Il mistero dell’assassino misterioso

Stampa questo copione

IL MISTERO DELL’ASSASSINO MISTERIOSO

IL MISTERO DELL’ASSASSINO MISTERIOSO

 A SIPARIO CHIUSO VA LA MUSICA DEL GIALLO. SI APRE IL SIPARIO E TROVIAMO IL DETECTIVE MALLORY, GRETA,  MARGARETH E ASHTON.

MARGARETH:

Allora, detective Mallory, le dispiacerebbe dire a noi tutti il perché di questa farsa?

MALLORY

Come ben sapete, conduco da qualche giorno, parallelamente alla polizia s’intende, le indagini sull’omicidio della contessa Worthington sua madre, avvenuto per avvelenamento una settimana fa, qui, nel castello. Lavoro che svolgo essenzialmente per l’amicizia che mi lega alla sig.na Grüzenzmeyer.

MARGARETH

Non ci ha ancora spiegato il motivo di questo “raduno”….

MALLORY:     

Semplice: voi siete i principali sospetti. E io so chi è l’assassino.

MARGARETH:

Ma è ridicolo! 

ASHTON:        

E cosa aspetta a dircelo?

 

MALLORY:   

Non è ancora il momento. Vede, noon siamo tutti. Manca ancora Mr. Harry Worthington, il nipote della contessa. Comunque, c’è un’eredità di mezzo, quindi, per ora mi limiterei a riesaminare come si sono svolti i fatti la sera dell’omicidio, per determinare se l’assassino è lei, Margareth Worthington, figlia di primo letto della Contessa. Così grande è il suo amore per i viaggi, così piccolo quello per sua madre.

MARGARETH FA UNA SMORFIA DI SUFFICIENZA.

MALLORY:     

Oppure lei, Greta Grüzenzmeyer, devota infermiera della   Contessa che da anni ormai era   costretta su una sedia a rotelle. Sebbene sia la minor sospetta, in quanto legalmente non riconosciuta erede della Contessa.

GRETA:          

Chiunque mi conosca sa quanto bene volessi a Mrs. Worthington.

MALLORY:    

Un bene enorme, senz’altro, secondo soltanto a quello di Harry Worthington, appunto il nipote della Contessa, che nutriva per la zia un affetto forse un po’ troppo morboso, come solo nutre una mente, vogliamo dire, disturbata?

MARGARETH

Disturbata? Io direi completamente devastata dalla pazzia e rimarrei ancora nell’eufemismo. 

MALLORY:   

Non mi sono dimenticato di lei Mr. Ashton… Piboty, se non erro, è questo il suo cognome, vero? L’unica cosa che ha conservato della sua precedente vita di agricoltore, finchè non ha deciso di sposare la Contessa e con lei 100.000.000 di sterline.

ASHTON:       

Questo è il sarcasmo che è costretto a subire chiunque, come me, s’innamori di una donna…… ricca.

MALLORY:   

In effetti la Contessa era già miliardaria all’età di venticinque anni, ovvero… venticinque anni prima che lei nascesse.

ASHTON:        

Amore e anagrafe non vanno d’accordo

MALLORY:     

Bene… Abbia allora la compiacenza di illustrare a noi tutti come vi siete conosciuti, la Contessa e lei.

ASHTON:        

A Londra, in un tiepido giorno di primavera, mi ricordo che…  SIMONE SVIENE, TUTTI SI ALLARMANO, PAOLA CORRE DA LUI, GREG GLI SI AVVICINA, CRESCENZA RESTA IMMOBILE. POI GREG, INCITATO DALLE DUE ESCE SUL PROSCENIO PER FORNIRE SPIEGAZIONI AL PUBBLICO.

