, BRILLANTE E’ VERO, MATENGO SEMPRE 70 ANNI , LO FA PER SFRUTTARMI? NON FA NIENTE, NON SI PUO’ AVERE TUTTO DALLA VITA , A ME VA BENE LO STESSO

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


10

ATTILIO/(alterandosi) PAPA’ QUESTA COSA INVECE A ME NON VA BENE, LA GENTE,PARLA IO VENDO MADONNE E CROCIFISSI E NE VENDO SEMPRE DI MENO, SE TI METTI PURE TU CON LA RAGAZZINA, ALTRO CHE MADONNE, IO NON VENDO PIU’ NIENTE

PAPA’/ PADRE PIO LO TIENI?

ATTILIO/ L’HO FINITO

PAPA’/ INSOMMA TI VERGOGNI DI TUO PADRE, E’ QUESTO CHE MI VUOI DIRE

ATTILIO/ SI

PAPA’/ MA TI DOVRESTI VERGOGNARE SE IO FOSSI UN MAFIOSO, UN LADRO, UNASSASSINO , E TI DAREI ANCHE RAGIONE ,

ATTILIO/ PAPA’ ME L’HA DETTO PURE L’AMMINISTRATORE IERI PER LE SCALE,(ironico) L’AVETE CONOSCIUTA LA FIDANZATA DI VOSTRO PADRE? MI SFOTTONO…

PAPA’/ QUANTI ANNI HA L’AMMINISTRATORE?

ATTILIO/ MA CHE NE SO UNA SESSANTINA

PAPA’/ ALLORA E’ GELOSO,

ATTILIO/ MA CHE GELOSO ANDIAMO…

PAPA’/ E’ SPOSATO?

ATTILIO/ SI E’ SPOSATO

PAPA’/ LO VEDI? E’ TUTTA INVIDIA, E’’ INVIDIOSO, PERCHE’ LUI TIENE ANCORA LAMOGLIE E IO NO

ATTILIO/ SEMBRA QUASI CHE SEI CONTENTO CHE SEI RIMASTO VEDOVO

PAPA’/ AH QUESTO NON LO DEVI DIRE, CON TUA MADRE STAVO BENISSIMO, MAPURTROPPO SE N’E’ ANDATA PRIMA LEI…

ATTILIO/ NON E’ STATA MICA COLPA SUA, E COMUNQUE SONO SICURO CHEMAMMA NON L’AVREBBE FATTO

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


11

PAPA’/ NON LO SO, MA IO NON L’AVREI BIASIMATA… MA POI SCUS A COSAVORRESTI CHE FACESSI ? DEVO CHIUDERMI IN CASA E NON USCIRE PIU’?

ATTILIO/ QUESTO CHE C’ENTRA…

PAPA’/ DEVO STARE DA SOLO , CAMMINARE DA SOLO, MANGIARE DA SOLO,STARE SEMPRE DA SOLO, FINO A QUANDO MUOIO ANCH’IO , E’ QUESTO CHE VUOI’?

ATTILIO/ MA CERTO CHE NO, DICO SOLO CHE…

PAPA’/(ricordando) CON TUA MADRE SONO STATI ANNI MERAVIGLIOSI, CERTO CISONO STATI PERIODI DIFFICILI… MA INSIEME STAVAMO BE NE E ABBIAMO AVUTO ANCHE MOMENTI ( con enfasi) DI ALTISSIMA INTENSITA’ PASSIONALE, QUELLO CHE E’ STATO CON LEI NESSUNO LO PUO’ CAMBIARE, MA SONO SICURO CHE ANCHE LEI VORREBBE VEDERMI DI NUOVO VIVERE

ATTILIO/ VA BENE VIVI, PERO’ SE MI INTESTI LA CASA E’ MEGLIO

PAPA’/ NON TI PREOCCUPARE CHE DA QUESTA CASA NON TI CACCIANESSUNO, ADESSO PERO’ ME NE DEVO ANDARE, SALUTAMI ROCCO E TUA MOGLIE

ATTILIO/ E GIACINTA? A GIACINTA NON LA VUOI SALUTARE ?

PAPA’/ ECCO, IL NOME ERA L’UNICA COSA CHE NON MI PIACEVA DI TUAMADRE… MA CERTO SALUTAMI ANCHE LEI , E NON TI PREOC CUPARE, LUIZA E’ UNA BRAVA RAGAZZA…CIAO (esce)

ATTILIO/… SI COME NO , UNA BRAVA RAGAZZA….LO SAPPIAMO BENECOME VA A

FINIRE CON LE BRAVE RAGAZZE , DRITTO SULL’ALTARE, MA DICO IO TIENI 70 ANNI STATTENE A CASA GUARDATI LA TELEVISIONE FATTI UN GIRO NEL PARCO E VAI A DORMIRE, E SOPRATTUTTO INTESTAMI LA CASA, MA PERCHE’ NON ME LA VUOI INTESTARE QUESTA CASA….

AMALIA/(vestita) ATTILIO MA CHE FAI PARLI DA SOLO

ATTILIO/ E’ VENUTO MIO PADRE

AMALIA/ AH SI E DOVE STA?

ATTILIO/ SE NE’ E’ ANDATO, E COMUNQUE E’ TUTTO VERO , SI VEDE CON UNARAGAZZA BRASILIANA DI 25 ANNI, SI CHIAMA LUIZA

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


12

AMALIA/ CON LA ZETA?

ATTILIO/ SI CON UNA ZETA

AMALIA/ CHE SCHIFEZZA….CON DUE ZETA

ATTILIO/ TI FA PIU’ SCHIFO LA RAGAZZA O MIO PADRE ?

AMALIA/ TUTTE E DUE

ATTILIO/COMUNQUE NON TI PREOCCUPARE LA CASA ME LA INTESTA, SONO ILSUO UNICO FIGLIO …

AMALIA/ CON UN PADRE COSI’ , NON SAREI DEL TUTTO SICURO…

ATTILIO/ VABBE’ SENTI VADO A VESTIRMI , MAMMA MIA E CHE SONNO…(esce)

AMALIA/ DICE SEMPRE CHE GLIELA INTESTA E POI NON LO FA MAI ,CIMANCAVA SOLO QUESTA LUIZA…. LE DONNE GIOVANI AI VECCHI FANNO UN

BRUTTO EFFETTO….SONO PEGGIO DELLA DROGA

ROCCO/ MAMMA’ M’AGGIO FATTE NU SUONNE ESAGERATO

AMALIA/ ROCCO E DIMMI ALMENO BUONGIORNO

ROCCO/ PERCHE’ NON L’HO DETTO?

AMALIA/ NO, NON L’HAI DETTO ….

ROCCO/ L’HO DETTO

AMALIA/ ROCCO NON L’HAI DETTO

ROCCO/ E VABBE’ TE LO DICO ADESSO ( lo dice cantando in modo rock fingendo disuonare la chitarra) MAMMA’ BUONGIORNO , MAMMA BUONGIORNO

AMALIA/ BASTA, BASTA HO CAPITO , E QUALE E’ QUESTO SONNO ESAGERATO?

ROCCO/ I PARTICOLARI ME LI SO’ SCORDATI, M’ARRICORDE SULE CHE STEVE NUSACCHE E GENTE

AMALIA/E ALLORA E’ SEMPE O’ STESSO ….TU CHE CANTAVE E A GENTE TI

APPLAUDIVE

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


13

ROCCO/ ESATTO PROPRIO’ ACCUSSI

AMALIA/ POI ALL’IMPROVVISO UNO A DINTA A FOLLA SI E’ SUSETE E T’A DITTE

ROCCO/ CHE MI HA DETTO ?

AMALIA/NON TE LO RICORDI ?

ROCCO/ NO, NON ME LO RICORDO ,

AMALIA/ HA DETTO ( ad alta voce) ROCCO , CAGNE MESTIERE CHE E’ MEGLIO ,DATTI AL’IPPICA…

ROCCO/ COSI HA DETTO?

AMALIA/ SI, SI PROPRIO COSI’ , ME L’HAI RACCONTATO TU, ROCCO TU TI FAISEMPRE LO STESSO SOGNO A MAMMA’ , PERO’A QUELLO CHE TI DICI DI CAMBIARE MESTIERE NON TE LORICORDI MAI…

ROCCO/ VABBE’ CHE C’ENTRA , QUALCUNO INVIDIOSO ALLA FINE LO TROVISEMPRE

AMALIA/ SENTI ROCCO TU HAI FINITO LA SCUOLA E SEI STATO BRAVO, PERCHE’GIA’ FINIRE LA SCUOLA E’ UN BEL TRAGUARDO , INFATTI IO E TUO PADRE NON CI SPERAVAMO PROPRIO

ROCCO/ CERTO CHE TU E PAPA’ IN QUANTO A CORAGGIO , ANDATE FORTE ….

AMALIA/ NON E’ PER QUESTO , A TE LA SCUOLA NON TI PIACEVA LO DICEVISEMPRE

ROCCO/ QUESTO E’ VERO

AMALIA/…ADESSO PERO’ TI DEVI TRACCIARE UNA STRADA, UNA VIA PER IL TUOFUTURO , INSOMMA DEVI DECIDERE CHE COSA VUOI FARE NELLA VITA , CI HAI GIA’ PENSATO?

ROCCO/ E PERCHE’ NON LO SAI CHE VOGLIO FARE?

AMALIA/ O CANTANTE ROCK?

ROCCO/ LO VEDI CHE LO SAI , MAMMA’ IERI HO SCRITTO UNA CANZONE CHE E’UNA BOMBA SO SICURO CHE SCASSE…

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


14

AMALIA/ A CAPA T’AVESSE SCASSE, ROCCO IL CANTANTE ROCK NON E’ UNMESTIERE

ROCCO/ NON SARA’ UN MESTIERE MA IO QUELLO VOGLIO FARE , INSOMMA INQUESTA CASA MI TARPATE LE ALI, TU E PAPA’ INVECE DI INCORAGGIARMI M’AFFUNNATE, PER VOI I SOGNI SONO SOLO SCIOCCHEZZE

AMALIA/ NO, NO QUESTO NON E’ VERO

ROCCO/ AH NO NON E’ VERO , E ALLORA CHE SONO ?

AMALIA/ ROCCO I SOGNI SONO SOGNI

ROCCO/ MA POSSONO DIVENTARE REALTA’

AMALIA/ POSSONO…AH COME NO, MA E’ DIFFICILE, LE STRADE DEI SOGNISONO LUNGHE E TORTUOSE , LASTRICATE DI OSTACOLI E MURI ALTISSIMI E SE NON SEI PREPARATO , CI VAI A SBATTERE,E TI PUOI FARE MALE, ROCCO SE POI NON SUCCEDE, TU CI SOFFRI

ROCCO/ NON TI PREOCCUPARE , SUCCEDE AL 100 PER CENTO, MI VADO ALAVARE

ATTILIO/(s’incrociano il padre vestito , Rocco in pigiama) ATTENZIONE LA STAR SI E’SVEGLIATA

ROCCO/ PAPA’ TIENI POCO DA SFOTTERE,

ATTILIO/ E CHI TI STA SFOTTENDO

ROCCO/ METTEVELO BENE IN TESTA, TUTTI E DUE, SE DEVO FARE UN LAVOROO FACCIO IL CANTANTE ROCK, O NIENTE , C’E QUALCHE PROBLEMA?

ATTILIO/ NOOOO E, QUALE PROBLEMA , QUELLI I CANTANTI ROCK LI CERCANOCOME IL PANE….

ROCCO/ MI VADO A LAVARE …( esce)

ATTILIO/ E  VAI  A  PAPA’,  VAI ….AMALIA  MIO  PADRE  SI  STA  SCIUMUNENNE  E

VABBUO’, TIENE 70 ANNI UNO LO PUO’ PURE CAPIRE, , MA QUESTO NE TIENE 19 ME PARE NU POCO AMBRESSE

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


15

AMALIA/ SPERIAMO CHE GLI PASSA

GIACINTA/ (già vestita) BUONGIORNO, MAMMA’ SENTI IO VADO ALL’UNIVERSITA’

AMALIA/ NON MANGI NIENTE?

GIACINTA/ NO, HO FATTO TARDI, PRENDO UN CORNETTO AL BAR NON TIPREOCCUPARE , CIAO PAPA’

ATTILIO/ AH ALLORA MI HAI VISTO , GIACI….( dolce) SILVIA,       PENSAVO DI ESSERE

TRASPARENTE

GIACINTA/ ( ironica) AH, AH, AH … COME SEI SPIRITOSO (esce)

ATTILIO/ AMALIA, TUA FIGLIA SI E’ CONVINTA CHE TUTTO QUELLO CHE LE E’SUCCESSO E’ COLPA NOSTRA

GIACINTA/ IL DOTTORE, HA DETTO CHE DOBBIAMO ESSERE MOLTO TOLLERANTIE SOPRATTUTTO ASSECONDARLA

ATTILIO/ PIU’ DI FARCI TRATTARE UNA SCHIFEZZA CHE DOBBIAMO FARE PIU’?

GIACINTA/ SE SERVE PER FARLA GUARIRE…

ATTILIO/ E VABBUO’ SENTI, PER IL FATTO DI MIO PADRE HO PENSATO UNA COSACHE HAI PENSATO?

ATTILIO/ HO PENSATO CHE SE LA MONTAGNA NON VA DA MAOMETTOMAOMETTO VA ALLA MONTAGNA

AMALIA/ E PER FORZA , E CHI A SPOSTA A MUNTAGNA A LA’

ATTILIO/ AMALIA E’ UN ESEMPIO… PER DIRE CHE SE MIO PADRE NO N SI SBRIGA

,ALLORA MI MUOVO IO , MO VADO A PARLARE CON IL NOTAIO E FISSO UN APPUNTAMENTO , POI LO PRENDO , LO PORTO DAL NOTAIO, GLI FACCIO FIRMARE LE CARTE E CI TOGLIAMO IL PENSIERO

AMALIA/ BRAVO, COSI VEDIAMO IL POZZO QUANDO E’ PROFONDO , PERCHE’ SEIL POZZO NON VA DA TUO PADRE , E’ TUO PADRE CHE VA NEL POZZO

ATTILIO/ QUALE POZZO?

AMALIA/ NIENTE , NIENTE VULEVE DICERE NATA COSA….

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


16

ATTILIO/ VABBE’ ALLORA IO VADO , SE CI SONO NOVITA’ TI TELEFONO ( esce)

AMALIA/ VA BENE

ROCCO/ ( rientra il figlio vestito, cantando in modo Rap, ORAMAI LO SO / CHE NON TITROVERO’/ MA NON MI ARRENDERO’/ IO CE LA FARO’

AMALIA/ ROCCO QUESTA E’ LA CANZONE NUOVA? QUELLA CHE SCASSE…

ROCCO/ SI, SI TI PIACE ?

