4268 – Il soldato Schweyk alla II guerra mondiale

Stampa questo copione

4 2 6 8

IL SOLDATO SCHWEYK ALLA IIa GUERRA MONDIALE

Adattamento scenico di Elli Maurizio all’opera di B. Brecht

PREFAZIONE:

E’ utile una prefazione a questo breve monologo “riadattato”.

E’ tratto da un lavoro di Bertolt Brecht, SCHWEYK NELLA SECONDA GUERRA MONDIALE, ed

èun insolito Brecht. E’ uno dei suoi rarissimi momenti di teatro comico, con battute piene d’ironia, verso la Germania nazista, con cui il bravo soldato Schweyk spiega come…

Ma questo lo scoprirete passo dopo passo.  A dopo!

# ---  LA SCENA: STAZIONE FERROVIARIA, IL SOLDATO SCHWEYK A UN COMMILITONE…

SCHWEYK: – (CON LAVAGNA E GESSO IN MANO, AL SOLDATO) DEVI imparare a memoria quel numero, se no va a finire in Baviera il vagone sbagliato, ASINO!?! DEVI mettertelo bene in testa! Adesso non si usa più scrivere col gesso sui vagoni, la città di destinazione, perché i sabotatori fanno presto a cancellarli e poi gli scrivono su gli indirizzi sbagliati!! Capito?!?! Che numero è?: 4268, vero o no?

# --- IL SOLDATO GUARDA STUPITO E POI RIPETE… SOLDATO: - Sì vero… 4268, 4268, 4268

SCHWEYK: – Sì certo, vero! Però non c'è bisogno che lo ripeti per mezz'ora con la bocca così… 4268, 4268, 4268!

Adesso t’insegno IO come DEVI fare! L'ho imparato da uno che era impiegato all'Ufficio dove danno le licenze di Commercio; e che glielo stava spiegando a un merciaio ambulante che non riusciva a ricordarsi il suo numero. Adesso facciamo la prova col tuo numero, cosi vedi subito che facile che è. Allora: 4268. La prima cifra è un quattro, la seconda un due. Comincia a prender nota di 42. cioè: due per due che è la prima a partire da sinistra: che fa quattro; e poi diviso due: che fa due; ed ecco che abbiamo di nuovo belli in fila quattro e due. Adesso nonspaventarti… Quanto fa quattro per due? Otto, vero o no?

SOLDATO: - (UN PO’ SCONCERTATO E CON LO SGUARDO SPENTO…) Vero…

SCHWEYK: – Quindi, cerca di tener bene a mente che l'otto che si trova nel numero 4268 è l'ultimo della fila; ed ecco che ormai ti DEVI solo ricordare che la prima cifra è quattro, la seconda un due e la quarta un otto, adesso, resta solo da trovare un bel trucco per ricordarsi il sei che sta prima dell'otto. (CON IL VISO RAGGIANTE) Facilissimo! La prima cifra è un quattro,la seconda è un due; quattro più due fa sei. Vero??

SOLDATO: - (SOLDATO ANCORA STUPITO…) Vero…

SCHWEYK: – E qui non ci sonò più dubbi: la seconda cifra dal fondo è sei e quell'impiegato se fosse qui ti direbbe che adesso il numero non te lo dimenticherai più! Vero?!?


#--- [IL SOLDATO HA ASCOLTATO AD OCCHI SBARRATI. LE SUE LABBRA SONO QUASI FERME…] SOLDATO: - Vero…

SCHWEYK: – E potrei anche andare avanti con altri esempi, ma credo proprio che tu abbia capito bene, vero?... (IL SOLDATO E’ SEMPRE A BOCCA CHIUSA E OCCHI SBARRATI) Allora, qual è il numero?...Su avanti! Dai…

#--- IL SOLDATO, SEMPRE PIÙ SMARRITO… SUSSURRA CON VOCE FLEBILE…) SOLDATO: - Non ho capito, scusi mi può ripetere tutto?...

SCHWEYK: – Oh mio Dio… no… Dai su! Prendi il gesso e scrivi: 4268!!!

Ora ti faccio un altro esempio, dai, però metticela tutta, DEVI capire, CAPITO?!?

SOLDATO: - Sì, va bene, sono qui, tutt’orecchi!

