West Side Story

Stampa questo copione

WEST SIDE STORY

PROLOGO

(Strumentale)

ØIl prologo appena accennato per pochi minuti. Subito al centro (con faro singolo puntato su Tony)

QUALCOSA ARRIVERA’

(Tony)

ØBuio. A sinistra il negozio di abiti da sposa con manichino, sedia, specchio e consolle (Anita è seduta a cucire e Maria in piedi in vestaglia).

MARIA              

(mostrando le forbici) Por favor, Anita, fammi la scollatura più bassa ...

ANITA

Smettila, Maria !

MARIA

Un centimetro ... che sarà mai un centimetro ?

ANITA

Troppo !

MARIA

(esasperata) Anita, questo è un vestito per andare a ballare, non per inginocchiarsi davanti all’altare ! (si inginocchia e fa il segno della croce)

ANITA

Con quel genere di ragazzi cominci ballando e finisci inginocchiata ...

MARIA

Querida, un centimetro, solo un centimetro ...

ANITA

Bernardo mi ha fatto promettere che ...

MARIA

Ahi, Bernardo ! E’ da un mese che sto qui ... e che svaghi ho avuto ? A cucire tutto il giorno e dormo tutta la notte ... perchè il mio bel fratello mi ha fatto venire qui ?

ANITA

Per sposare Chino

MARIA

Chino ? Quando lo guardo non succede niente ...

ANITA

E che cosa dovrebbe succedere ?

MARIA

Non lo so : qualcosa ! Che succede quando guardi Bernardo ?

ANITA

E’ quando non lo guardo che succede ...

MARIA

Credo proprio che dirò a papà e mamma quello che avete fatto tu e Nardo al cinema ...

ANITA

E io ti faccio a pezzi il vestito !

MARIA

No, basta che tu faccia la scollatura più giù ...

ANITA

L’anno prossimo ...

MARIA

L’anno prossimo sarò sposata e non importerà a nessuno se è su o giù ...

ANITA

Giù fino a dove ?

MARIA

Giù fino a qui ... (Anita fa segno di no con la testa) ... odio quel vestito !

ANITA

E allora non metterlo e non venire al ballo con noi stasera ...

MARIA

(spaventata) Non venire ? (afferra il vestito strappandolo di mano) Non potremmo almeno tingerlo di rosso ?

ANITA

No, non si può ! (aiutando Maria ad indossarlo)

MARIA

Il bianco è per le bambine ... io sarò l’unica là dentro vestita di bianco ...

ANITA

E allora ?

MARIA

(guardandosi allo specchio) Ah ... sì ... è un vestito bellissimo ... Ti voglio bene (e l’abbraccia)

ØEntra Bernardo

BERNARDO

Siete pronte ?

MARIA

Entra Nardo ... (indicando il vestito) ... non è bello ?

BERNARDO

(guardandola solo negli occhi) Sì ... (la bacia) molto !

ANITA

Non ho sentito molto bene ...

BERNARDO

(baciando Anita diversamente) Bellissimo ...

(le stringe tutte e due insieme contemporaneamente) Le mie donne !

MARIA

Nardo, è molto importante che io mi diverta questa sera al ballo ...

BERNARDO

Perchè ?

MARIA

Perchè questa sera segnerà l’inizio della mia vita come vera signorina americana !

ØBuio. Cambio scena. Al centro una panchina. Musica “MAMBO” in sottofondo. Dal fondo escono Tony e Maria per mano e si dirigono verso la panchina per poi sedercisi.

TONY

Ti stai chiedendo se sono qualcun altro ...

MARIA

So che non lo sei ...

TONY

O se mi ha incontrato prima ...

MARIA

So che non è così ...

TONY

Lo sentivo ... sapevo che stava per accadere qualcosa ... ma tutto questo è ...

MARIA

Ho le mani fredde ... (lui le prende le mani tra le sue) ...anche tu ... ora sono così calde ...

TONY

Anche le tue ...

MARIA

Sì ...

TONY

Non posso ancora crederci ... Mi stai prendendo in giro ?

MARIA

Non ho ancora imparato a scherzare su queste cose e ora so che non lo farò ...

ØEntra Bernardo dal fondo minaccioso.

BERNARDO

Vattene a casa, americano !

TONY

Calmati, Bernardo ...

BERNARDO

Sta lontano da mia sorella !

TONY

... sorella ?

BERNARDO

(a Maria) Non hai visto che è uno di loro ?

MARIA

(a testa bassa) No, ho visto solo che era lui ...

BERNARDO

C’è una sola cosa che vogliono da una ragazza portoricana !