GREG:           

Scusateci per questo contrattempo. So che molti già avranno pensato ad uno scherzo, ma sono cose che possono succedere. Uno degli attori si è sentito realmente male. Non… so davvero cosa dirvi. Io… noi vi… al botteghino vi verranno restituiti i soldi o vi verrà dato un buono con cui poter tornare una delle prossime sere. Scusateci ancora, davvero, ma non sappiamo assolutamente come fare altrimenti. Ci manca uno degli attori protagonisti e proprio  non sappiamo quale altra soluzione trovare……

SI CHIUDE IL VERO SIPARIO E DOPO QUALCHE SECONDO E UN PARLOTTIO A MICROFONO APERTO, ESCE GREG A PARLARE COL PUBBLICO, SI AVVICINA DA SOTTO, LILLO VESTITO DA BIBITARO (LA DIVISA UGUALE), FA ACCOVACCIARE GREG, CHE LO MANDA VIA CON SDEGNO, ESCE PAOLA CHE RICHIAMA GREG DENTRO, LILLO NE APPROFITTA E SALE GUARDANDO IL PUBBLICO IN FACCIA PER LA PRIMA VOLTA, ENTRA NEL SIPARIO.

GREG ESCE DI NUOVO

 

GREG

Abbiamo trovato… una soluzione, insomma c’è… buon divertimento!

A SIPARIO CHIUSO RIPARTE LA MUSICA DEL GIALLO. SI APRE IL SIPARIO E TROVIAMO IL DETECTIVE MALLORY, GRETA,  MARGARETH E IL BIBITARO NELLA PARTE DI ASHTON.

MARGARETH:

Allora, detective Mallory, le dispiacerebbe dire a noi tutti il perché di questa farsa? Perché ci ha riuniti qui?

MALLORY

Come ben sapete, conduco da qualche giorno, parallelamente alla polizia s’intende, le indagini sull’omicidio della contessa Worthington sua madre, avvenuto per avvelenamento una settimana fa, qui, nel castello. Lavoro che svolgo per l’amicizia che mi lega alla sig.na Grüzenzmeyer (si avvicina a Greta).

MARGARETH

Non ci ha ancora spiegato il motivo di questo “raduno”….

MALLORY:    

Semplice: voi siete i principali sospetti. E io so chi è l’assassino.

MARGARETH:

Ma, è ridicolo!  C’E’ UNA PAUSA, PER UN MOMENTO TUTTI PENSANO CHE LILLO NON SI RICORDI LA BATTUTA, MA POI LA DICE E TUTTI SI SENTONO SOLLEVATI

ASHTON:       

E cosa aspetta a dircelo?

 

MALLORY:    

Non è ancora il momento. Vede, non siamo tutti. Manca ancora Mr. Harry Worthington, il nipote della contessa. Comunque, c’è un’eredità di mezzo, quindi, per ora mi limiterei a riesaminare come si sono svolti i fatti la sera dell’omicidio per determinare se l’assassino è lei, Margareth Worthington, figlia di primo letto della Contessa. Così grande è il suo amore per i viaggi, così piccolo quello per sua madre.

MARGARETH FA UNA SMORFIA DI SUFFICIENZA.

MALLORY:     

Oppure lei, Greta Grüzenzmeyer, devota infermiera della   Contessa che da anni ormai era   costretta su una sedia a rotelle. Sebbene sia la minor sospetta, in quanto legalmente non riconosciuta erede della Contessa.

GRETA:          

Chiunque mi conosca sa quanto bene volessi a Mrs. Worthington.

MALLORY:     

Un bene enorme, senz’altro, secondo soltanto a quello di Harry Worthington, appunto il nipote della Contessa, che nutriva per la zia un affetto forse un po’ troppo morboso, come solo nutre una mente, vogliamo dire, disturbata?

MARGARETH

Disturbata? Io direi completamente devastata dalla pazzia e rimarrei ancora nell’eufemismo. 

MALLORY:   

Non mi sono dimenticato di lei Mr. Ashton… Piboty, se non erro. Il suo cognome è l’unica cosa che ha conservato della sua precedente vita di agricoltore, finché non ha deciso di  sposare la Contessa e con lei 100.000.000 di sterline.