AMALIA/ ….MA QUESTO NON E’ ROCK

ROCCO/ SI, LO SO MA… MAMMA’ IN BAGNO AGGIO AVUTO N’ILLUMINAZIONE

AMALIA/ CHE TI E’ APPARSO ELVIS PRESLEY NCOPPA A TAZZA?

ROCCO/ NO, STO PENSANDO CA FORSE E’ MEGLIO O RAP

AMALIA/ O RAP?

ROCCO/ SI O RAP , INVECE D’ROCK FACCIO O RAP CHE DICI?

AMALIA/ DICHE CA ROCK E RAP IO MO TE DONGO DUI BUFF ,( due schiaffi)

ROCCO/ VABBE’ HO CAPITO… IO VADO A FARE LE PROVE, VENGO PIU’ TARDI(esce)

AMALIA/ QUESTO E’ PROPRIO CONVINTO, NIENTE CONCORSI, NIENTE DOMANDEDI LAVORO, NIENTE CORSI, NIENTE DI NIENTE… DA MATI NA A SERA SOLO ROCK

( TELEFONO)

PRONTO….MAMMA’ CIAO , NO NO STO A CASA, NO, NON C’E’ NESSUNO SONO

SOLA, VA BENE TI ASPETTO CIAO, CIAO, … E CHE SARA’ MAI SUCCESSO, NON VIENE MAI….

( bussano la porta)

AMALIA/ (apre) MAMMA’…GIA’ STAI QUA

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


17

OLIMPIA/( un tipo snob ) STAVO AL PIANO DI SOTTO, VOLEVO ESSERE SICURA CHESTAVI DA SOLA , SEI SOLA GIUSTO? TUO AMALIATO NON C’E’

AMALIA/ NO, SONO SOLA, MA CHE C’E , E’ SUCCESSO QUALCOSA?

OLIMPIA/ AH IO NON LO SO SE E’ VERO, PERO’ TE LO DEVO DIRE, TU SEI MIAFIGLIA E LO DEVI SAPERE PERO’ MI DEVI PROMETTERE, CHE NON TI ARRABBI,

AMALIA/ CHE MI DEVI DIRE

OLIMPIA/ AMALIA TUO MARITO E’ UN FEDIFRAGO

AMALIA/ (calma) MA CHI ATTILIO?

OLIMPIA/ MA CERTO ATTILIO, PERCHE’ QUANTI MARITI HAI,… TI TR ADISCE, E’UNA DONNA GIOVANE, MOLTO PIU’ GIOVANE DI LUI

AMALIA/ MA FORSE PARLI DEL PADRE

OLIMPIA/ MA CHE PADRE, ME L’HA DETTO LA MIA PORTIERA , IL MARITO E’TASSISTA , LI HA PORTATI A POSILLIPO UNA SETTIMANA FA ,

AMALIA/ AH SI POSILLIPO.. QUELLO ME L’AVEVA DETTO CHE DOVEVA ANDARE APOSILLIPO, CI DOVEVA ANDARE PER FORZA PERCHE’ C’ERA UNA FIERA SULLE MADONNE

OLIMPIA/ UNA L’HA PORTATA LUI ….AMALIA SENTI A ME ERA TUTTA UNA SCUSA ,

AMALIA/ E IO CI SONO CASCATA COME UNA CRETINA

OLIMPIA/ VABBE’    CHE   NE   POTEVI    SAPERE….ADESSO CHE   HAI    INTENZI ONE

DI FARE?

AMALIA/ CHE DEVO FARE?

OLIMPIA/ BEH QUALCOSA DEVI PUR FARE NO, NON FAI NIENTE?

AMALIA/ TU COSA FARESTI?

OLIMPIA/(con autorità) IO? IO LO BUTTEREI FUORI DI CASA, GLI METTEREI LAVALIGIA FUORI LA PORTA E MI CHIUDEREI A CHIAVE

AMALIA/ MAMMA’ PRIMA DEVO ESSERE SICURA AL CENTO PER CENTO

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


18

OLIMPIA/ E VA BENE, AL CENTO PER CENTO, PERO’ DOPO, VALIGIA E VIA DAQUESTA CASA

AMALIA/ TI FACCIO UN CAFFE’

AMALIA/ NO, NO LASCIA PERDERE , TENGO DA FARE PARECCHI SERVIZI ,MAGARI UN’ALTRA VOLTA , COMUNQUE TIENIMI INFORMATA CIAO ( esce)

AMALIA/ MI TRADISCE …E SI CAPISCE CHE MI TRADISCE, IO GLI DICO SEMPRENO, HO SBAGLIATO…TROPPI NO, NUN SE POFA, SI MA MO’ L’HO CAPITO , E ADESSO SI CAMBIA, SI INIZIA DALLE MUTANDE (prende borsa e cappotto fa per uscire)

( arriva Attilio con Don Giulio, prima Attilio)

ATTILIO/ NON CAPISCO QUESTE FISSAZIONI , MENO MALE CHE IO NON CE L’HO

AMALIA/( dolce e sensuale) TESORO SEI TORNATO

ATTILIO/ SI, SENTI STA SALENDO DON GIULIO A PIEDI , TIENE PAURADELL’ASCENSORE, STAVI PER USCIRE?

AMALIA/ SI TESORO, SILVIA E’ ALL’UNIVERSITA’ E ROCCO ALLE PROVE , HOPENSATO CHE STAVAMO SOLI , E VOLEVO FARE UN PO’ DI SHOPPING

ATTILIO/ MA PERCHE’ CHE DEVI COMPRARE ?

AMALIA/ C’E UN NEGOZIO DI INTIMO QUI ALL’ANGOLO CHE HA MESSO I SALDI,CHE HA DETTO IL NOTAIO?

ATTILIO/ NON C’ERA, STA A TORONTO, TORNA TRA UNA SETTIMANA, MA PRIMAHAI DETTO INTIMO? HO CAPITO BENE?

AMALIA/ SI, SI TESORO HO DETTO INTIMO, LE MUTANDE COME LE CHIAMI, FACCIO IN FRETTA NON TI PREOCCUPARE ( esce)

ATTILIO/ BAH …. LA VEDO UN PO’ STRANA, TROPPI TESORO….MA CON          TUTTI I

PROBLEMI CHE ABBIAMO DICO IO , PENSI ALLE MUTANDE….

PGIULIO/ E’ PERMESSO ….POSSO ENTRARE

ATTILIO/ PREGO PADRE ACCOMODATEVI

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


19

PGIULIO/ GRAZIE , SCUSATEMI SE MI SIEDO , MA MI SONO FATTO 4 PIANI A PIEDIE DEVO RIPRENDERE FIATO ANZI SE MI DATE UN BICCHIERE D’ACQUA , VI RINGRAZIO

ATTILIO/ MA CERTO , SUBITO ( in scena)

PGIULIO/ EH PURTROPPO TENGO PAURA DEGLI ASCENSORI CHE CI POSSOFARE, DA BAMBINO , UNA VOLTA SONO RIMASTO CHIUSO DENTRO E NON RIUSCIVANO PIU’ A FARMI USCIRE, MI RICORDO SOLO CHE IO GRIDAVO COME UN PAZZO, APRITE, APRITE, APRITE

ATTILIO/(gli porta l’acqua) NON VI PREOCCUPATE DON GIULIO C’E CHI HA PAURADI VOLARE , CHI DI GUIDARE, CHI DEI CANI, SCAVA, SCAVA, ALLA FINE TENIAMO TUTTI PAURA DI QUALCOSA, IO PER ESEMPIO TENGO PAURA DI MIO PADRE

PGIULIO/ VABBE’ ADESSO NON ESAGERIAMO , COMUNQUE AVERE PAURA E’ UNBENE, LA PAURA TI FA PENSARE.. TI FA RAGIONARE E COSI NON SBAGLI…MI STAVATE DICENDO DI QUESTA STORIA DI VOSTRO PADRE CON QUESTA RAGAZZA

ATTILIO/ SI, PADRE GIULIO, MIO PADRE HA QUASI 70 ANNI E STA CON UNARAGAZZA CHE NE TIENE 25, E A ME QUESTA STORIA NON MI PIACE

PGIULIO/ VABBE’ SIGNOR ATTILIO MA VOI NON LA DOVETE PRENDERE COSI’ , C’E’UNA DIFFERENZA DI ETA’ E’ VERO, MA PUO’ CAPITARE SONO I MISTERI DELL’AMORE, IN FONDO L’AMORE E’ COME LA VOCAZIONE, METTETE CHE UNA DONNA CHE SO DI 50 ANNI SENTE LA VOCAZIONE CHE FA? DICE NO DIO CON TE NON MI SPOSO PERCHE’ TENGO 50 ANNI ? L’AMORE DI DIO NON HA ETA’

ATTILIO/ PADRE GIULIO IN QUESTA QUESTIONE DIO NON C’ENTRA

PGIULIO AH NON SCHERZATE, DIO C’ENTRA SEMPRE , PERCHE’ DIO E’SENTIMENTO, E’ PASSIONE, E’ DOLORE, MA PERCHE’ SECONDO VOI L’AMORE , LA GIOIA , LA PASSIONE, TUTTE QUESTE COSE CHI LI HA INVENTATE , CHI LE HA FABBRICATE?

ATTILIO/ LA FIAT…

PGIULIO/ VABBE’ SE VOLETE SCHERZARE ….

ATTILIO/ NON VE LA PRENDETE PADRE , PERO’ IO A QUESTA PASSIONE,AQUESTO AMORE NON CI CREDO , PER ME QUELLA SE NE VUOLE SOLO APPROFITTARE E BASTA

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


20

PGIULIO/(alterandosi) E ALLORA CHE MI AVETE CHIAMATO A FARE, CHE SIETEVENUTO A FARE DA ME , CHE VOLETE CHE VI DICA ?

ATTILIO/ VORREI SAPERE QUALCOSA IN PIU’ SU QUESTA LUIZA, COSI’ MAGARICONVINCO MIO PADRE CHE E’ TUTTA UNA TRUFFA E CHE QUESTA RAGAZZA NON E’ IN BUONA FEDE

PGIULIO/ VOLETE DELLE INFORMAZIONI DETTAGLIATE SU QUESTA LUIZA?

ATTILIO/ SI

PGIULIO/ E CI VOGLIONO TREMILA EURO

ATTILIO/ CASPITA TUTTI QUESTI SOLDI

PGIULIO/ E SI, QUELLO IL CAMPETTO PER I RAGAZZI DEVE ESSERE FATTO BENE,COL PRATO VERO E NO QUELLE COSE SINTETICHE PIENI DI PIDOCCHI E PARASSITI

ATTILIO/ AH MA PARLAVATE DEL CAMPO DI PALLONE

PGIULIO/ SI, SI ORMAI E’ UN PENSIERO FISSO, MI DOVETE SCUSARE MA CIPENSO SEMPRE , MI MANCANO TREMILA EURO E CE LA FACCIO, IO LO DEVO FARE QUESTO CAMPO, GLIEL’HO PROMESSO AI RAGAZZI

ATTILIO/ MA CERTO COSI’ TENGONO UN POSTO DOVE POSSONO GIOCARE

PGIULIO/ STIAMO FACENDO UNA RACCOLTA FONDI , LO STO DICENDO A TUTTIQUELLI CHE INCONTRO, ACCETTIAMO OFFERTE DI QUALSIASI IMPORTO E DA CHIUNQUE, PURE DA VOI…

ATTILIO/ E CERTO ANCHE DA ME , NON DUBITATE , DOPO PASSO IN PARROCCHIA

PGIULIO/ GRAZIE , SENTITE MA NON TENETE NEMMENO UNA FOTO DI QUESTALUIZA , COME FA DI COGNOME? MAGARI LA CONOSCO E POSSO DIRVI GIA’ QUALCOSA

ATTILIO/ AH QUESTO NON LO SO, SO SOLO CHE E’ BRASILIANA

PGIULIO/ E ALLORA SECONDO ME PER VENIRE A CAPO DI QUESTA STORIA CIVUOLE UN DETECTIVE , UNO CHE SEGUE SUO PADRE PER UNA DECINA DI GIORNI , SE VOLETE IO NE CONOSCO UNO MOLTO BRAVO E DISCRETO

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


21

ATTILIO/ BENISSIMO E ALLORA CHIAMIAMOLO

PGIULIO/ E CI VOGLIONO 3000 EURO

ATTILIO/ ANCORA? MA CHE E’ UN PREZZO FISSO

PGIULIO/ SONO, PER IL DETECTIVE, MIO FRATELLO

ATTILIO/ IL DETECTIVE E’ VOSTRO FRATELLO?

PGIULIO/ SI, LA TARIFFA E’ DI 300 EURO AL GIORNO

ATTILIO/ VABBE’ ALLORA DITE A VOSTRO FRATELLO CHE IN UN GIORNO DEVESCOPRIRE TUTTO PERCHE’ IO PIU’ DI 300 EURO NON GLI POSSO DARE

PGIULIO/ VABBE’, GLI PARLO IO, STATE TRANQUILLO , E CON IL VOSTROPERMESSO NON GLI FACCIAMO SAPERE NEMMENO CHI E’ IL CLIENTE, VENGO IO A PORTARVI LE NOTIZIE

ATTILIO/ SI, SI SONO D’ACCORDO, GRAZIE

PGIULIO/ ADESSO PERO’ VI DEVO LASCIARE, , VI ASPETTO IN PARROCCHIA PERL’OFFERTA NON VI DIMENTICATE, ARRIVEDERCI (esce)

PGIULIO/ VI ACCOMPAGNO….IL DECTIVE, IL FRATELLO, IL FRATELLO     DETECTIVE,

SECONDO ME FA TUTTO LUI….

( BUSSANO LA PORTA)

ATTILIO/ E ADESSO CHE SI E’ DIMENTICATO? PADRE GIULIO….( ap re)

LUIZA/ ( bella brasiliana sexy) CIAO , SEI ATTILIO MALONE?

ATTILIO/ SI SONO IO

LUIZA/ ( entra) CIAO IO SONO LUIZA DO NASCIMIENTO, SENSAU DO BRASIL,PARAVIENTO , SCUSA MA SAI, IN BRASILE AVERE NOMI TUTTI MOLTO GRANDI

ATTILIO/ MICA   SOLO    I   NOMI….(alludendo  al   sedere)   SENTITE   SIG NORINA   DO

NASCIMIENTO , A ME DISPIACE, MA SECONDO ME AVETE SBAGLIATO PERSONA

LUIZA/ PERCHE’ TU DIRE COSI’

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


22

ATTILIO/ IO NON VI CONOSCO , E SE VIENE MIA MOGLIE QUA SUCCEDE UNCASINO

LUIZA/ PERCHE’ CASINO IO NON HO AVERE FATTO NIENTE, IO VOLERE SOLOPARLARE CON TE

ATTILIO/ MA PURE IO VORREI PARLARE CON LEI, MI PIACEREBBE VERAMENTETANTO, E MICA SOLO QUELLO….PERO’ SE VIENE MIA MOGLI E TUTTE QUESTE

COSE NON LE CAPISCE , CHISSA’ COSA SI PENSA, CHE INVECE POI….PURTROPPO…. NON E’

LUIZA/ SENTA SIGNOR ATTILIO MALONE… GIUSTO

ATTILIO/ SI ATTILIO MALONE

LUIZA/ CHE MERAVIGLIA QUESTI NOMI ITALIANI , CORTI,CORTI,…SIGNOR ATTILIO VOLEVO PARLARE CON LEI DI S UO PADRE , IO SONO LUIZA LA RAGAZZA DI SUO PADRE L’HA CAPITO VERO?