TONY

Non è vero ... (a Maria) ... non ascoltarlo ...

BERNARDO

Lei ascolterà prima di tutto suo fratello ... (a Maria) ... ti avevo messo in guardia ...

ØEntrano sempre dal fondo Anita e Claudia.

BERNARDO

(a Claudia) Portala a casa, per favore

MARIA

Nardo, ma è il mio primo ballo ...

BERNARDO

Per favore, fallo per la famiglia, Maria, và !

CLAUDIA

Vieni, Maria ...

TONY

Maria ...

ØClaudia e di seguito Maria escono a sinistra. Bernardo e Anita escono a destra. Rimane in scena al centro solo Tony.

MARIA

(Tony)

ØFinita la canzone mentre Tony porta via la panchina. La scena si sposta sul blocco centrale appartamento/scala : Maria è già sopra. Tony rientra velocemente per dirigersi sotto il balcone.

TONY

(cantando) Maria, Maria ...

MARIA

Sshh ...

TONY

Maria !

MARIA

Zitto ...

TONY

Vieni giù ...

MARIA

No !

TONY

Maria ...

MARIA

Per favore ... Se Bernardo ...

TONY

E’ al ballo ... vieni giù ...

MARIA

Tra poco porterà a casa Anita ...

TONY

Solo per un minuto ...

MARIA

Un minuto non basta ...

TONY

Per un’ora ...

MARIA

Non posso ...

TONY

Per sempre !

IL PADRE

(da fuori scena) Maria !

MARIA

Un momento, papà ...

TONY

(salendo) Maria, Maria ...

MARIA

Scendi ... (lo trattiene per non farlo salire) ... Sshh ...

TONY

(le prende la mano) Sshh ...

MARIA

E’ pericoloso !

TONY

Io non sono uno di loro ...

MARIA

Lo sei ... ma per me non lo sei ... come io non sono una degli altri ...

TONY

Per me sei tutto quello che ... (Maria gli copre la bocca con la mano)

IL PADRE

Maruca !

MARIA

Sì, ya vengo, papà ...

TONY

Maruca ?

MARIA

Lui mi chiama così ...

TONY

Mi piace tuo padre ... e io piacerò a lui ...

MARIA

No ! Lui è come Bernardo : ha paura ... (ridendo) ... figurati, aver paura di te

TONY

Vedi ?

MARIA

(toccando il suo viso) Io vedo solo te ...

TONY

Sì me soltanto ...

DUETTO AL BALCONE

(Tony - Maria)

ØBuio. A destra la casa di Anita con finestra che da sul balcone un tavolo e due sedie. In scena per il momento solo Anita – Bernardo – Cerissa – Claudia.

BERNARDO

(guardando fuori dalla finestra verso il balcone di Maria) Maria ?

ANITA

Ha una madre e anche un padre !

BERNARDO

Loro ne sanno quanto lei di questo paese ...

ANITA

E tu, non ne sai proprio niente ! Qui le ragazze sono libere di divertirsi ... lei è in A-ME-RI-CA adesso !

BERNARDO

Ma Porto Rico è in A-ME-RI-CA adesso !

ANITA

(disgustata) Ai !

BERNARDO

(innamorato) Anita Josefina Teresita ...

ANITA

Semplicemente Anita !

BERNARDO

... Beatriz del Carmen Margarita ...

ANITA

Immigrante !

BERNARDO

(tirandola verso sè) Grazie a Dio non puoi cambiarti i capelli ...

(a Claudia) Com’era Maria quando l’hai portata a casa ?

CLAUDIA

(con voce sommessa) Tutto a posto

ANITA

Nardo, stava solo parlando ...

BERNARDO

Con un americano che in realtà è un polaco ...

ANITA

Fai sentire le doppie ...

BERNARDO

Non sei molto carina ...

ANITA

Quel Tony lo è ...

CERISSA

E lavora !

CLAUDIA

Fa il fattorino ...

ANITA

E Chino cosa fa ?

CLAUDIA

Fa il commesso ...

BERNARDO

Sì, ma Chino guadagna la metà di quello che guadagna il polacco ... un polacco è un americano ...

ANITA

Ai ... ecco qua l’interesse ...

BERNARDO

Il padre di Tony ...

ANITA

(lo interrompe con una cantilena ironica che Anita ha già sentito più volte) ... è nato in Polonia, la madre in Svezia ma Tony è nato in America perciò è americano ... e noi ? ... stranieri ...

CERISSA

Pidocchi !

ANITA-CERISSA

Cimici !