ASHTON:       

Questo è il sarcasmo che è costretto a subire chiunque, come me, s’innamori di una donna…………

LILLO SEMBRA NON RICORDARSI L’INTERA BATTUTA. C’E’ PERPLESSITA’. GREG NON SA SE CONTINUARE O ASPETTARE.

MALLORY:   

In effetti la…

ASHTON:       

Ricca!  

MALLORY:   

Ricca! Sì! In effetti la Contessa era già miliardaria a venticinque anni, ovvero venticinque anni prima che lei nascesse.

ASHTON:        

Amore e anagrafe non…

MALLORY:     

… non vanno d’accordo, va bene SOTTOLINEA IL VA BENE, COME PER SOTTOLINEARE IL FATTO CHE LILLO STA ANDANDO BENE… Abbia la gentilezza, allora, di illustrarci come vi siete conosciuti, la Contessa e lei.

ASHTON:        

A Londra, in un tiepido giorno di primavera, mi ricordo che…

MALLORY:     

Cosa si ricorda Mr. Ashton?

ASHTON:        

… mi ricordo…mi ricordo… che era proprio molto tiepida come giornata…

MALLORY:     

Dove vi siete incontrati, Mr. Ashton?

ASHTON:    

 … Ma proprio calda come giornata… tutti senza giubbetto, senza cappotti… strano, poi, per Londra, no? Tant’è che la Contessa ha detto: “Fa proprio caldo!”, ha detto la Contessa… che caldo…

MALLORY:      

Mr. Ashton, lei ha incontrato la Contessa Worthington in un posto particolare, no? Molto tipico di Londra… dove?

ASHTON:         

Sul BIG BEN!

MALLORY:      

No!

ASHTON:        

 No! Nel Tamigi?

MALLORY:      

No. Era più un parco, credo…

ASHTON:   CRESCENZA E PAOLA CERCANO DI IMBECCARE LILLO      

Un parco. Vero. E la Contessa stava corren…

MALLORY:     

Che parco?

ASHTON:        

Che parco? Era Worsh… (SBADIGLIO) Park e la Contessa stava correndo…

MALLORY:     

 Con la sedia a rotelle?

ASHTON:        

… stava correndo col pensiero a quando era bambina e giocava allegramente… comunque faceva caldo…!

MALLORY:     

Insomma, Mr. Ashton, lei si trovava a Hyde Park e…

ASHTON:       

Ai parchi, sì! Erano tanti!

MALLORY:     

Hyde Park! E vide la Contessa con la sedia a rotelle bloccata. La aiutò a disincastrarla e lei, per gratitudine…

ASHTON:         

Per gratitudine mi…invitò a cena la sera seguente qui al Castello… e… cenammo, poi parlammo… a lungo… e… Lei mi confidò che io somigliavo molto al suo primo amore! SI GUARDA ATTORNO ORGOGLIOSO E poi… no, finito qua…

MALLORY:       

Da qui a conquistare il cuore dell’anziana nobildonna fu un gioco da ragazzi.  Più difficile sarebbe conquistare quello della Contessina Margareth, seppur uno glielo trovasse. Troppo occupata a spassarsela per cedere alle lusinghe del matrimonio. Troppo presa a girare il mondo con soldi non suoi.

MARGARETH:  

Conosce il significato di: patrimonio di famiglia? Vuol dire che i soldi di mia madre appartengono anche a me. E poi, io sono un’antropologa viaggio per studiare i popoli primitivi

MALLORY:          

Mi risulta, però, che lei sia testé tornata da Lombock, una splendida isola indonesiana popolata soltanto da alberghi, dove il più primitivo fa il croupier!

MARGARETH:       

Conosce Lombock?

MALLORY:          

 Beh, conoscerlo proprio, no… so le solite cose… quelle che sanno tutti… che è una ridente isola dell’arcipelago della Sonda situata a 115 gradi longitudine est da Greenwich, a sud del Borneo,  ovest di Sumba, sud-est di Sumatra ed est di Giava. Si fa risalire la sua origine ai parossismi orogenetici delle formazioni vulcaniche di Brahmapunjak.