ATTILIO/ MA CERTO, NON VENGONO MICA TUTTI I GIORNI DELLE BRASILIANECOME LEI A CASA MIA, STAVO SOLO CERCANDO DI CAPIRE PERCHE’ ERA VENUTA

( bussano la porta)

ATTILIO/ E IO LO’ SAPEVO, CHE VI AVEVO DETTO, E’ UN CLASSICO, QUESTAADESSO E’ MIA MOGLIE

LUIZA/ PERCHE’ TUA MOGLIE NON AVERE LE CHIAVI?

ATTILIO/ AH SI E’ VERO CHE DEVE BUSSARE A FARE, …. , E ALLOR A CHI E’ ( va ad

aprire, è Rocco)

ROCCO/ ( entra cantando un rap) ADESSO SON TORNATO/ UN MESSAGGIO MI HAIMANDATO/ MA IO NON TI HO CERCATO/ E TU MI HAI LASCIATO ,

ATTILIO/ HA FATTE BUONE , CU TE PERDEVE SULE TIEMPE

ROCCO/ MA PERCHE’ NON TI PIACE?

ATTILIO/ NON MI PAICE..….QUELLO E’ UN CAPOLAVORO

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


23

LUIZA/ CIAO ROCCO

ATTILIO/ VI CONOSCETE?

ROCCO/ MAGARI….CIAO , MA TU CHI SEI

LUIZA/ SONO LUIZA LA RAGAZZA DI TUO NONNO

ROCCO/ AH SI.. HAI CAPITO O’ NONNO… COMPLIMENTI, CERTO NON LO SO COMEFARA’ O’ NONNO A FARVI CONTENTA, PERO’ SIGNORINA LUIZA CI SONO ANCHE ALTRE QUALITA’ , MIO NONNO PER ESEMPIO E’ MOLTO SIMPATICO

LUIZA/ E’ VERO , HAI RAGIONE , LUI FA MOLTO RIDERE A ME

ATTILIO/ A ME INVECE MI VIENE DA PIANGERE

LUIZA/ LUI MI PARLA SEMPRE DI TE CHE VUOI FARE CANTANTE, E’ VERO ? ,

ROCCO/ SI, SI E’ VERO, A DIFFERENZA DI QUALCUNO , IL NONNO IN ME CICREDE,

ATTILIO/ E SOLO O’ NONNO CI POTEVA CREDERE

ROCCO/ SENTI LUIZA MI RACCOMANDO , IL NONNO TRATTALO BENE CHE IO CITENGO, ANZI FAMMI UN FAVORE GLI VUOI MANDARE UN BACIO DA PARTE MIA?

LUIZA/ SI COME NO, GLI DO’ UN BACIO DA PARTE TUA

ROCCO/ NO, NO NON HAI CAPITO IO IL BACIO LO DO’ A TE E TU GLIELO DAI A LUI

ATTILIO/ ROCCO E VAI VAI, MA CHE TIENI 10 ANNI , MI SEMBRI UN BAMBINO , NETIENI VENTI , VAI IN CAMERA TUA VAI A FA’ O ROCK ,

ROCCO/ PAPA’…SO PASSATO O RAP, MA QUALE ROCK ( esce in ca mera sua)

ATTILIO/ SIGNORI LO DOVETE SCUSARE.….

LUIZA/ VABBE’ ERA SOLO UN BACETTO…

ATTILIO/ SI INIZIA SEMPRE CON I BACI….SIGNORINA LUIZA ADESSO ME LO DICE

PERCHE’ E’ VENUTA DA ME

LUIZA/ ECCO , NON SO COME SPIEGARLE, SONO MOLTO TESA…

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


24

ATTILIO/ VUOLE BEREQUALCOSA,? MAGARI SI RILASSA, CHE LE POSSO OFFRIRE

LUIZA/ UN AMER PICON ANDREBBE BENE , QUANDO SONO TESA MI AIUTA ATTILIO/ VERAMENTEIL PICON NON CE LHO, L’HO FINITO DUE GIORNI FA

LUIZA/ ALLORA VA BENE QUALSIASI APERITIVO

ATTILIO/ SIGNORINA NON MI DITE NIENTE , MA TENGO SOLO L’AMARO

LUIZA/ VA BENE LO STESSO , GRAZIE

ATTILIO/ MA DEVE VENIRE ANCHE MIO PADRE? C’E UNA RIUNIONE DI FAMIGLIAFORSE? NO PERCHE’ MIO PADRE NON MI HA DETTO NIENTE

LUIZA/ NO, SUO PADRE NON SA CHE SONO QUI , E’ STATA MIA INIZIATIVA , PERCORTESIA TU NON DIRE NIENTE A LUI

ATTILIO/ VA BENE NON GLI DICO NIENTE.., MA DI CHE SI TRATTA? ( gli dà l’amaro)

LUIZA/ ( beve) VEDE IO LO SO LEI COSA PENSA DI ME , UNA RAGAZZA GIOVANECOME ME, CON TANTI RAGAZZI DI CUI POTREI INNAMORARMI, CON SUO PADRE CHE CI STA A FARE?

ATTILIO/ PER I SOLDI , E SENNO’ PER COSA….

LUIZA/ CERTO I SOLDI, E’ NORMALE E’ LA PRIMA COSA CHE VIENE IN MENTE

ATTILIO/ A ME SOLO QUELLA E’ VENUTA IN MENTE, ( in scena) PERCHE’ NON E’COSI?

LUIZA/ SIGNOR ATTILIO NON E’ SOLO COSI’

ATTILIO/ NON MI DICA CHE E’ BIANCANEVE? NON TANTO PER LEI SA , MA MIOPADRE VESTITO DA PRINCIPE AZZURRO NON LO VEDO PROPRIO

LUIZA/ NON SONO BIANCANEVE MA NEMMENO LA STREGA CATTIVA COMEPENSA LEI , HO AVUTO MOLTI PROBLEMI E SUO PADRE E’ STATO MOLTO GENTILE CON ME

ATTILIO/ E CI CREDO, NON ERA MICA TANTO DIFFICILE ESSERE GENTILE CONLEI….SENTA MI SCUSI, NON PER DARLE FRETTA, MA NON V ORREI ARRIVASSE

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


25

MIA MOGLIE, NO PERCHE’ PRIMA CHE RIESCO A FARLE CAPIRE LEI CHI E’, GIA’ MI E’ SALTATA ADDOSSO

LUIZA/ SENTA IO NON LE POSSO SPIEGARE TUTTO , QUESTO LO DEVE FARE SUOPADRE, SONO VENUTA PER DIRLE UNA COSA SOLA E ADESSO GLIELA DICO, , SUO PADRE MI VUOLE SPOSARE

ATTILIO/ AH SI, SPOSARLA, LA VUOLE SPOSARE…MA NON MI DICA CH E LEI SIVUOLE SPOSARE UN VECCHIO DI 70 ANNI DECREPITO, DICIAMO LA VERITA’ MA CHE COSA SE NE FA..…

LUIZA/ SUO PADRE NON E’ UN VECCHIO DECREPITO, E’ UN UOMO BRILLANTE EMOLTO COLTO

ATTILIO/ AH SE E’ PER QUELLO….E DEL RESTO CHE MI PREOCCUPO

LUIZA/ SIGNOR ATTILIO MI DISPIACE, MA IO GLI HO DETTO SI

ATTILIO/ COME SI?

LUIZA/ HO DETTO SI AL MATRIMONIO

ATTILIO/OH DIO , MI SENTO MALE , MI SENTO MALE (sviene)

(stacchetto DEPPE PURPLE 1 VOLTA )

LUIZA/ SIGNOR    ATTILIO    SIGNOR   ATTILIO,    MA   CHE   E’    SUCCESSO…. .SIGNOR

ATTILIO , SI RIPRENDA

ATTILIO/ MI GIRA LA TESTA, MI GIRA LA TESTA

LUIZA/ MI DISPIACE , NON PENSAVO CHE LE FACESSE QUESTO EFFETTO , MIDICA COME LA POSSO AIUTARE , CHE POSSO FARE?

ATTILIO/ MI MANCA L’ARIA, NON RIESCO A RESPIRARE

LUIZA/ VUOLE CHE LE FACCIO LA RESPIRAZIONE A BOCCA A BOCCA….

ATTILIO/ SI, A BOCCA, A BOCCA , A BOCCA A BOCCA

LUIZA/ VERAMENTE HO BEVUTO L’AMARO E NON SO…

ATTILIO/ NON FA NIENTE VA BENE LO STESSO

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


26

LUIZA/ ALLORA LO FACCIO

( arriva la moglie con una busta da shopping , trova Attilio steso a terra e Luiza che sta per baciarlo)

AMALIA/ATTILIO , CI SEI….SAPESSI CHE HO COMPRATO…AH , ATTI LIO MA CHE

FAI STESO A TERRA?

ATTILIO/ MI SENTO MALE, MI SENTO MALE

LUIZA/ SIGNORA NON PREOCCUPE NON ESSERE NIENTE DI GRAVE E’ SVENUTOED E’ CADUTO A TERRA

AMALIA/ SIGNORINA MA VOI CHI SIETE ?

LUIZA/ SONO LUIZA DO NASCIMIENTO, SENSAU DO BRASIL, PARAVIENTOPIACERE ( le allunga la mano , AMALIA non gliela dà)

AMALIA/ SIGNORINA PARAVIENTO ALTRO CHE VIENTO , QUA TRA POCO ARRIVAUN URAGANO SE NON MI DITE SUBITO CHE CI FATE IN CASA MIA DISTESA A TERRA VICINO MIO AMALIATO IN PROCINTO DI BACIARLO

ATTILIO/ ( dolorante) CINQUE MINUTI CHIU’ TARDE….E CE A’ FACEVA…

LUIZA/ VOLEVO FARGLI LA RESPIRAZIONE BOCCA, A BOCCA ,

ATTILIO/( dolorante sempre a terra) BOCCA , BOCCA SI

AMALIA/ AH SI , BOCCA A BOCCA?

ATTILIO/ BOCCA A BOCCA ,BOCCA A BOCCA

LUIZA/ DICE CHE NON RIESCE A RESPIRARE

AMALIA/ E DICE BENE PERCHE’ TRA POCO NON RESPIRERA’ PIU’, PERCHE’ LOAMMAZZO IO A QUESTO DISGRAZIATO CHE MI TRADISCE CON UNA RAGAZZINA E ME LA PORTA PURE A CASA

LUIZA/ NO, NO GUARDI CHE SI SBAGLIA

AMALIA/ ATTILIO SVEGLIATI, SVEGLIATI ( lo scuote gli dà due schiaffi)

ATTILIO/ MA CHI E’ CHE E’ SUCCESSO ( si riprende)

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


27

AMALIA/ ATTILIO QUESTA SIGNORINA CHI E’

ATTILIO/ LA SIGNORINA? PERCHE’ NON TE L’HA DETTO ANCORA?

AMALIA/ AGGIO CAPITO SOLO PARAVIENTO

LUIZA/ SIGNORA SONO LUIZA , LA FIDANZATA DI SUO SUOCERO

AMALIA/ LA TROIA ?

LUIZA/ FACILE DIRE COSI’,,,

AMALIA/ SIGNORINA CHE SIETE VENUTA A FARE A CASA MIA ?

LUIZA/SONO VENUTO A DIRE AL FIGLIO DEL MIO FIDANZATO, CHE SUO PADRE MIVUOLE SPOSARE

AMALIA/ CHI VI VUOLE SPOSARE?

ATTILIO/ MIO PADRE , HAI CAPITO BENE, SE LA VUOLE SPOSARE , PERCIO’ SONOSVENUTO

AMALIA/ AH SI, SE LA VUOLE SPOSARE, CHILLU VIECCHIE ZEZZUSO, SE LAVUOLE SPOSARE E POI CHE SUCCEDE …., UH MAMMA MIA , ATTILIO MI SENTO

MALE, MI GIRA A’ CAPA (sviene pure lei)

ATTILIO/  ( inginocchiato vicino a AMALIA) AMALIA , AMALIA , RIPRENDITI AMALIA….

LUIZA/ FORSE E’ MEGLIO SE IO ANDARE

ATTILIO/    SI, SI ANDATE , ANDATE

LUIZA/ PERO’ PRIMA DI ANDARE TU DARE UNA RISPOSTA A ME, IO VENIRE QUIPER SAPERE

ATTILIO/ CHE VOLETE SAPERE?

LUIZA/ MA TU ESSERE CONTENTO CHE TUO PADRE SPOSARE ME?

ATTILIO/ CONTENTO? E NON L’AVETE VISTO? SONO SVENUTO TALMENTE SONOCONTENTO….

LUIZA/ VA BENE, IO VADO, ARRIVEDERCI ( esce)

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


28

ATTILIO/ ARRIVEDERCI…

AMALIA/ MI SENTO MALE, MI SENTO MALE

ATTILIO/ AMALIA RIPRENDITI, NON E’ NIENTE E’ SOLO UN MANCAMENTO , STAICALMA

AMALIA/ ATTILIO MI MANCA L’ARIA

ATTILIO/ TALE E QUALE A ME , NON TI PREOCCUPARE E’ UNA CRISI DI PANICO

AMALIA/ATTILIO FAMMI LA RESPIRAZIONE BOCCA A BOCCA

ATTILIO/ NO, NO NON C’E BISOGNO MO’ TI PASSA NON TI PREOCCUPARE

AMALIA/ VOGLIO LA RESPIRAZIONE BOCCA A BOCCA

ATTILIO/ TI HO DETTO CHE TI PASSA, NON CE’ BISOGNO, BASTA CHE NON TIAGITI

( arriva dalla sua stanza Rocco con le cuffie in testa non li vede proprio ; si fa tutta la stanza cantando ed esce, mentre il padre lo chiama) ADESSO ME NE VADO/

SCENDO E POI RITORNO/ MA IO NON ME LO SCORDO/ PERCHE’ NON SONO SORDO

ATTILIO/ NO TU LO SEI, SEI SORDO ASSAI, DISGRAZIATO, , AI VOGLIA E MURI’,QUA SE CI VIENE UN INFARTO, QUESTI NEMMENO SE NE ACCORGONO ….AMALIA , AMALIA TI SEI RIPRESA

AMALIA/ MI SENTO MALE , MI MANCA L’ARIA

ATTILIO/ E’ UNA CRISI DI PANICO , TI DEVI SOLO CALMARE , RESPIRA PIANO ,PIANO,

GIACINTA/ ( arriva la figlia apre con le chiavi parlando al cellulare) MA NO PAOLO NONE’ COME DICI TU , SI VABBE’ DOMANI, MA NON E’ VERO , COME TE LO DEVO DIRE…

ATTILIO/SILVIA, SILVIA

GIACINTA/ ( allarmata) PAPA’ , CHE E’ SUCCESSO? CHE LE HAI FATTO A MAMMA?