BERNARDO

E’ la verità ... ma vi ricordate come eravamo quando siamo arrivati ? Avremmo mai pensato di voler tornare indietro ?

ANITA

No ! Eravamo pieni di voglia di imparare ... con il cuore in mano ...

CERISSA

Con le braccia aperte ...

BERNARDO

Tu avevi le gambe aperte ...

CERISSA

Porco ! (e gli dà uno schiaffo) Ritornerai a Porto Rico in manette ...

BERNARDO

Io ci ritornerò in Cadillac ...

CLAUDIA

Con l’aria condizionata ...

BERNARDO

Con il bar incorporato ...

CLAUDIA

Il telefono ...

BERNARDO

La televisione ...

CLAUDIA

... a colori ...

BERNARDO

E un gigantesco letto matrimoniale (afferra Anita) Andiamo !

ANITA

(imitandolo nel gesto e nella voce) Andiamo !

BERNARDO

Aspettami dopo il consiglio !

ANITA

(imitandolo) Aspettami dopo il consiglio !

BERNARDO

Beh, mi aspetti o non mi aspetti ?

ANITA

Tu hai il tuo importantissimo consiglio di guerra ... scegli ... il consiglio o me ?

BERNARDO

Prima uno e poi l’altra ...

ANITA

E no ! Sono una ragazza americana, adesso ! Non aspetto !

BERNARDO

(a Claudia) A Porto Rico le donne sanno dov’è il loro posto !

ANITA

A Porto Rico i ragazzini non fanno consigli di guerra

BERNARDO

Ma qui sì ! Tu vuoi che io diventi americano ? (si inchina) Buenas noches Anita Josefina del Carmen eccetera eccetera (si avvicina a Anita)

ANITA

(respingendolo) Lasciami in pace ... lasciami ! Se ti senti un emigrante, resterai sempre un emigrante ...

BERNARDO

(alle altre due) Ehi, guardate, invece dei capelli gli hanno lavato il cervello ...

ANITA

E smettila !

BERNARDO

Ha mollato Porto Rico e si è presa una cotta per lo zio Sam ...

ANITA

(intanto escono le altre tre ballerine dal fondo) E no ! Questo non è vero ...

AMERICA

(Anita – Bernardo - Coro)

ØBuio. La scena si sposta sulla sinistra sempre nel negozio di abiti da sposa. In scena Anita e Maria.

ANITA

Se n’è andata ... quella valigia vecchia se n’è andata ...

MARIA

Bene !

ANITA

La giornata è finita e la prigione è aperta ... Coraggio Maria, andiamocene ...

MARIA

Vai avanti, querida. Devo finire ... non ti preoccupare chiudo io ...

ANITA

Finirai domani ! Vieni ?

MARIA

Ma io non ho fretta ...

ANITA

Io sì ... vado a casa a farmi un bel bagno di schiuma profumata ... orchidea nera ...

MARIA

Non mangi ?

ANITA

Dopo la rissa con Nardo ...

MARIA

(irritata) Quella rissa ! Perchè la devono fare ?

ANITA

Non li vedi come ballano ? Come se dovessero liberarsi di qualcosa alla svelta e quindi si battono ...

MARIA

Liberarsi di cosa ?

ANITA

Bah, della troppa vitalità ... e non ci riescono sempre ... ti assicuro che dopo una rissa tuo fratello è più in forma di prima ...

E’ deciso : orchidea nera !

ØEntra timidamente Tony

TONY

Buenas noches !

ANITA

(con ironia a Maria) Vai avanti, querida ! Chiudo io !

(a Tony) E’ presto per dire noches ... Buenas Tardes

TONY

Gracias ... Buenas Tardes

MARIA

(in difficoltà) Sai, è venuto per portarmi dell’aspirina ...

ANITA

Ne avrete bisogno ...

TONY

No, noi no ! Stiamo bene e siamo fuori dal mondo ...

ANITA

Siete fuori di testa ...

TONY

Siamo sospesi in aria ...

MARIA

Anita, lo puoi capire ... non lo dirai a nessuno, vero ?

ANITA

Dire cosa ? Che ne so io che succede per aria sopra la mia testa ... (a Maria) ... sarà meglio che torni a casa tra un quarto d’ora ! (esce)

TONY

Stai tranquilla, ci vuole bene ...

MARIA

Ma lei è preoccupata ... e anch’io lo sono ... vai a quella rissa stasera ?

TONY

No

MARIA

TONY

Perchè ?

MARIA

Devi andare per fermarli

TONY

L’ho già fermati ... sarà solo un combattimento leale

MARIA

Qualsiasi combattimento è un male per noi

TONY

Maria, niente è male per noi

MARIA

Sta zitto e ascoltami ... tu devi andare a fermarli

TONY

Lo farò

MARIA

Lo puoi fare ?