MARGARETH:       

Allora si documenti prima di parlare!

MALLORY:           

Mi risulta anche che lei sia rimasta praticamente chiusa una settimana in un bungalow con tale Thadar, una sorta di adone locale, che affianca alla sua attività di cameriere, quella di intrattenitore di clienti ricche, sole ed annoiate.

MARGARETH:        

Lombock ha una storia… prima di diventare un’isola turistica era esclusivamente abitata da indigeni. Thadar conosceva la storia dei propri  antenati, ho impiegato tutto quel tempo a farmi raccontare la storia di Lombock.

MALLORY:            

Ma mi risulta che Thadar sia sordomuto.

MARGARETH:         

Per questo c’è voluta una settimana di bungalow! Ha presente cosa significa comunicare a gesti con un indonesiano sordomuto?

MALLORY

Dalle mie indagini, risulta anche che lei abbia fatto però dei doni a codesto signor Thadar… per circa… cinquantamila sterline!

MARGARETH

Mallory! che prove ha per insinuare ch’io abbia avuto una relazione con lui?

MALLORY:          

Foto! Alcune foto scattate dallo stesso Thadar con l’autoscatto. Nel bungalow.

MARGARETH:      

Ah, ah, ah… come può ragionevolmente sostenere che sia io? Non si vede mai la faccia!

MALLORY:          

Ma quella salamandra tatuata tra la cavità anale e quella vaginale non è una caratteristica così comune…

MARGARETH: SI METTE VIS A VIS CON GREG QUASI A PROVOCARLO      

Lei mi desidera, vero Mallory? Ma non le darò mai l’opportunità di vederla di persona! E poi, comunque, non è una salamandra…!

 

ENTRA SIMONE CON IN MANO UNA MUCCHETTA.

HARRY:              

Una raganella arboricola, per l’esattezza. Sulle prime può ricordare la salamandra.

MALLORY:        

Buongiorno Mr. Harry Worthington. Non crede di essere leggermente in ritardo rispetto al nostro appuntamento?

HARRY:              

Ho dovuto portare a passeggio l’Amm. Nelson…!

MALLORY:         

L’Amm. Nelson? E chi sarebbe, di grazia?

HARRY:             

Il mio mastino napoletano.

MARGARETH:     

Che le dicevo? Completamente pazzo!

MALLORY:        

Non mi sembra di ravvisar pazzia nel portare a passeggio il proprio cane…

MARGARETH:     

No? Harry! Porta fuori l’Amm. Nelson!

HARRY SI CHINA, AFFERRA IL CANE INESISTENTE ED ESCE DI SCENA  A DX. MALLORY LO OSSERVA INTERDETTO MENTRE MARGARETH FA UNA SMORFIA DI OVVIETÀ.

HARRY:   

Fuori. Vai fuori. Su! 

RIENTRA HARRY DA DX.

HARRY:            

L’ho fatto uscire. Rientrerà quando sarà pronta la ZORZA.

MALLORY:      

ZORZA?

MARGARETH:   

Niente… probabilmente intende PAPPA. Ogni tanto dice parole inventate da lui. Gliel’ho detto…

MARGARETH MIMA IL GESTO DI PAZZO. HARRY SI VOLTA DI SCATTO E INVEISCE CONTRO LILLO, CHE STA SEMPRE CON LE SPALLE ALLA LIBRERIA, DOPO LA BATTUTA, SI AVVICINA A GREG

HARRY:            

Ancora qui, Ashton! Pensavo che, dopo la morte della zia, non avrei più avuto la sciagura di vedere la tua faccia da verme!

ASHTON:           

………… 

HARRY: RIFA’ LA STESSA ED IDENTICA AZIONE, COME PER PROVARE DI NUOVO           

Ancora qui, Ashton! Pensavo che, dopo la morte della zia, non avrei più avuto la sciagura di vedere la tua faccia da verme!