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


29

ATTILIO/ NIENTE E’ SVENUTA

GIACINTA/ E PERCHE’? L’HAI PICCHIATA ?

ATTILIO/ MA SEI MATTA MA CHE DICI,

GIACINTA/ L’HAI PICCHIATA DIMMI LA VERITA’

ATTILIO/ NON HO PICCHIATO NESSUNO, MA PERCHE’ MI HAI VISTO QUALCHEVOLTA PICCHIARE QUALCUNO IN QUESTA CASA?

GIACINTA/ NO

ATTILIO/ E HO SBAGLIATO, VI DOVEVO PICCHIARE…., PRENDIMI UN        BICCHIERE

D’ACQUA FAI PRESTO

GIACINTA/ SI MA PERCHE’ E ‘ SVENUTA ?

ATTILIO/ GIACINTA TE LO SPIEGO DOPO , PRENDI PRIMA L’ACQUA

GIACINTA/ MI DEVI CHIAMARE SILVIA

ATTILIO/( ad alta voce) PRENDI L’ACQUA…..SILVIA

GIACINTA/ LA PRENDO , LA PRENDO

ATTILIO/ AMALIA MO’ PER FAVORE TI PRENDI QUESTO BICCHIERE D’ACQUA E TIRIPRENDI SENNO’ TE LI DO’ VERAMENTE DUE SCHIAFFI E BUONA NOTTE , HAI CAPITO CHE HO DETTO

GIACINTA/ ECCO L’ACQUA

ATTILIO/ DAI BEVI , BEVI PIANO , PIANO ECCO QUA , STAI MEGLIO SI , ADESSOALZIAMOCI (si alzano)

AMALIA/ ATTILIO MI GIRA ANCORA LA TESTA

ATTILIO/ NON TI PREOCCUPARE MO TI SIEDI E TI PASSA      ,

GIACINTA/ SI PUO’ SAPERE CHE E’ SUCCESSO?

AMALIA/ NIENTE A MAMMA’ SONO SVENUTA

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


30

GIACINTA/ QUESTO L’HO CAPITO, MA PERCHE’ ?

AMALIA/ IL PERCHE’ TE LO DICE TUO PADRE

ATTILIO/ GLIELO DEVO DIRE?

AMALIA/ NON GLIELO VUOI DIRE?

ATTILIO/ NON LO SO, FORSE E’ MEGLIO SE NON LO SA

AMALIA/ NO, NO INVECE LO DEVE SAPERE

GIACINTA/ SENTITE METTETEVI PRIMA D’ACCORDO E POI ME LO FATE SAPERE,MA TU GUARDA CHE GENITORI DEL CAVOLO CHE MI DOVEVANO CAPITARE …. (esce nervosamente)

ATTILIO/ GIACI…SILVIA NON E’ COME PENSI TU

AMALIA/ ATTILIO MA PERCHE’ NON GLIELO VUOI DIRE ?

ATTILIO/ AMALIA QUESTO MATRIMONIO…. NON S’ADDA FARE.

FINE PRIMO TEMPO

IITEMPO - (Maria e la Madre un pò snob intente a chiacchier are, la madre inpiedi distaccata a farsi le unghie e lei seduta sul divano preoccupata)

OLIMPIA/ SECONDO ME TUO MARITO HA RAGIONE , QUESTO MATRIMONIO E’MEGLIO PER TUTTI CHE NON SI FACCIA

AMALIA/ QUESTO LO SO, MA COME FAI A IMPEDIRLO , LUI LO VUOLE PER FORZA,LEI POI… NON NE PARLIAMO PROPRIO , SECONDO ME ERA PROPRIO QUELLO CHE CERCAVA

OLIMPIA/ TUO MARITO CHE HA DETTO?

AMALIA/ CI STA PENSANDO

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


31

OLIMPIA/ QUA CE POCO DA PENSARE, LUI E’ MAGGIORENNE, LEI LO STESSO , SESI VOGLIONO SPOSARE LO FANNO E BASTA , E NESSUNO PUO’ DIRE DI NO , PIUTTOSTO CHE HA DETTO DEL TRADIMENTO?

AMALIA/ NON GLIEL’HO CHIESTO

OLIMPIA/ E COME MAI?

AMALIA/ NON LO VOGLIO SAPERE

OLIMPIA/ E ALLORA CHE FAI? NON HO CAPITO , NIENTE?

AMALIA/ MAMMA MA CHE DEVO FARE, LO DEVO CACCIARE DI CASA?

OLIMPIA/ SECONDO ME TRE GIORNI IN UNA PENSIONCINA A DUE STELLE NONGLI FAREBBERO MALE

AMALIA/ E SE POI NON TORNA PIU’?

OLIMPIA/ MEGLIO

AMALIA/ MAMMA’ NON SCHERZARE, MA CHE DEVO ROVINARE IL MATRIMONIO ?

OLIMPIA/ TI TIENI LE CORNA, DICI TU, E’ MENO COMPLICATO…

AMALIA/ NO , VOGLIO DIRE CHE PRIMA DEVO SCOPRIRE SE E’ VERO

OLIMPIA/ CONOSCENDO IL PADRE POSSIAMO ESSERE ABBASTANZA SICURI

AMALIA/ CONOSCENDO TE INVECE NON TANTO

OLIMPIA/ CHE VUOI DIRE , CHE TI HO DETTO UNA SCIOCCHEZZA?

AMALIA/ TU NE SARESTI CAPACE ATTILIO NON TI E’ MAI PIACIUTO E NON VOLEVINEMMENO CHE ME LO SPOSASSI

OLIMPIA/ E INFATTI SE MI ASCOLTAVI EVITAVI UN SACCO DI PROBLEMI PERCHE’QUA IL GUAIO NON E’ SOLO TUO MARITO , ADESSO SI E’ MESSO ANCHE IL PADRE A ROMPERE LE SCATOLE

AMALIA/ COMUNQUE SE ANCHE FOSSE COSI’TI RINGRAZIO LO STESSO, PERCHE’GRAZIE A TE HO APERTO GLI OCCHI…ADESSO HO CAPITO

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


32

OLIMPIA/ E SE MI FAI CAPIRE PURE A ME NON SAREBBE MALE

AMALIA/ MAMMA’ ULTIMAMENTE AD ATTILIO GLI HO DETTO SEMPRE DI NO, EQUESTO ALLA LUNGA NON VA , TROPPI NO NON VANNO BENE, MAMMA’ IO NON GLI POSSO DIRE SEMPRE NO

OLIMPIA/ E DIGLI DI SI …FIGLIA MIA CON TUTTO QUEL BEL POPO’ CHE TI RITROVI,AH CE L’AVESSI IO LA TUA ETA’ …E COMUNQUE SENTI A ME , SE TUO MARITO NON HA INSISTITO E’ SOLO PERCHE’ TIENE L’AMANTE

AMALIA/ NO, NO, SONO STATA IO CHE L’HO RESPINTO, MA ADESSO LO VOGLIORICONQUISTARE ….

OLIMPIA/ CI VORREBBERO VENT’ANNI DI MENO TESORO, SENNO’ COME FAI?

AMALIA/ CON L’AMORE…E COME SE NO? VIENI CHE TI FACCIO VEDER E COSA HOCOMPRATO PER L’OCCASIONE

OLIMPIA/ FOSSE PER ME GLI FAREI LA VALIGIA , ALTRO CHE MUTANDE DI PIZZO(escono lato letto)

ATTILIO/ (entrando seguito da Don Giulio) E IO LO SAPEVO, NON POTEVA ESSERECHE COSI’…ALTRO CHE AMORE , QUI L’AMORE NON C’ENTRA NIENTE

PGIULIO/ SIGNOR ATTILIO L’AMORE C’ENTRA SEMPRE

ATTILIO/ PADRE GIULIO MI AVETE APPENA CONFERMATO CHE QUESTA LUIZA E’UNA PROSTITUTA, VABBE’ CHE VEDENDOLA NON E’ CHE AVEVO MOLTI DUBBI…PERO’ ADESSO ABBIAMO LA CONFERMA , GIUSTO?

PGIULIO/ SI, E’ UNA PROSTITUTA E’ VERO, MA CHE NE POSSIAMO SAPERE…MAGARI E’ STATA COSTRETTA , SIGNOR ATTILIO IO QUESTO NON LO SO

ATTILIO/ PADRE GIULIO VOGLIAMO SEMPRE TROVARE SCUSE EGIUSTIFICAZIONI, E’ UNA PROSTITUTA E SU QUESTO NON CI PIOVE, DA MIO PADRE QUESTA PARAVIENTO CI STA SOLO PER UN MOTIVO , I SOLDI! E QUESTO LO DOVETE AMMETTERE ANCHE VOI

PGIULIO/ SIGNOR ATTILIO MA IO NON CAPISCO, MA DOVE STANNO QUESTISOLDI… SUO PADRE E’ UN SEMPLICE PENSIONATO

ATTILIO/ PENSIONATO SI, MA PROPRIETARIO DI UNA CASA, QUESTA QUA

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


33

PGIULIO/ PERCHE GLI PAGATE IL FITTO?

ATTILIO/ IO? NO MA CHE FITTO IO NON PAGO NIENTE LA CASA E’ MIA

PGIULIO/ MI AVETE DETTO CHE E’ DI VOSTRO PADRE

ATTILIO/ E APPUNTO , IO SONO L’UNICO FIGLIO, UNICO FIGLIO, UNICO EREDE

DON GIULIO/ E ALLORA QUALE E’ IL PROBLEMA?

ATTILIO/ PADRE GIULIO IL PROBLEMA E’ CHE QUESTA PARAVIENTO SI VUOLESPOSARE MIO PADRE, E SE LO CONVINCE E’ UN BEL PROBLEMA, IO NON SARO’ PIU’ L’UNICO EREDE, PADRE GIULIO LA BRASILIANA SI VUOLE PRENDERE LA CASA , VOI NON LI DOVETE SPOSARE

DON GIULIO/ SENTITE IO CAPISCO LE VOSTRE PERPLESSITA’ MA COME FACCIOA NON SPOSARLI SCUSATE?

ROCCO/(entrando in casa cantando in modo rap, con la testa abbassata e cuffiette vanella sua stanza senza vedere nessuno) E GUARDO L’OROLOGIO/ PER ME E’

SEMPRE PRESTO/ LA NOTTE E’ COME IL GIORNO/ MA SEMPRE POI RITORNO /LA NOTTE E’ COME IL GIORNO/ MA SEMPRE POI RITORNO /

DON GIULIO/ CIAO ROCCO….NON MI HA SENTITO

ATTILIO/ SENTITO?…PADRE GIULIO QUELLO NON VI HA VISTO PROPRI O

PGIULIO/ VABBE’ SO RAGAZZI

ATTILIO/ NO SO PROBLEMI, PROBLEMI GRANDI… PADRE GIULIO AIUTA TEMI, DITEA MIO PADRE DI INTESTARMI LA CASA, MAGARI VOI CON LE VOSTRE PAROLE LO CONVINCETE, E POI DOPO SE CI TIENE COSI’ TANTO A SPOSARSI , SI SPOSA , DOPO PERO’, IN FONDO CHE CAMBIA?

PGIULIO/ SIGNOR ATTILIO IO VI DEVO CONFESSARE UNA COSA E NON SONEMMENO SE FACCIO BENE

ATTILIO/ CHE MI DOVETE CONFESSARE?

PGIULIO/ IO CON VOSTRO PADRE IN VERITA’ GIA’ HO PARLATO …PURTROPPO E’SUCCESSO CHE MENTRE LO SEGUIVO CIOE’… MIO FRATELLO LO SEGUIVA , LUI MI HA SCOPERTO , CIOE’ HA SCOPERTO MIO FRATELLO

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


34

ATTILIO/ VABBE’ LEI SUO FRATELLO, TANTO L’ABBIAMO CAPITO, ANDATEAVANTI

PGIULIO/ MENTRE LO SEGUIVAMO AD UN TRATTO SI E’ FERMATO E CI HADETTO: SENTITE LA DOVETE SMETTERE DI SEGUIRMI, MA CHE VOLETE? IN PRATICA CI HA SCOPERTI

ATTILIO/ E VOI CHE GLI AVETE DETTO?

PGIULIO/ E IO GLI HO DETTO CHE VOI STAVATE PREOCCUPATO , CHE STAVATEIN PENSIERO PER LUI, PER LA SUA SALUTE, CHE QUESTA RAGAZZA ALLA LUNGA, LO POTEVA DISTRUGGERE

ATTILIO/ PROPRIO COSI AVETE DETTO? DISTRUGGERE….

PGIULIO/ MI PARE DI SI , PERCHE’ HO SBAGLIATO?

ATTILIO/ NO, NO IN EFFETTI CONOSCENDO LA RAGAZZA, L’AVREI DETTO ANCH’IO

PGIULIO/ E A QUEL PUNTO VOSTRO PADRE MI HA DETTO LA VERITA’

ATTILIO/ QUALE VERITA’ ?

PGIULIO/ UNA TREMEDA VERITA’

ATTILIO/ E QUALE SAREBBE QUESTA TREMENDA VERITA’?

PGIULIO/ UNA VERITA’ CHE MAI AVREI IMMAGINATO

ATTILIO/ PADRE GIULIO DITEMI QUESTA VERITA’

PGIULIO/ MI DISPIACE, MAI NON VE LO POSSO DIRE

ATTILIO/ MA COME? NON MI VOLETE DIRE LA VERITA’…. MA VOI SIE TE IL

PORTATORE DELLA VERITA’, SE NON LA DITE VOI QUESTA VERITA’ CHI LA DICE….

PGIULIO/ QUESTO CHE C’ENTRA CON VOSTRO PADRE

ATTILIO/ MI STATE DICENDO CHE SI E’ CONFESSATO ?