TONY

Non vuoi neppure un combattimento leale ?

MARIA

No

TONY

E allora non ci sarà nessun combattimento

MARIA

Ti credo

TONY

Maria, questa sera verrò a casa tua

MARIA

Non puoi venire, mia madre ...

TONY

E allora ti porterò a casa mia ...

MARIA

Tua madre ...

TONY

(prendendo uno dei due manichini) Uscirà dalla cucina correndo per venirti incontro ... lei ci vive in cucina

MARIA

Vestita così elegante ?

TONY

Le ho detto che venivi tu ... Ti guarderà in viso e tenterà di non sorridere e dirà: magra ma carina

MARIA

Lei è pienotta, scommetto ?

TONY

Grassa

MARIA

Io ho preso da mia madre, ossatura piccola ... (Tony bacia Maria) ... Oh no, davanti alla mamma (Tony gira il manichino e Maria ne prende un altro)

MARIA

Mi piacerebbe papà vestito così ... la mamma gli farà chiedere se hai dei progetti, se vai in chiesa ... ma papà ... a papà potresti piacere

TONY

(si inginocchia davanti al manichino del padre) Posso chiedere la mano di sua figlia ?

MARIA

Dice di sì

TONY

Gracias

MARIA

E tua madre ?

TONY

Ho paura di chiederglielo

MARIA

Dille che non acquista una figlia ma che si sbarazza di un figlio

TONY

Dice di sì (sposta il manichino verso il centro della scena)

MARIA

Ha buon gusto (sposta il manichino verso il centro della scena)

LA MANO IO TI DO

(Tony - Maria)

STANOTTE

(Tony – Maria – Anita – Bernardo – Coro)

FINE PRIMO ATTO

SECONDO ATTO

·Inizia il secondo atto sulla sinistra nel negozio di abiti da sposa che nell’intervallo si trasforma nella camera di Maria. Letto, comodino, specchio e sedia.

CLAUDIA

Questa è la mia ultima sera da bionda ...

CERISSA

Nessuna perdita !

CLAUDIA

Un guadagno ! L’indovina ha detto a Pepe che una signora bruna stava per entrare nella sua vita ...

CERISSA

Ecco perchè non ti vorrà dopo la rissa ...

MARIA

Non ci sarà una rissa ...

CERISSA

Un’altra indovina ...

CLAUDIA

(a Maria) Dove ti porta Chino dopo la rissa che non ci sarà ?

MARIA

Chino ... non mi porta da nessuna parte

CERISSA

Allora ti stai preparando per noi ? (ironica) Gracias, querida ! (e le fa un inchino)

MARIA

No, non è per voi ... sapete tenere un segreto ?

CLAUDIA

I segreti sono il mio forte ...

MARIA

(eccitata) Questa notte sarà la mia notte di nozze ...

CLAUDIA

La poverina è uscita di senno ...

MARIA

Sì, sono pazza !

CERISSA

Potrebbe esserlo ... in un certo senso sembri ... diversa !

MARIA

Lo sembro ?

CERISSA

E credo che tu stia in piedi per qualcosa, stanotte ...

MARIA

(rivolta a Claudia) Lo sono ?

CLAUDIA

(ironica) Lo sembro ? Lo sono ? Ma cosa ti succede ?

MI SENTO BELLA

(Maria – Claudia - Cerissa)

·Buio. Finita la canzone le due amiche escono di scena. Invece dell’ingresso di Chino che comunica la notizia ... arriva un biglietto.

UN POSTINO

Maria

MARIA

Sono qui ...

UN POSTINO

Ti lascio un biglietto ... è per te !

MARIA

Grazie ... arrivo subito !

·Rientra piangendo. E’ una lettera di Chino che le scrive, tra l’altro che  “... Tony ha ucciso tuo fratello ... “

MARIA

(inginocchiandosi ... è disperata) Santa Maria, fa che non sia vero ... per favore fa che non sia vero ... Madre di Dios ... farò qualsiasi cosa ... fammi morire, ma per favore ... fa che non sia vero ... non puede ser ... fa che non sia vero ...

·Entra Tony. Ha la camicia strappata e sporca.

MARIA

(si alza velocemente e lo aggredisce con quattro pugni sul petto) Assassino ! Assassino ! Assassino ! Assassino (e piange a testa bassa)

TONY

Ho cercato di fermarli ... ho tentato ... non so come sia successo ... Io volevo solo ... non volevo ... Non sapevo di avere ... Ma Riff ... Riff era come un fratello ... e così quando Bernardo lo ha ucciso ... (alza la testa di scatto) neanche Nardo voleva ...