ASHTON:         

 ………… 

GREG SI AVVICINA A LILLO, MA NON TROPPO PER ESORTARLO A DIRE LA PROPRIA BATTUTA.

MALLORY:      

(Bisbigliando) Devi reagire… reagire…!

ASHTON:          

Oh… a coso… stai calmino, stai… aaahhh… è arivato coso è arivato… ma che, davero, davero? 

GRETA:  SI ALZA DI SCATTO DAL DIVANO PER AIUTARE LA SITUAZIONE            

Ma sì, Ashton intende dire che Harry è sempre stato geloso della zia e non ha mai sopportato l’idea che Ashton gliel’abbia portata via sposandola.

ASHTON, MALLORY ed HARRY INDICANO CON APPROVAZIONE GRETA ED ANNUISCONO.

ASHTON, MALLORY ED HARRY:         

Eh!

MALLORY:     

In effetti l’attaccamento che lei, Harry, ha sempre mostrato nei confronti di sua zia, ha un che di particolare…

MARGARETH:  

Di morboso!

MALLORY:   

Di morboso, vero Margareth… Ed anche questa gelosia che lei Harry ha sempre  nutrito nei confronti di Ashton la definirei morbosa…  Ma, riesaminiamo i fatti.

INIZIA IL PRIMO FLASHBACK

In un mio precedente incontro con Ashton, qualche giorno dopo la morte della Contessa, questi mi ha confidato un episodio significativo che alimenta non poco i miei sospetti su Harry. Un episodio che risale al periodo precedente il matrimonio tra Ashton e l’anziana Contessa. Harry già non sopportava Ashton e detestava trovarlo in casa.

Quella sera Harry entrò in casa circa alle 22.

QUI LILLO ROVINA A TERRA.

Era di pessimo umore. Si accorse della presenza di Ashton sentendolo parlare al telefono e lo aggredì immediatamente.

SULL’ULTIMA PARTE DELLA BATTUTA, GREG SI ALLONTANA E LASCIA LA SCENA USCENDO DALLA PORTA SULLA DESTRA

HARRY SI DIRIGE CON FURIA VERSO IL DIVANO, ENTRANDO DA DX.

HARRY:         

Ashton! Che ci fai qui sul mio divano?!  TROVA IL DIVANO VUOTO.

LILLO SI E’ SEDUTO SULLA SEDIA

ASHTON:       

Sto sulla sedia!

HARRY SI GIRA E VEDE ASHTON SULLA SEDIA. GLI SI AVVICINA

HARRY:        

 Che ci fai qui sulla mia sedia?!

ASHTON:       

 Niente. Mi sono appena seduto.

HARRY:        

 Me la vuoi portare via, eh?

ASHTON:       

Ma che? Sta sediaccia? Tientela!

HARRY:       

Parlo della zia, Ashton, lo sai benissimo! Da quando ci sei non parla che di te, di quanto è bello Ashton, di quanto è buono Ashton, di quanto è POPPO Ashton!

ASHTON:        

POPPO?

HARRY:  DICE QUESTA BATTUTA, FACCIA A FACCIA CON LILLO, IL QUALE REAGISCE DANDOGLI RAGIONE.      

 Sì! POPPO! E non sono forse POPPO anch’io? Ma no! Per la zia ormai sei POPPO soltanto tu! Quanto è bravo Ashton! Bravo a far che? LILLO LO INTERROMPE DICENDO “BEH… EFFETTIVAMENTE” …aspetta non ho finito! … A truffare una povera anziana Contessa? Un’amabile, dolce creatura che mi ha sempre voluto bene! Più di chiunque altro! Più dell’Amm. Nelson!

ASHTON:     

 ………… 

HARRY:

Molto di più dell’amm. Nelson.