PGIULIO/ NO, E’ STATA SOLO UNA CHIACCHIERATA , UNO SFOGO

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


35

ATTILIO/ E VABBE’ E ALLORA SE NON SI TRATTA DI UNA CONFESSIONE PERCHE’NON ME LO POTETE DIRE

PGIULIO/ PERCHE’ SUA PADRE MI HA DETTO CHE VI AVREBBE SPIEGATO TUTTOLUI

ATTILIO/ E VA BENE SE ME LO DICE LUI.. PERO’ DITEMI ALMENO UNA COSA, MA INQUESTA TREMENDA VERITA’, IN QUESTO SFOGO CHE VI HA FATTO MIO PADRE, DELLA CASA VI HA PARLATO?

PGIULIO/ SI, SI MI HA PARLATO ANCHE DI QUESTO FATTO DELLA CASA

ATTILIO/ E CHI VI HA DETTO?

PGIULIO/ CHE VOI VE LA VOLETE INTESTARE

ATTILIO/ E’ VERO ME LA VOGLIO INTESTARE

PGIULIO/ E CI VOGLIONO 3000 EURO

ATTILIO/ AH MA QUESTA E’ UNA FISSAZIONE

PGIULIO/ NO, QUALE FISSAZIONE, E’ IL COSTO DEL NOTAIO, IO NE CONOSCOUNO BRAVO SE VOLETE ….

ATTILIO/ AVETE ANCHE UN FRATELLO NOTAIO?

PGIULIO/ NO, NO E’ MIO NIPOTE , BRAVISSIMO VERAMENTE BRAVO

ATTILIO/ E VA BENE , PADRE GIULIO VI PROMETTO CHE SE CONVINCETE MIOPADRE AD INTESTARMI LA CASA PRIMA CHE SI SPOSA, L’ATTO LO FACCIAMO DA VOSTRO CUGINO

PGIULIO/ VOLETE DIRE MIO NIPOTE

ATTILIO/ VABBE’ CUGINI, NIPOTI STIAMO SEMPRE IN FAMIGLIA NO…

ROCCO/( canta , esce di casa senza guardare e salutare nessuno - rappato) E GUARDOL’OROLOGIO/ PER ME E’ SEMPRE PRESTO/ LA NOTTE E’ COME IL GIORNO/ MA SEMPRE POI RITORNO/LA NOTTE E’ COME IL GIORNO /MA SEMPRE POI RITORNO

ATTILIO/ TU IESCE SCEME FIGLIO MIO

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


36

PGIULIO/ ( a voce più alta) CIAO ROCCO….NIENTE DA FARE NON M I HA SENTITO

NEMMENO STAVOLTA

ATTILIO/ SURDE E CECATO, PADRE GIULIO CON QUESTI FIGLI CI VUOLEPAZIENZA,

PGIULIO/ LA PAZIENZA E’ UNA GRANDE VIRTU’

ATTILIO/ LO SO , MA IO A VOLTE PERO’ NON MI CONTROLLO E PARTO

PGIULIO/ E DOVE ANDATE?

ATTILIO/ PARTO NEL SENSO CHE PERDO IL CONTROLLO E ALLORA PER NONFARE DANNI A QUEL PUNTO PRENDO E ME NE VADO

PGIULIO/ E DOVE VE NE ANDATE?

OLIMPIA/(uscendo dalla stanza) PADRE GIULIO BUONGIORNO

PGIULIO/ SIGNORA OLIMPIA BUONGIORNO

OLIMPIA/ PADRE GIULIO MIO GENERO VI HA OFFERTO QUALCOSA, O HA FATTO ILCAFONE COME SUO SOLITO …

ATTILIO/ E’ VERO PADRE GIULIO NON VI HO NEMMENO CHIESTO SE VOLEVATEBERE QUALCOSA

PGIULIO/ NON FA NIENTE , NON VI PREOCCUPATE, TANTO SE ANCHE LO VOLESSINON POTREI… STO IN SERVIZIO…. ( ride lui e Olimpia)

OLIMPIA/ STA IN SERVIZIO….AH, AH A. AH

PGIULIO/ SIGNOR ATTILIO NON VI E’ PIACIUTA LA BATTUTA …LA FA CCIO SPESSOIN GENERE RIDONO TUTTI…SA’ IN TUTTE LE CASE DOVE VA DO MI OFFRONO SEMPRE QUALCOSA E ALLORA DEVO DIRE PER FORZA COSI’ SENNO’ RISCHIEREI DI TORNARE IN PARROCCHIA O UBRIACO O COL FEGATO SPAPPOLATO A FURIA DI CAFFE’ E GRAPPINI

ATTILIO/ E VI CAPISCO, FARE IL PRETE OGGI E’ UN MESTIERE DURO ….

OLIMPIA/ ( ride ancora più forte) AH, AH UN MESTIERE DURO AH, AH

ATTILIO/ SUOCERA C’E POCO DA RIDERE, PADRE GIULIO IO DICO VERAMENTE ,

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


37

PERCHE’ NON E’ VERO?

PGIULO/(distratto) SI, SI E’ VERO, MIO NIPOTE FA IL NOTAIO

PGIULO/ MA CHE C’ENTRA VOSTRO NIPOTE… VABBE’ NON FA NIENTE… .PIUTTOSTO SUOCERA, CORTESEMENTE SAPETE DIRMI VOSTRA FIGLIA DOVE STA?

OLIMPIA/ STA DI LA’ A PREPARARSI

ATTILIO/(sorpreso) A PREPARARSI? E CHE SIGNIFICA?

OLIMPIA/(ironica) SIGNIFICA CHE SI STA FACENDO BELLA PER VO’ SIGNORIA,PERO’ NON MI CHIEDERE NIENTE, PERCHE’ E’ UNA SORPRESA….

ATTILIO/ CASPITA, ALLORA SE E’ UNA SORPRESA MI DEVO PREOCCUPARE,,,

OLIMPIA/ CARO GENERO SIA BEN CHIARO, SE ERA PER ME, LA VALIGIA ERA’ GIA’PRONTA DA UN PEZZO

PGIULIO/ ( ad Attilio) LA VALIGIA? MA ALLORA E’ VERO CHE DOVETE PARTIRE, MADOVE DOVETE ANDARE?

ATTILIO/A H           PADRE GIULIO IO NON DEVO ANDARE DA NESSUNA PARTE

PGIULIO/ IO INVECE SI, IL TEMPO VOLA E DEVO TORNARE IN PARROCCHIA

OLIMPIA/ PADRE GIULIO SE NON LE SCOCCIA SCENDO CON LEI , COSI’LASCIAMO I PICCIONCINI DA SOLI

PADRE GIULIO/ MA CERTO, SIGNOR ATTILIO ARRIVEDERCI

OLIMPIA/ CIAO GENERO….( escono)

OLIMPIA/ ARRIVEDERCI ….UNA SUOCERA PEGGIORE DI QUESTA NON L A

POTEVO TROVARE , MA POI CHE CI STA DA RIDERE DICO IO , MI SEMBRAVA UNA GALLINA, (imitandola) AH, AH , AH , MENO MALE CHE NON VIENE MAI , ( va a prendersi qualcosa da bere)

Si abbassano le luci (Musica soft) AMALIA vestita con una pelliccia in modo sexy raggiunge lentamente il centro del palco si mette in posa apre la pelliccia e mostra una sottoveste trasparente poi si blocca, Attilio è di spalle)

ATTILIO/ MA CHE SUCCEDE….MA CHI E’?... AMALIA SEI TU?

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


38

AMALIA/( risponde sempre in posa) E CERTO CHE SONO AMALIA , VOLEVIQUALCUN'ALTRA FORSE

ATTILIO/ NO PERCHE’ AL BUIO NON SI VEDE BENE... MI SEMBRI DIVERSA MACOME TI SEI VESTITA?

AMALIA/ VESTITA? MA CHE DICI, STO SPOGLIATA MA CHE SEI CECATO

ATTILIO/ APPUNTO DICO , CHE TI SEI SPOGLIATA A FARE?

AMALIA/ PROVA A INDOVINARE….NON DOVREBBE ESSERE TANTO DIFFI CILE

ATTILIO/ MA QUESTA SOTTOVESTE DOVE L’HAI PRESA, NON L’HO MAI VISTA,

AMALIA/ NON MI DIRE CHE NON TI PIACE CHE L’HO PAGATA UN SACCO DI SOLDI

ATTILIO/ NO, NO ANZI… , ADESSO CHE TI GUARDO BENE…MA PURE I L RESTO MISEMBRA NUOVO

AMALIA/ QUELLO ERA IN SALDI, SEMPRE CARO , MA NE VALEVA LA PENA,ALLORA CHE DICI , HO FATTO BENE?

ATTILIO/ ALTROCHE’, HAI FATTO BENISSIMO

AMALIA/ ATTILIO DIMMI LA VERITA’ , MA IO TI PIACCIO ANCORA?

ATTILIO/ ALLA FACCIA, AMALIA SEI UNO SCHIANTO

AMALIA/ E ALLORA PERCHE’ MI TRADISCI?

ATTILIO/ IO TI TRADISCO, MA CHE DICI…

AMALIA/ ALLA FIERA DI POSILLIPO CI SEI ANDATO CON UNA DONNA, CHI E’ ?

ATTILIO/ UNA DONNA…ALLA FIERA…AH SI, MA CHE DONNA QUELLA E’ UNARAGAZZINA, CLOTILDE LA FIGLIA DEL PROPRIETARIO DEL NEGOZIO TE LA RICORDI?

AMALIA/ QUELLA UN POCO CECATA…

ATTILIO/ ESATTO QUELLA LA’, MI HA CHIESTO IL FAVORE DI PORTARLA CON MEALLA FIERA, DICE CHE SI DEVE FARE LE OSSA

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


39

AMALIA/ SIAMO SICURI CHE SI E’ FATTA SOLO LE OSSA….

ATTILIO/ E’ STATA PER TUTTO IL TRAGITTO CON IL CELLULARE IN MANO SENZADIRE NEMMENO UNA PAROLA , SE ERA UNA BAMBOLA MI FACEVA PIU’ COMPAGNIA…

AMALIA/ ATTILIO MA IO TI VADO ANCORA BENE ?

ATTILIO/ CASPITA SE MI VAI BENE, SOPRATTUTTO ADESSO ,MI VAI BENEPROPRIO ASSAI , CON TUTTI QUESTI PIZZI E MERLETTI AMALIA MI SEMBRI UNA BALLERINA SPAGNOLA

AMALIA/ AH SI , E ALLORA FAMMI BALLARE…ATTILIOS

( musica tangoLIBERTANGO di A. Piazzolla – fanno un mezzo ballo sensuale e ballando, si lasciano andare abbracciati sul divano, La musica sfuma, arriva Giacinta)

GIACINTA/ MA PERCHE’ E’ TUTTO BUIO QUA , NON C’E’ NESSUNO?

ATTILIO/ ( imbarazzati, fingono uno svenimento) AMALIA RIPRENDITI AMALIA PERFAVORE RIPRENDITI

GIACINTA/ PAPA’, MAMMA, MA CHE STATE FACENDO?

ATTILIO/ NIENTE , TUO MADRE HA AVUTO UN MANCAMENTO E SI E’ STESA SULDIVANO

GIACINTA/(accusando arrabbiata) L’HAI PICCHIATA DI NUOVO DI’ LA VERITA’

ATTILIO/ (alterandosi) SO IO CHI DOVREI PICCHIARE QUA…,E SE NON LA FINISCICON QUESTA STORIA GIURO CHE LO FACCIO

GIACINTA/ E ALLORA CHE E’ SUCCESSO?

ATTILIO/ TUO MADRE NON SI SENTIVA BENE E SI È STESA SUL DIVANO

GIACINTA/ CON LA PELLICCIA?

ATTILIO/ SI, CON LA PELLICCIA, CHE C’E DI STRANO, DOVEVAMO USCIRE E SI E’SENTITA MALE

GIACINTA/ MA PERCHE’ STAVATE AL BUIO ?

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


40

ATTILIO/ E’ MANCATA LA CORRENTE, GIACI…( insieme a Silvia ad alta voce) MI DEVICHIAMARE SILVIA

GIACINTA/ MI DEVI CHIAMARE SILVIA ( insieme al padre)

ATTILIO/ SILVIA LA FAI FINITA CON QUESTO INTERROGATORIO?

GIACINTA/ MAMMA COME TI SENTI?

AMALIA/ STO BENE, E’ STATO UN LIEVE MANCAMENTO , MA ADESSO STOMEGLIO NON TI PREOCCUPARE, MA SEI VENUTA PRIMA O SBAGLIO

GIACINTA/ SI, L’ESAME NON SI È FATTO

AMALIA/ CHE PECCATO….

GIACINTA/ LO PUOI DIRE FORTE , LO STO PREPARANDO DA DUE MESI , ADESSODEVO ASPETTARE LA PROSSIMA SESSIONE , SENTITE HO INCONTRATO IL NONNO

ATTILIO/ AH SI , TI HA DETTO QUALCOSA?

GIACINTA/ SI, STAVA CON UNA RAGAZZA, UNA CERTA DO NASCIMIENTO DOBRASIL PARA QUALCOSA, ADESSO NON MI VIENE IN MENTE

ATTILIO/MARIA PARAVIENTO

GIACINTA/ MI HA DETTO CHE STASERA VIENE QUA , PERCHE’ VE LA VUOLE FARCONOSCERE

ATTILIO/MARIA LA CONOSCIAMO GIA’

ATTILIO/ SOLO CHE LUI NON LO SA, TI HA DETTO QUALCOSA?

GIACINTA/ SI MI HA DETTO CHE SAREBBE VENUTO PERCHE’ CI DEVE DARE UNAGRANDE NOTIZIA

ATTILIO/MARIA LA SAPPIAMO GIA’

GIACINTA/ MAMMA E QUALE E’?

AMALIA/ TE LA DICE TUO PADRE

ATTILIO/  AMALIA GLIELO DEVO DIRE?

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


41

GIACINTA/ OH INSOMMA ANCORA…. E BASTA CON QUESTA STORIA, SE NON MI

DITE QUELLO CHE STA SUCCEDENDO , GIURO CHE ME NE VADO E NON TORNO PIU’

ATTILIO/ MAMMA MIA SEMPRE QUESTE DECISIONI DEFINITIVE, O VITA O MORTE,MAI UNA VIA DI MEZZO… ADESSO TE LO DICO, STAI CALMA , ERA SOLO PER NON FARTI PREOCCUPARE…IL NONNO SI VUOLE SPOSARE QUESTO E’

GIACINTA/ DA COME LO DICI SEMBRA CHE SIA MORTO

AMALIA/ TUO PADRE NON E’ CONTENTO , HA PAURA CHE IL NONNO NON CIINTESTA PIU’ LA CASA

GIACINTA/ PAPA’ MA PERCHE’ NON TE LA COMPRI TU UNA CASA, MAGARI CON ISOLDI TUOI SE SEI CAPACE , AL NONNO NON GLIEL’HANNO MICA REGALATA, LA CASA E’ SUA E NE FA QUELLO CHE VUOLE , E COMUNQUE SIA BEN CHIARO UNA COSA

AMALIA/ATTILIO CHE COSA?