SCHWEYK: – Bene, bravo! Ascoltami, e soprattutto stai attento!! Proviamo con questo sistema, sempre insegnato al merciaio ambulante, da quell’impiegato dell’Ufficio dove danno le licenze di Commercio, e vediamo se per te è più semplice. Dai su, lo facciamo con lo stesso numero, prendi il gesso e scrivi 4268. Otto meno due fa sei. Dunque, il sei lo sappiamo già, e si trova tra il due e l’otto. Sei meno due fa quattro. E sappiamo anche il quattro, e diventa il primo numero a sinistra. Mettendoci in mezzo l'otto e il due abbiamo: quattro, due, sei, otto. Hai capito quel che ho fatto?

SOLDATO: - (E IL SOLDATO NON RISPONDE, LO GUARDA E FA UN SORRISO EBETE…)

SCHWEYK: – Ma ora voglio renderti tutto ancora più semplice! Così capirai bene e non ti scorderai più quel numero, vero??

SOLDATO: - (SEMPRE CON SORRISO EBETE…) Vero…

SCHWEYK: – Benissimo! Ecco come ti spiegherò, e non è neanche tanto difficile farlo ancora in

questo altro modo, con le moltiplicazioni e le divisioni. Al risultato ci si arriva così: cerchi di tenere a mente, come direbbe l'impiegato, quello dell’Ufficio licenze, [SORRISO CONVINTO] che 42 per 2 fa 84. L'anno, come tu ben sai, ha dodici mesi. Allora noi sottraiamo 12 da 84, e cosa ci resta??

SOLDATO: - (LO GUARDA E NON SA COSA RISPONDERE…)

SCHWEYK: – Ma dai, è semplicissimo: resta 72. Ora, sottraiamo altri dodici mesi e ci resta 6O.

Quindi abbiamo già un sei sicuro, e lo ZERO lo cancelliamo perché non ci serve.

SOLDATO: - (IL SOLDATO ORA E’ SEMPRE PIU’ PERPLESSO…)

SCHWEYK: – Allora: noi sappiamo 42-6-84, il 42 è quello dal quale siamo partiti per trovare l’84 e dato che abbiamo cancellato lo ZERO, adesso sai cosa facciamo?? (E GUARDA IL SOLDATO…)

SOLDATO: - (LO GUARDA, MA NON SA COSA DIRE…)

SCHWEYK: – Adesso cancelliamo anche il quattro in fondo, come abbiamo cancellato prima lo ZERO, ed ecco che abbiamo trovato di nuovo il nostro numero completo. E più o meno ci si puòarrivare anche con le divisioni. Dunque, qual è il numero?

SOLDATO: - (E IL SOLDATO RIMANE CON GESSO E LAVAGNA TRA LE MANI CON SORRISE EBETE


E INCREDULO… E TENTA DI FARFUGLIARE QUALCOSA… PAUSA, E POI DICE) Forse ho capito, ma mi può aiutare? Non ho capito lo ZERO… (SCONSOLATO)

SCHWEYK: – Non hai capito perché mi guardi e non stai attento! (SECCATO) Non ascolti! Non mi segui!! (POI GIRANDOSI, E COME NON RIVOLGENDOSI PIU’ AL SOLDATO…) Oh no… Questo non ha capito proprio niente… NON E’ POSSIBILE!!! Devo trovare una soluzione!!!

#--- SCHWEYK, ESTRAE LA PISTOLA E LA PUNTA CONTRO IL SOLDATO PER SPARARGLI, POI, UN PO’ “ALLA RIDOLINI”, E’ IL SOLDATO CHE RIESCE A PRENDERE LA PISTOLA E… SI SPARA, STRAMAZZANDO A TERRA. A QUESTO PUNTO, IL SOLDATO SCHWEYK GRIDA.

SCHWEYK: – Truppa!Avanti un altro soldato! Questo non era adatto… E speriamo bene…

#--- LA SCENA SI CHIUDE CON UN NUOVO SOLDATO CHE ENTRA IN SCENA…

FINE

N.B.: per rendere più in sintonia gli attori con quello che stanno recitando è meglio che in scena siano vestiti come militari e con tanto di elmetto. Pezzo da recitare con pronuncia marcatamente e forzatamente “tedesca”.

Email: maurizio.elli@tiscali.it

Blog:  http://eliahilbardo.spazioblog.it/

Cell.   3393259536


    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 0 volte nell' ultimo mese
  • 5 volte nell' arco di un'anno