Oh, lo so che non voleva ... oh no ... non sono venuto per dirti questo ... solo perchè tu mi perdoni così che possa andare alla polizia ...

MARIA

No !

TONY

Sarà più facile ...

MARIA

No ! No !

TONY

Farò tutto ciò che vorrai ...

MARIA

Resta ... resta con me ...

TONY

Quanto ti amo ...

MARIA

Stringimi ...

TONY

Andrà tutto bene ... lo so ... adesso siamo davvero insieme

MARIA

Ma non è colpa nostra ... E’ tutto quello che ci sta intorno ...

TONY

E allora troveremo un posto dove niente ci possa toccare ... niente e nessuno ...

SEMPRE

(Tony - Maria – Una Voce ?)

·Buio. Pronta ad entrare Anita. Maria e Tony sono ancora a letto.

ANITA

(trattenendo le lacrime) Maria ! ... Maria !

Maria, sono Anita. Perchè hai chiuso a chiave ?

MARIA

Non sapevo di aver chiuso ...

ANITA

Apri. Ho bisogno di te ...

MARIA

(a Tony) Adesso hai paura anche tu ?

ANITA

(non capisce) Cosa ?

MARIA

Un momento !

TONY

(sottovoce) Fuggiamo. Troverò i soldi. Ci vediamo al negozio ! (ed esce dal retro)

MARIA

(sottovoce) Va bene !

ANITA

Maria !

MARIA

Sto arrivando, Anita !

TONY

Ti aspetterò là (la bacia ed esce dal retro)

·Anita entra e vede il letto disfatto.

MARIA

E va bene : adesso lo sai !

ANITA

(con ferocia) Ancora non l’hai capito ? Tony è uno di loro !

UN UOMO CHE TI FA SOFFRIRE – HO SOLO LUI

(Anita - Maria)

·No buio. Entrambe rimangono in scena.

ANITA

(a bassa voce) Chino ha una pistola ... ha mandato i ragazzi in giro a cercare Tony ...

MARIA

Se fa del male a Tony ... Se lo tocca ... Ti giuro che lo ...

ANITA

(pungente) Gli farai quello che Tony ha fatto a Bernardo !

MARIA

Io amo Tony !

ANITA

Ti capisco. Io amavo Bernardo !

·Buio. Scena finale al centro del palcoscenico. Entra Tony girandosi attorno ... è disperato !

TONY

Chino ? Hai ammazzato Maria ... Me l’ha detto Anita ... Su ammazza anche me ! Vieni a prendermi, maledetto ! Chino ! Chino, ti sto chiamando ! Coraggio, Chino ! Non c’è nessuno qui con me! Vieni avanti !

Ti prego, sparami ! Ti sto aspettando ! Voglio che tu mi ...

·Entra Maria

TONY

Maria ... Maria !

MARIA

Tony !

·Buio. Faro puntato sul fondo scena. Da fondo scena esce un braccio con una pistola. Mentre i due si avvicinano per abbracciarsi si sente un colpo di pistola ; la pistola cade a terra e il braccio scompare velocemente.

TONY

(da terra con un filo di voce) Maria, non l’ho creduto abbastanza ...

MARIA

(lei è di fianco a lui in ginocchio e lo accarezza) Amare è già abbastanza ...

TONY

Non qui ... non ci lasceranno amare ...

MARIA

E allora ce ne andremo ...

TONY

Sì ... possiamo ... lo faremo ...

MARIA

(canta senza orchestra)

LA’ PER MANO TI PORTERO’  E CON TE ACCANTO IO VIVRO’ ... SEMPRE ... CREDI

(lo accarezza per l’ultima volta nella labbra ... si alza va a prendere la pistola e la punta verso il pubblico)

State indietro ... Come si usa questa pistola ... Basta spingere il grilletto ... Quante pallottole ci sono rimaste ... Bastano per te ... Per te ... Per tutti voi ... Tutti l’avete ucciso e anche mio fratello e Riff ... Non con proiettili e con pistole ... con l’odio ... Beh, adesso posso uccidere anch’io adesso, perchè anch’io odio ... Quanti ne posso uccidere ... Quanti ... Purchè rimanga una pallottola per me ... Non toccatelo ...

(si china su di lui) Te adoro,  Anton (e lo bacia)

·Buio a sfumare.

FINALE

(Strumentale)

FINE

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 1 volte nell' ultimo mese
  • 1 volte nell' arco di un'anno