GIACINTA/ SE DEVO VENIRE AL MATRIMONIO DEL NONNO MI DOVETECOMPRARE UN VESTITO DECENTE SENNO’ NON CI VENGO , RESTO A CASA

ATTILIO/ IL VESTITO?

GIACINTA/ SI, SI IL VESTITO, PER IL MATRIMONIO CI VUOLE UN VESTITOADATTO E IO NON CE L’HO

AMALIA/ HAI RAGIONE A MAMMA’, NON TI PREOCCUPARE, LO COMPRIAMO ILVESTITO

GIACINTA/ BENISSIMO, VADO IN CAMERA MIA ( esce)

ATTILIO/  HAI SENTITO TUA FIGLIA….PENSA AL VESTITO….POI DICE  CHE UNO

NON LE DICE LE COSE…

AMALIA/ ATTILIO SE MI VUOI LASCIARE ME LO DEVI DIRE

ATTILIO/ AMALIA E PER FAVORE, BASTA,MA CHE TI E’ PRESO… LA V UOIFINIRE…, AMALIA ASCOLTAMI BENE TE LO DICO ADESSO E NON TE LO RIPETO PIU’, SE MAI UN GIORNO DOVESSE SUCCEDERE CHE TI LASCERO’, NON SARA’

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


42

STATA NE’ PER COLPA MIA E NEMMENO DI UNA DONNA, MA SOLO SUA (indicando in alto), HAI CAPITO? (si abbracciano)

( bussano la porta)

ATTILIO / ECCO QUA E’ ARRIVATO PURE ROCCO

AMALIA/ NO, NO STAMATTINA SI E’ PRESO LE CHIAVI

ATTILIO/ E ALLORA CHI E’?

AMALIA/ SENTI IO VADO DI LA’, DEVO FARMI UNA DOCCIA STO TUTTASUDATA (esce)

ATTILIO / A CHI LO DICI, IO STO ANCORA TUTTO ELETTRICO ( scuotendosi con ilcorpo) , SI MA NON TI ILLUDERE, QUESTA PARTITA LA DOBBIAMO RIGIOCARE ( va ad aprire)

ATTILIO/(apre) PADRE GIULIO PREGO ENTRATE , CHE E’ SUCCESSO ? CI SONONOVITA’?

P/GIULIO/ LO SO, AVETE RAGIONE VE LO POTEVO DIRE PRIMA , MA SONO STATOCOMBATTUTO

ATTILIO/ CHE MI DOVETE DIRE ?

P/GIULIO/ SIGNOR ATTILIO HO RIFLETTUTO A LUNGO SE ERA IL CASO , O NO DIDIRVELO, MI DICEVO MO GLIELO DICO E POI DICEVO NO MEGLIO DI NO , NUN SE PO FA…NUN SE PO FA, NUN SE PO FA’

ATTILIO/ E PERCHE’?

P/GIULIO/ C’E LA PRIVACY…( una pausa breve)

ATTILIO/ PADRE GIULIO MI DOVETE SCUSARE SE NON RIDO , MA SE E’ UNABATTUTA NON L’HO CAPITA

P/GIULIO/ NO, NON ERA PER DIRE , E’ CHE NON E’ BELLO RACCONTARE UNSFOGO CHE UNA PERSONA VI FA IN UN MOMENTO DI DEBOLEZZA…

ATTILIO/E CERTO CHE NON E’ BELLO, A MENO CHE NON SI TRATTA DI VITA O DIMORTE

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


43

P/GIULIO/ E INFATTI , E’ PROPRIO QUELLO CHE HO PENSATO IO , E ALLORA MISONO DETTO GLIELO DEVO DIRE , PERCHE’ VOI SIETE IL FIGLIO ED E’ GIUSTO CHE SAPPIATE LA VERITA’ , MAGARI SI PUO’ FARE ANCORA QUALCOSA CHI LO SA…

ATTILIO/ CHE DOBBIAMO FARE ?

P/GIULIO/ SIGNOR ATTILIO SUO PADRE MI HA DETTO CHE STA PER MORIRE

ATTILIO/ MA CHI ? MIO PADRE?

P/GIULIO/ SI SUO PADRE

ATTILIO/ MA SE QUELLO SI VUOLE SPOSARE?

P/GIULIO/ E PERCIO’ SI SPOSA , PRIMA DI MORIRE SI VUOLE RISPOSARE

ATTILIO / PADRE GIULIO MIO PADRE E’ UN TIPO STRAVAGANTE NON LO NEGO,MA QUESTA DI RISPOSARSI PRIMA DI MORIRE E’ UN’ASSURDITA’ , PERCHE’ MAI LO DOVREBBE FARE…

P/GIULIO/ E VE L’HO DETTOSI SPOSA PROPRIO PERCHE’ SA CHE DEVE MORIRE

ATTILIO / MA CHE MORIRE…E’ UNA SCIOCCHEZZA, MIO PADRE LO DICESEMPRE, MI RIMANE POCO TEMPO…. TRA POCO ME NE VADO ….….LA STRADA E’ LUNGA MA NE VEDO LA FINE…

PGIULIO/ DE ANDRE’

ATTILIO/  PADRE GIULIO MA CHI E’ QUESTO DE ANDRE’?

PGIULIO/ E’ UN POETA CANTANTE, SIGNOR ATTILIO A ME VOSTRO

PADRE SEMBRAVA SINCERO, MI HA PARLATO DI CURE COSTOSE E CHE NON AVEVA I SOLDI PER PAGARLE, MA VOI NON LO POTETE AIUTARE?

ATTILIO/ IO? E DOVE LI PRENDO ….PADRE GIULIO QUA SI VENDE S EMPRE DI

MENO, OGGI NON COMPRA PIU’ NESSUNO, TENGO UN NEGOZIO PIENO DI CROCIFISSI E MADONNE

P/GIULIO/ E’ VERO, LA GENTE NON SPENDE E I NEGOZI FALLISCONO

ATTILIO/ CERTO CHE SE TUTTI I PARROCI FANNO COME FATE VOI, CI VUOLEPOCO A FALLIRE

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


44

P/GIULIO/ NON HO CAPITO, CHE VOLETE DIRE?

ATTILIO/ PADRE GIULIO NON VI OFFENDETE, MA TENETE QUEL CROCIFISSOGRANDE IN CHIESA DA PIU’ DI VENT’ANNI

P/GIULIO/ IL CROCIFISSO….MA PERCHE’DITE CHE LO DEVO CAMBIARE?

ATTILIO / MA CERTO LO DOVETE CAMBIARE, LO TENETE DA TANTI ANNI, NEMETTIAMO UNO NUOVO, SAI CHE BELLEZZA…

P/GIULIO/ IN EFFETTI PER LA PASQUA DI QUEST’ANNO CI STAVO PENSANDO EQUANTO COSTEREBBE QUESTO CROCIFISSO ?

ATTILIO/ 3000 EURO

P/GIULIO/ MAMMA MIA E CHE ESAGERAZIONE…3000 EURO PER UN CROCI FISSO

ATTILIO/ MA QUELLO E’ ALTO UN METRO E OTTANTA ED E’ FATTO DI PASTA DILEGNO , PADRE GIULIO PENSATECI BENE PERCHE’ QUESTA E’ UN’OCCASIONE DA NON PERDERE, VALE ALMENO IL DOPPIO

( BUSSANO LA PORTA)

ATTILIO/ SCUSATE UN ATTIMO

P/GIULIO/ PREGO FATE PURE, (fra sé) CERTO UN CROCIFISSO NUOVO….

PAOLO/ BUONGIORNO SIGNOR ATTILIO SONO VENUTO PER PARLARE CONSILVIA CI STA?

ATTILIO/ TU SEI PAOLO GIUSTO?

PAOLO/ E CERTO CHE SONO PAOLO , PERCHE’ NON MI CONOSCETE PIU’? MAPERCHE’ E’ VENUTO QUALCUN ALTRO A CERCARLA?

ATTILIO/ NO, NO ERA PER ESSERE SICURO DI NON SBAGLIARE , MIA FIGLIA LOSAI NO, E’ PARTICOLARE….

PAOLO/ SI, SI LO SO SUI NOMI SPECIALMENTE CI TIENE, INFATTI LEI SI CHIAMAGIACINTA MA SI FA CHIAMARE SILVIA

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


45

PGIULIO/ E INVECE E’ UN PECCATO ….SANTA GIACINTA ERA IL NOME DI UNA

NOBILE…FIGLIA DEL CONTE MARCANTONIO MARESCOTTI E DI DONNA OTTAVIAORSINI, CONTESSA DI VIGNANELLO

PAOLO/ MI DOVETE SCUSARE SE SONO VENUTO MA IO E SILVIA ABBIAMOLITIGATO E NON MI RISPONDE PIU’ A TELEFONO , E COSI’ SONO PASSATO

ATTILIO/ SI, SI HO SAPUTO DEL VOSTRO LITIGIO…MA PAOLO NON TE LA DEVIPRENDERE, CHE CI VUOI FARE, QUANDO L’AMORE FINISCE….UNO SI DEVE

FARE UNA RAGIONE

PAOLO/ NO, NO QUA NON E’ FINITO NIENTE…L’AMORE CI STA ANCORA,ECCOMESE CI STA, FORSE CE NE STA TROPPO ,E COMUNQUE IO LE DEVO PARLARE ASSOLUTAMENTE

ATTILIO/ E VABBE’, SENTI GIACINTA STA IN CAMERA SUA, TU CONOSCI LASTRADA, PERO’ BUSSA PRIMA DI ENTRARE SENNO’ CHI LA SENTE…

PAOLO/ GRAZIE, GRAZIE    ( esce in direzione della stanza di Giacinta)

PGIULIO/ SIGNOR ATTILIO E DITEMI UNA COSA, PRIMA CHE ME NE VADO, MAQUESTO CROCIFISSO CHE MI VOLETE VENDERE E’ BELLO …

ATTILIO/ PADRE GIULIO E’ UN CAPOLAVORO, BELLISSIMO

(TELEFONO)

ATTILIO/ SCUSATE UN ATTIMO

PGIULIO/ PREGO , PREGO…

ATTILIO/ PRONTO , SI PAPA’ CHE C’E’ , SI, SI LO SO GIACINTA ME L’HA DETTO CHEDEVI VENIRE, NON TI PREOCCUPARE VIENI QUANDO VUOI , TI ASPETTIAMO , NO NO NON DEVO USCIRE, SENTI PAPA’ MA COME, COME STAI? VA BENE TI ASPETTO CIAO …PADRE GIULIO CHE VI AVEVO DETTO, MIO PADRE HA DETTO CHE STA BENISSIMO

PGIULO/ CHE VI DEVO DIRE, ANCHE A ME NON SEMBRAVA ASSAI MALATO , MAHO PREFERITO DIRVELO LO STESSO

( violento arriva Paolo incalzato daGiacinta )

GIACINTA/ IO CON TE NON CI VOGLIO PARLARE HAI CAPITO , MA COME TI SEIPERMESSO DI VENIRE A CASA MIA

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


46

PAOLO/ MA NOI DOBBIAMO PARLARE SILVIA

GIACINTA/ E IO INVECE CON TE NON CI VOGLIO PARLARE

PGIULIO/ CIAO GIACINTA

GIACINTA/ ANCORA CON QUESTA GIACINTA, CHI MI HA CHIAMATO GIACINTA?

ATTILIO/ E’ STATO PADRE GIULIO , NON TI ARRABBIARE, COMUNQUE SENTI HOSAPUTO CHE QUESTA GIACINTA ERA UNA NOBILE , E’ VERO PADRE GIULIO

PGIULIO/ SI, SI LA MADRE ERACONTESSA DIVIGNANELLO

GIACINTA/(sempre aggressiva) E A ME CHE ME NE FREGA , POTEVA ESSEREANCHE UNA REGINA

PGIULIO/ VERAMENTE E’ SANTA, SANTA GIACINTA

GIACINTA/ NON MI PIACE UGUALE

PAOLO/ SENTI SILVIA , ASCOLTAMI, NON E’ STATO COME TI HANNORACCONTATO

GIACINTA/ NON ME L’HANNO RACCONTATO L’HO VISTO IO

PAOLO/ E ALLORA HAI VISTO MALE

GIACINTA/ NO, NO HO VISTO BENISSIMO

PAOLO/ SILVIA HAI VISTO MALE

PGIULIO/ ( ad Attilio) VOI CHE DITE HA VISTO BENE?

GIACINTA/ HO DETTO CHE HO VISTO BENISSIMO

ATTILIO/ SENTI SILVIA, MA QUESTA DISCUSSIONE NON LA POTETE FARE INCAMERA TUA…IO E PADRE GIULIO STAVAMO PARLANDO

GIACINTA/ NON TI PREOCCUPARE NON C’E NIENTE DA DISCUTERE , ADESSOPAOLO SE NE VA

PAOLO/ NO, NO IO NON VADO DA NESSUNA PARTE

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


47

GIACINTA/ NO, NO TU , TE NE VAI

PAOLO/ SENTI,NON MI RISPONDI A TELEFONO, NON VIENI AGLIAPPUNTAMENTI, SONO VENUTO A CASA TUA PER PARLARTI E QUA RESTO , A COSTO DI FARE LA NOTTATA

PGIULIO/  SIGNOR ATTILIO CE L’AVETE UN LETTO IN PIU’?

ATTILIO/ PADRE GIULIO MA CHE LETTO …

PAOLO/ ECCO FATTO , MI SIEDO QUA E QUA RIMANGO , FINO A QUANDO NONDECIDI DI PARLARE CON ME ( si siede)

PGIULIO/ SIGNOR ATTILLIO NON PUO’ MICA FARE LA NOTTATA SEDUTO SULLASEDIA

ATTILIO/ PADRE GIULIO MA QUALE NOTTATA…

MARIA/ ( arriva la madre) MA CHE STA SUCCEDENDO

ATTILIO/ TUA FIGLIA E’ ARRABBIATA CON PAOLO

GIACINTA/ SI E’ PERMESSO DI VENIRE A CASA MIA

MARIA/ E CHE FA NON E’ MICA LA PRIMA VOLTA

GIACINTA/ SI, MA ADESSO , ABBIAMO LITIGATO E NON DOVEVA VENIRE

PAOLO/ SIGNORA AMALIA BUONGIONRO

MARIA/ CIAO PAOLO

PGIULIO/ SIGNORA AMALIA BUONGIORNO

AMALIA/ PADRE GIULIO BUONGIORNO E SCUSATE, MA MIA FIGLIA A VOLTE NONSI CONTROLLA , SILVIA PER FAVORE NON E’ CHE POTRESTI FARE UN PICCOLO SFORZO E PARLARE CON PAOLO ….

GIACINTA/ NO, IO CON LUI NON CI VOGLIO PARLARE PIU’

PAOLO/ E IO NON MI MUOVO DA QUA

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


48

ATTILIO/ E ALLORA CHE SI FA?

GIACINTA/ E VA BENE, TU VUOI RIMANERE QUA , RIMANICI PURE, IO ME NE VADOIN CAMERA MIA E NON T’AZZARDARE A VENIRE ( esce)

AMALIA/ ( la segue) SILVIA ASPETTA MA DOVE VAI….MA PERCHE’ FAI COSI…

PGIULIO/ PAOLO MA CHE LE HAI FATTO A QUESTA POVERA RAGAZZA PER FARLAARRABBIARE COSI?

PAOLO/ (si alza) MA NIENTE, NON LE HO FATTO NIENTE, E’ SOLO GELOSIA,…IL PROBLEMA E’ CHE IO SONO TROPPO BELLO, ME LO DICONO TUTTI, E DATO CHE SONO BELLO TUTTE LE DONNE MI CORRONO DIETRO, NON PER DIRE MA IO TENGO 7000 AMICI SU FACEBOOK , 8000 FOLLOWERS SU TWITTER , E 10.000 LIKE SU ISTANGRAM E ALLORA E’ SEMPRE UN CASINO, ADESSO AVETE CAPITO?

ATTILIO/PGIULIO/ NO

PAOLO/ E VABBE’ MA ALLORA SE NON CAPITE IO CHE PARLO A FARE ( si risiede)

ATTILIO/ HAI RAGIONE, NON TI SPRECARE ….

PGIULIO/ SIGNOR ATTILIO , PER IL CROCIFISSO SE ME LO FATE 2000 EURO LOPRENDO

ATTILIO/  PADRE GIULIO COL PREZZO NON CI SIAMO

PGIULIO/ E’ QUELLO CHE DICO PURE IO, 3000 EURO SONO TROPPI, MI AVETEDETTO CHE TENETE UN NEGOZIO PIENO DI CROCIFISSI….

ATTILIO/ E VABBE’ CHE C’ENTRA , NON LI POSSO MICA REGALARE….

PAOLO/ ( si alza, ad alta voce direzione camera di Silvia) E’ INUTILE CHE FAIL’OFFESA, IO DI QUA NON MI MUOVO, RESTO QUA TUTTA LA NOTTATA E SE SERVE ANCHE DOMANI , MI HAI SENTITO…. E POI VEDIAMO

ATTILIO/ SENTI PAOLO MA CHE DICI SE …..

PAOLO/ ( sempre alterato) DICE, DICE, MA CHE DICE?

ATTILIO/ E NON LO SO…

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


49

PAOLO/ LO SO IO CHE DICE, DICE DI NON AMARMI PIU’ , CHE NON MI VUOLEVEDERE PIU’, DICE CHE IO PER LEI NON SONO NIENTE, ( a silvia) MA A CHI VUOI DARLA A BERE, LO SO BENISSIMO CHE INVECE NON E’ VERO,

ATTILIO/ NON E’ VERO?

PAOLO/ E NO CHE NON E’ VERO

PGIULIO/ MA SE NON E’ VERO ALLORA COME E’?

PAOLO/ E’ TUTTO AL CONTRARIO ,MA NON L’AVETE VISTA? SILVIA STRAVEDEPER ME, VE L’HO DETTO SI COMPORTA COSI’ PERCHE’ E’ PAZZA DI GELOSIA….

COMUNQUE, NON VI PREOCCUPATE, TEMPO DUE ORE , E VERRA’ QUI A PARLARMI

ATTILIO/ DUE ORE?

PAOLO/ SI DUE ORE, SONO TALMENTE SICURO CHE SE VOLETE ACCETTOSCOMMESSE… ( si risiede)

PGIULIO/ AH QUESTI GIOVANI DI OGGI IO PROPRIO NON LI CAPISCO….

ATTILIO/ PADRE GIULIO IO PENSAVO CHE SOLO I MIE FIGLI ERANO STRANI, MAMI SA CHE QUESTI SO TUTTI STRANI

ROCCO/ ( entra con il suo solito RAP) NON SONO SMEMORATO/ E NEMMENOSMIDOLLATO/ IO SONO SCOSTUMATO/ E PURE SFORTUNATO/

ATTILIO/ QUELLO E’ VERO’ A PAPA’, SFORTUNATO ASSAI

PGIULIO/ CIAO ROCCO

ROCCO/ PADRE GIULO BUONGIORNO

PGIULIO/ QUESTA VOLTA MI HA SENTITO

PAOLO/ CIA ROCCO

ROCCO/UE’ PAOLO E CHE CI FAI QUA

PAOLO/ SONO VENUTO PER PARLARE CON SILVIA , MA LEI NON MI VUOLEPARLARE

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


50

ATTILIO/ HANNO LITIGATO A PAPA’ E TUA SORELLA NON NE VUOLE PIU’ SAPERE,SOLO CHE PAOLO NON SE NE VUOLE FARE RAGIONE

ROCCO/ VABBE’ TEMPO UN PAIO D’ORE E LE PASSA,

PAOLO/ AVETE VISTO, CHE VI AVEVO DETTO, LA CONOSCE BENE PURE LUI

ROCCO/ PAOLO, MA L’HAI SENTITO IL MIO ULTIMO PEZZO SU YOU TUBE?

PAOLO/ CASPITA, E’ UNA BOMBA , L’HO GIA’ IMPARATO A MEMORIA

PGIULIO/ SIGNOR ATTILIO CHE DITE CON 2200 CE LA FACCIAMO ?

ROCCO/( fanno un Rap insieme) L’AMORE E’ UN BISOGNO/

PAOLO/ TI TIENE SEMPRE SVEGLIO/

ROCCO/ CI VUOLE MOLTO IMPEGNO/

PAOLO/MA SE SBAGLI ME LO SEGNO/

ROCCO/ LO SAI NON PERDO TEMPO/

PAOLO/ SE VOGLIO ME LO PRENDO

ROCCO/ IO NON STO MAI FERMO

ROCCO/PAOLO/(gridato) AH….( si danno il 5 ) E POI ALLA FINE S VENGO (cadono a

terra tutti e due,si mettono a ridere poi si rialzano)

ATTILIO/  ( allude al figlio) PADRE GIULIO MA CHE POSSIAMO FARE…

PGIULIO/  SIGNOR ATTILIO PIU’ DI 2200 EURO NON VE LO POSSO PAGARE

ROCCO/ PAPA’ CHE DICI TI PIACE LA CANZONE?

ATTILIO/ ROCCO MA NU POCO E CALIFANO, MASSIMO RANIERI , CHESO,CELENTANO, NIENTE… MAGARI TI METTI A FARE UN POC O DI PIANO BAR, ALMENO POTRESTI SUONARE AI MATRIMONI….

ROCCO/ MA QUALI MATRIMONI E PIANO BAR, A ME CI VOGLIONO GLI STADIO GLI STADI O NIENTE, …( saluta cantando) CIAO PAD RE GIULIO / CIAO AMICO MIO/ ADESSO ME NE VADO / NELLA STANZA MIA ( esce)

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


51

ATTILIO/ NEMMENO I PALAZZETTI, I TEATRI, ADDIRITTURA GLI STADI …. ( in

direzione del figlio) A TE TI PORTANO AL MANICOMIO ALTRO CHE STADI, IN QUATTRO MURA TI METTONO…

(RITORNA LA MADRE)

AMALIA/ NIENTE DA FARE NON C’E VERSO DI CONVINCERLA , PAOLO MIDISPIACE NON TI VUOLE PARLARE STA TROPPO AGITATA

PAOLO/ FA SEMPRE COSI, TEMPO DUE ORE E SI CALMA

ATTILIO/ NEL FRATTEMPO MI INCAZZO IO PERO’ E MO’ VEDIAMO ( va da Silvia)

AMALIA/ ATTILIO NON T’ARRABBIARE CONTROLLATI….AH QUESTI FI GLI E QUANTI

PROBLEMI CHE DANNO PADRE

PGIULIO/ SIGNORA AMALIA , MA COSA SAREBBE LA VITA SENZA PROBLEMI …

AMALIA/ UN PARADISO…

PGIULIO/ ECCO APPUNTO MA PER QUELLO DOBBIAMO ESSERE ANIME PURE ,MA DATO CHE SIAMO TUTTI PECCATORI

AMALIA/ TENIAMO I PROBLEMI

PGIULIO/ PRECISAMENTE

AMALIA/ PADRE GIULIO CHE VI POSSO OFFRIRE?

PGIULIO/ NIENTE GRAZIE , ADESSO DEVO TORNARE IN PARROCCHIA ,SALUTATEMI VOSTRO MARITO, DITEGLI CHE PER IL CROCIFISSO PASSO IN NEGOZIO COSI’ LO VEDO PURE , ARRIVEDERCI , CIAO PAOLO

PAOLO/ ARRIVEDERCI

AMALIA/ PAOLO TU VUOI BERE QUALCOSA

PAOLO/ SOLO UN BICCHIERE D’ACQUA GRAZIE

AMALIA/ TE LO PRENDO SUBITO ( esce)

ATTILIO/ AVANTI , SILVIA ADESSO PER FAVORE CHIUDIAMO QUESTA STORIA

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


52

GIACINTA/ VA BENE, VA BENE HO CAPITO,

PAOLO/ FINALMENTE TI SEI DECISA ,

GIACINTA/ MI VUOI PARLARE ANCORA?

PAOLO/ E CERTO,

GIACINTA/ E ALLORA USCIAMO, PARLIAMO FUORI

PAOLO/ MA CERTO , DOVE VUOI , ARRIVEDERCI ( escono)

ATTILIO/ ARRIVEDERCI …MAMMA MIA E QUANTO CI E’ VOLUTO PERCONVINCERLA … A FURIA DI PARLARE SI E’ SECCATA TUTT A LA GOLA …

AMALIA/ ECCO L’ACQUA

ATTILIO/ MAMMA MIA, AMALIA SEI GRANDE… MA COME HAI FATTO, MI HAILETTO NEL PENSIERO (si beve l’acqua)

AMALIA/ MA PAOLO DOVE STA?

ATTILIO/ E’ USCITO CON TUA FIGLIA, ALLA FINE L’HO CONVINTA

AMALIA/ E COME HAI FATTO?

ATTILIO/ PURTOPPO HA RAGIONE PAOLO, TUA FIGLIA E’ INNAMORATA PAZZA , ILPROBLEMA E’ CHE A ME QUESTO PAOLO NON MI PIACE PROPRIO

AMALIA/ E CHE DEVE PIACERE A TE, DEVE PIACERE A TUA FIGLIA, PURE TU AMIA MADRE NON PIACEVI PER NIENTE , PERO’ ALLA FINE TI HO SPOSATO LO STESSO

ATTILIO/ E HAI FATTO BENE ,,,,MA PADRE GIULIO DOVE STA?

AMALIA/ E’ TORNATO IN PARROCCHIA HA DETTO CHE PER IL CROCIFISSOSAREBBE PASSATO AL NEGOZIO

ATTILIO/ MAMMA MIA E CHE TIRCHIO QUESTO PADRE GIULIO

( bussano la porta)

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


53

ATTILIO/  NO, HANNO LITIGATO DI NUOVO

AMALIA/ MA CHE DICI NON SO PASSATI NEMMENO 5 MINUTI…..

ATTILIO/ AMALIA OGGI E’ TUTTO VELOCE, VELOCISSIMO , SI PRENDONO, SILASCIANO, SI SPOSANO, SI SEPARANO, VIAGGIANO, FANNO FIGLI, TU PENSI IN UNA VITA MA CHE…QUESTI IN DUE O TRE ANNI HANNO FATT O GIA’ TUTTO

( AMALIA apre, arrivano il Padre di Attilio e Luiza , sono contenti , il padre ha portato una torta e una bottiglia di champagne)

PADRE/ BUONGIORNO

ATTILIO/ PAPA’ SEI TU,      FINALMENTE, TI STAVAMO ASPETTANDO GIA’ DA UN PO’

PADRE/ LO SO HAI RAGIONE , MA SIAMO ANDATI AL COMUNE E ABBIAMO FATTOUN POCO TARDI

ATTILIO/ AL COMUNE? E CHE CI SEI ANDATO A FARE?

PADRE/ ATTILIO MI SONO SPOSATO, E QUESTA E’ MIA MOGLIE,FINALMENTE LACONOSCETE ANCHE VOI

LUIZA/ BUONGIORNO

AMALIA/ATTILIO PIACERE

LUIZA/ IO MOLTO FELICE DI CONOSCERE FAMIGLIA DI VITTORIO.

ATTILIO/ PAPA’ MA COME? TI SEI SPOSATO E NON CI HAI DETTO NIENTE ?

PADRE/ E’ STATA UNA COSA VELOCE, SENZA TROPPI FRONZOLI, GIUSTO ILTEMPO DI METTERE UNA FIRMA

ATTILIO/ MA COME UNA FIRMA…E LA CASA?

PADRE/ AH LA CASA, LA CASA, TU PENSI SOLO ALLA CASA….

LUIZA/IL MATRIMONIO VERO E PROPRIO LO FAREMO IN BRASILE

AMALIA/ AH SI LO FARETE IN BRASILE? E COME MAI?

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


54

LUIZA/ MIA FAMIGLIA POVERA , NON POTERE AFFRONTARE SPESE DEL VIAGGIO,E COSI’ NOI DECISO DI ANDARE NOI LA’ , SPOSARCI IN CHIESA IN BRASILE E LI RIMANERE PER VIVERE NOSTRO SOGNO D’AMORE

AMALIA/ VIA COL VENTO….

LUIZA/ NO, NO , PARTIAMO IN AEREO

ATTILIO/ MA COME PAPA’ TE NE VAI A VIVERE IN BRASILE ?

LUIZA/ SI NOI PARTIRE OGGI STESSO, IO ESSERE MOLTO FELICE

PADRE/ ATTILIO SONO VENUTO APPOSITAMENTE PER DIRTELO, E SALUTARTI,GIACINTA NON TE L’HA DETTO ?

AMALIA/ SI CI HA PARLATO DI UNA GRANDE NOTIZIA

PADRE/ EMBE’ E QUESTA CHE COS’E, NON E’ UNA GRANDE NOTIZIA…

ATTILIO/ PAPA’ E LA CASA?

PADRE/ ANCORA CON QUESTA CASA, TI HO DETTO NON TI PREOCCUPARE ,PIUTTOSTO ROCCO DOVE STA? CON GIACINTA CI SIAMO GIA’ SALUTATI , SENTI SECONDO ME TUA FIGLIA NON STA BENE , GRIDAVA COME UNA PAZZA

AMALIA/ ATTILIO ALLORA E’ NORMALE

PADRE/ MA ROCCO CI STA?

AMALIA/ SI, SI LO VADO A CHIAMARE , QUELLO TIENE SEMPRE LE CUFFIE ENON SENTE ( AMALIA esce)

ATTILIO/ PAPA’ MA PERCHE’ HAI DECISO DI ANDARE IN BRASILE ?

LUIZA/ VITTORIO , FORSE E’ MEGLIO SE TU SPIEGA NOSTRA SITUAZIONE ADATTILIO

ATTILIO/ QUALE SITUAZIONE?

LUIZA/ TU NON PREOCCUPE , ADESSO LUI SPIEGA

PADRE/ ATTILIO ASCOLTA, IO SONO MALATO, MA NON TI PREOCCUPAR NON E’UNA COSA GRAVE, E’ UNA MALATTIA LENTA, CERTO ALLA FINE SEMPRE LA’ TI

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


55

PORTA , SOLO CHE SE LA PRENDE COMODA , CI VOGLIOANO ANCORA PARECCHI ANNI

ATTILIO/ E CHE MALATTIA E’ ?

PADRE/ LASCIA PERDERE, IL NOME NON MI VA NEMMENO DI PRONUNCIARLOTANTO MI FA SCHIFO , IL PROBLEMA E’ CHE AVRO’ BISOGNO DI CURE, MA SOPRATTUTTO DI ASSISTENZA

ATTILIO/ E QUESTO CHE C’ENTRA CON IL BRASILE?

PADRE/ HO PENSATO CHE SAREBBE STATO MEGLIO AVERE QUALCUNO CHE CITENGA A TENERMI IN VITA PIU ALUNGO POSSIBILE , E PER QUESTO HO SCELTO LUIZA , SARA’ LEI A OCCUPARSI DI ME

LUIZA/  ATTILIO, TUO PADRE MOLTO GENEROSO, LUI MIO SALVATORE

ATTILIO/ SI CHIAMA VITTORIO NO SALVATORE….  PAPA’ MA PERCHE’ HAI SCELTO

LEI CHE CONOSCI DA DUE MESI, E NON TUO FIGLIO

PADRE/ ATTILIO….NON TE LA PRENDERE, MA DICIAMOCI LA VERIT A’, TU MI VUOI

BENE E’ VERO MA…MA TRA QUALCHE ANNO IO NON SARO’ PIU’ IN GRADO DI MUOVERMI E DI ESSER AUTONOMO, CON TUTTA LA BUONA VOLONTA’ SONO SICURO CHE TEMPO UN MESE, E TU MI PORTERESTI IN UNO OSPIZIO , IN UNA CLINICA O QUALCOSA DEL GENERE,

ATTILIO/ GRAZIE PER LA FIDUCIA

PADRE/ NON C’ENTRA NIENTE LA FIDUCIA, NON VOGLIO MICA ROVINARTI LAVITA E SE LO VUOI SAPERE NON TI DO’ NEMMENO TORTO , IN FONDO CHE TE NE FAI DI UN VECCHIO SU UNA SEDIE A ROTELLE CHE NON PARLA, NON SI MUOVE CHE DEVI DARE A MANGIARE , E PORTARE PURE AL CESSO

ATTILIO/ BEH SI DAL CASO CHE QUEL VECCHIO E’ MIO PADRE

LUIZA/ ATTILIO TU NON PREOCCUPE IO DARE DA MANGIARE , IO PULIRE,IO PORTARE VITTORIO ANCHE AL CESSO, FARE TUTTO IO

ATTILIO/ E COME NO, FAI TUTTO TU, QUESTO L’HO CAPITO,MA IN CAMBIO DICHE COSA?

PADRE/ IN CAMBIO DELLA MIA PENSIONE, IN BRASILE CON LA MIA PENSIONEDARO’ DA VIVERE A LEI E TUTTA LA SUA FAMIGLIA, LI TOLGO DALLA BARACCA

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


56

DOVE VIVONO E LI PORTO TUTTI IN UNA CASA DECENTE …PRIMA DI MORIRE HO VOLUTO FARE UN’OPERA DI BENE, E’ IL MIO BIGLIETTO PER IL PARADISO… QUANDO NON CI SARO’ PIU’ LUIZA SI PRENDERA’ LA MIA PENSIONE DI REVERSIBILITA’ , PER QUESTO L’HO SPOSATA

LUIZA/ COSI’ IO GRAZIE A VITTORIO POTRO’ CONTINUARE A SOSTENEREMIA FAMIGLIA, E NON LAVORARE PIU’, ANCHE QUANDO LUI ANDARE IN PARADISO, MA TU NON PREOCCUPE, PERCHE’ IO PORTARE TUTTI I GIORNI FIORI AL CIMITERO

PADRE/ E QUESTO E’ TUTTO

ATTILIO/ TUTTO? COME TUTTO? E LA CASA? LA CASA CHE FINE FA?

PADRE/ AH TU E QUESTA CASA, E’ UN’OSSESSIONE , RINGRAZIA DIO CHE STAIIN SALUTE TU , TUA MOGLIE E SOPRATTUTTO I TUOI FIGLI, CHE E’ LA COSA PIU’ IMPORTANTE , E COMUNQUE PUOI STARE TRANQUILLO, HO MESSO TUTTO A POSTO, MAI NESSUNO TI POTRA’ CACCIARE’ DA QUESTA CASA

ATTILIO/ AH FINALMENTE L’HAI FATTO, GRAZIE PAPA’ ( lo abbraccia) LO SAPEVOCHE ALLA FINE NON MI AVRESTI DELUSO

AMALIA/ ROCCO STA VENENDO , SI STAVA FACENDO LA DOCCIA, , NELFRATTEMPO VI HO PREPARATO UN CAFFE’

PADRE/ AH GRAZIE , UN CAFFE’ LO PRENDO VOLENTIERI E DOPO IL CAFFE’ CIMANGIAMO LA TORTA

ATTILIO/( contento) AMALIA MIO PADRE E LUIZA SI SONO SPOSATI, VANNO AVIVERE IN BRASILE , MAGARI L’HANNO PROSSIMO LI ANDIAMO A TROVARE COSI’ APPROFITTIAMO E CI VEDIAMO IL BRASILE CHE DICI?

PADRE/ MA CERTO PERCHE’ NO, ADESSO CE LI FATE GLI AUGURI

AMALIA/ ATTILIO AUGURI

ROCCO/ ( la solita entrata rap ) GLI AUGURI TUTTO L’ANNO/ LA FESTA CONL’INGANNO/VI GUARDO E MI DOMANDO/ E’ VERO O STO SOGNANDO/

LUIZA/PADRE/  BRAVO ROCCO, ( applaudono)

AMALIA/ MANGIAMOCI LA TORTA (prepara insieme a luiza)

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


57

ROCCO/ NONNO COMPLIMENTI, HO SAPUTO CHE TI SPOSI, SONO PROPRIOCONTENTO PER TE, POI MAGARI UN GIORNO MI SPIEGHI COME HAI FATTO

ATTILIO/ TE LO SPIEGO IO COME HA FATTO… ADESSO OLTRE AGLI AU GURI, SALUTA IL NONNO E LUIZA CHE PARTONO PER IL BRASILE

ROCCO/ GRANDE….NONNO TE NE VAI IN BRASILE ,

ATTILIO/ SI PERO’ ADESSO NON FARE NESSUNA SAMBA

ROCCO/ PAPA’ MA QUALE SAMBA, QUELLA LA FA IL NONNO ,IO FACCIO IL RAP ( cantato) BRASILE E’ UNA MAGIA/ COME LA VOCE MIA/ BELLA E RITMATA/E’

PROPRIO UNA FICATA/

LUIZA/ ( applaude) BRAVO ROCCO

ROCCO/ ( continua) NON E’ IPOCRISIA/ E’ LA STORIA MIA/ TI DICO UNA BUGIA/ E TUMI SCAPPI VIA/

PADRE/ ATTILIO QUESTO RAGAZZO FARA’ STRADA…

ATTILIO/ E COME NO, I CHILOMETRI…

ROCCO/ NONNO AUGURI, ( li bacia) FATE BUON VIAGGIO E MI

RACCOMANDO NON TI STANCARE TROPPO…LUIZA, TRATTA BE NE MIO NONNO

LUIZA/ TU NON PREOCCUPE IO TRATTARE MOLTO BENE VITTORIO

PADRE/ UE’ ROCCO MI RACCOMANDO, QUANDO SCRIVI UNA NUOVA CANZONE,,MANDAMELA SU WHATSAPP COSI’ ME LA SENTO,

ROCCO/ CI PUOI CONTARE NONNO, PAPA’ IMPARA DAL NONNO….

ATTILIO/ ROCCO VUOI ANDARE PURE TU IN BRASILE PER CASO?

ROCCO/ NON E’ ANCORA IL MOMENTO , DEVO PRIMA SFONDARE IN ITALIA, POIPENSIAMO ALL’ESTERO, IO MI RITIRO… (esce)

AMALIA/ VAI, VAI, A MAMMA’ RITIRATI

ATTILIO/…. AMALIA QUESTO STA PEGGIORANDO

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


58

PADRE/ MA CHE PEGGIORANDO, , LASCIALO SOGNARE, I SOGNI FANNO BENEALL’ANIMA

ATTILIO/ E MALE ALLA TASCA

LUIZA/ VITTORIO ADESSO NOI SALUTARE E ANDARE

PADRE/ HAI RAGIONE, L’AEREO NON CI ASPETTA , SALUTIAMOCI, PERO’ SENZAPIANGERE,

LUIZA/ CIAO AMALIA , CIAO ATTILIO ( si salutano con un bacio)

ATTILIO/ GODIAMOCI LA VITA FINCHE’ DURA, E NON PENSIAMO ALLE COSEBRUTTE TANTO PER QUELLE NON CI POSSIAMO FARE NIENTE, ( si salutano)

ATTILIO/ PAPA’ QUANDO ARRIVI IN BRASILE , CHIAMAMI

LUIZA/ TU NON PREOCCUPE , IO CHIAMARE TE (escono)

AMALIA/  BUON VIAGGIO…..MA COME SI E’ SPOSATO ….E POI PER CHE’ SE NE VA

IN BRASILE, TE L’HA DETTO?

ATTILIO/ MI HA DETTO CHE E’ MALATO E CHE HA BISOGNO DI QUALCUNO CHE SIPRENDE CURA DI LUI, PER MIO PADRE IO L’AVREI MESSO IN UN’OSPIZIO, COSI SI E’ SPOSATO LUIZA PER RICEVERE ASSISTENZA, IN CAMBIO DELLA SUA PENSIONE ,

AMALIA/ E LA CASA?

ATTILIO/ TUTTO A POSTO , NESSUNO MAI CI CACCERA’ DA QUESTA CASA

AMALIA/ ALLORA HA FATTO BENE, PERCHE’ IN OSPIZIO TU CE LO METTEVI DISICURO

ATTILIO/ PERCHE’ TU NO?

( bussano la porta)

arriva Vitor Aliende de Olivera ( il pappone di luiza, oppure Cecilia purga de Olivera, la maitresse)

ATTILIO/ DEVE ESSERE GIACINTA ( apre)

AMALIA/ ATTILIO APRI TU CHE IO PORTO TUTTO IN CUCINA ( tazze e torta, esce)

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


59

ATTILIO/ SPERIAMO CHE STA CALMA ( apre)

VITOR/ SALVE SONO VITOR ALIENDE DE OLIVERA, POSSO ENTRARE?SONO UN PARIENTE DI LUIZA

ATTILIO/ SIETE UN PARENTE DI LUIZA ALLORA PREGO, ( entra) MI DISPIACE MAAVETE FATTO TARDI , GLI SPOSINI SONO GIA’ ANDATI VIA

VITOR/ LO SO, SONO PARTITI PER IL BRASILE , MA IO NON SONO VENUTO PERLORO, IO SONO VENUTO PER VEDERE LA CASA

ATTILIO/ LA CASA? QUALE CASA?

VITOR/ QUESTA QUA , SUO PADRE , MAI FTTA VEDERE CASA , LUI SEMPRE DIREA ME , NON E’ POSSIBILE COSI’ IO CROMPARE SULLA PAROLA, MA ADESSO CHE LUI PARTITO, IO FINALMENTE POTERE VEDERE MIA PROPRIETA’

ATTILIO/ MA DI QUALE PROPRIETA’ STATE PARLANDO SCUSATE?

VITOR/ IO PORTARE A TE CONTRATTO DI VENDITA FIRMATO DA TUO PADRE,LEGGI, LEGGI TUTTO REGOLARE

ATTILIO/( legge) UH GESU’ SANTA GIACINTA E MARIA ADDOLORATA, MIO PADRESI E’ VENDUTO LA CASA …MA COME? AVEVA DETTO CHE NES SUNO MAI MI AVREBBE CACCIATO DA QUESTA CASA ( continua a leggere)

VITOR/ AH QUESTO ESSERE VERO, LUI VENDUTO ME CASA, MA CONTRATTODICE CHE IO POSSO PRENDERE CASA SOLO DOPO MORTE TUA E TUA MUGLIERA, QUANTI ANNI AVERE TU E TUA MUGLIERA?

ATTILIO/ UH GESU’ MI SENTO MALE, MA PERCHE’ TI HA VENDUTO LA CASA?

VITOR/ LUI RISCATTATO LUIZA, LEI COSTARE MOLTO CARO, TU HAI VISTO LUIZA?LEI BELLA, MOLTO BELLA, LEI FRUTTARE MOLTO BENE A ME, COSI’ LUI OFFERTO CASA, IN CAMBIO DI LIBERTA’ DI LUIZA

ATTILIO/ ALTRO CHE PARENTE , SEI IL PAPPONE DI LUIZA,

VITOR/ OK ADESSO TU CAPIRE, TUO PADRE ESSERE UOMO BUONO, IO NON SOPORCHE’ HA FATTO QUESTO PER LUIZA,

ATTILIO/ LO SO IO IL PORCHE’, E’ IL SUO BIGLIETTO PER IL PARADISO

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com


60

VITOR/ IO NON CAPIRE, LO STESSO, VABBE’ NON FA NIENTE, COPIACONTRATTO TE L’HO DATA , ADESSO IO POSSO ANCHE ANDARE, ASTA LA VISTA E BUENA SUERTE ( esce)

ATTILIO/ MA VAFFANCULO…. A PENSARE CHE GLI AVEVO PURE CREDUT O….

ROCCO/ ( con le cuffie attraversa la scena senza salutare ed esce, nel mentre si chiude ilsipario) COMPRATI IL BIGLIETTO/ VIENI AL MIO CONCERTO/ IL TEMPO NON ASPETTA/ LA VITA PASSA IN FRETTA/ IL TEMPO NON ASPETTA/ LA VITA PASSA IN FRETTA/

FINE

VOGLIO ANDARE IN PARADISO

Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

Cod. SIAE 927002/A – http://www.orestedesantis.com

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 2 volte nell' ultimo mese
  • 10 volte nell' arco di un'anno