DALLA QUINTA DX, GREG SUGGERISCE

MALLORY:   

 (Bisbigliando dalla quinta) L’Amm. Nelson non esiste! E’ il parto della tua mente malata, Harry!

ASHTON       

 Eh?

MALLORY:   

 (Bisbigliando più forte) L’Amm. Nelson non esiste! E’ il parto della tua mente malata, Harry!

ASHTON        

Non ho capito…

MALLORY:   

 (Ad alta voce) L’Amm. Nelson non esiste! E’ il parto della tua mente malata, Harry!

ASHTON: SI ALZA DALLA SEDIA       

(Ad Harry) Sentito?

HARRY:        

 La mia mente malata? DICE QUESTO, RIVOLGENDOSI A GREG, DIETRO LA Q.F. DX Cosa ne sai, tu della pazzia? Lo sai chi sono i veri pazzi, Ashton? I veri pazzi sono quelli che litigano per un parcheggio! Sono quelli che imprecano in fila alle poste! NEL RECITARE QUESTA BATTUTA, HARRY, FA ALLONTANARE LILLO DALLA Q.F. DX E LO PORTA VERSO SX Quelli che ogni giorno si fanno due ore di macchina per andare in ufficio! Quelli che vivono solo per le BALABBE!

ASHTON:      

 ………..

MALLORY:   

(Bisbigliando sempre dalla quinta)Proviamo ad essere amici…

ASHTON:      

 Facciamoci un giro in bici!

HARRY:        

 C-come un giro in bici…?

ASHTON GUARDA CON ARIA SMARRITA VERSO LA QUINTA

HARRY

Ah…un giro in bici…forse per provare ad essere amici…

ASHTON

Ma no…proprio per una questione di salute, per fare un po’ di moto…un bel giro in bici…anzi, sai che ti dico? ci andiamo subito! Ci sono proprio due bici parcheggiate qua fuori…

HARRY:  TRATTIENE LILLO

Ma noi non dovremmo uscire ora, Ashton! Dovremmo parlare ancora un po’!

ASHTON

Ma che ti vuoi parlare! Co ‘sta giornata! Guarda che sole che c’è! Ma facciamoci un bel giro in bici!

HARRY

Quale sole Asthon! Sono le 10 di sera!

ASHTON SI AVVICINA ALLA FINESTRA E GUARDA FUORI.

ASHTON

Aaaah, ma è la luna…luna piena…sembrava il sole! Guarda che luce che fa! Tu hai mai fatto un giro in bici con la luna piena? È il massimo!

ENTRA GREG, VESTITO DA MAGGIORDOMO (ALBERT) DALLA PORTA SULLA DX.

HARRY:         

E… lei… chi è?

ALBERT:        

Eh… Albert! Signore, lo maggiordomo di casa Worthington.

HARRY:         

E no… non mi risulta che ci sia un maggiordomo nel…

ALBERT:        

Mo’ c’è!

HARRY:

Mo’ c’è… e… e cosa fa?

ALBERT:

Eh!… Cosa fa… Mi occupo delle principali mansioni che… solitamente… competono a… in quanto vi sono camer… Spiccio!

HARRY:

Spiccia!

ALBERT:

Poca roba oggi, però. Quindi voi continuate pure lo vostro allegro e lepido conversare… non abbadate a me.

HARRY:  GREG, INTANTO FA SEGNO A LILLO DI SEGUIRLO.      

Insomma Ashton! Io non voglio essere tuo amico! Tu sei interessato solo ai soldi di mia zia!

GREG È COSTANTEMENTE ALLE CALCAGNA DI LILLO PER SUGGERIRE LE BATTUTE E NEL CONTEMPO PULISCE L’ARGENTERIA, SIMONE E LILLO VANNO IN GIRO PER IL PALCO, E GREG LI SEGUE ANCHE IN POSTI IMPROBABILI.

ALBERT:       

(Bisbigliando) Non è vero! Io amo tua zia!

ASHTON:        

Non è vero! Io amo tua zia!

ALBERT:       

 L’ho amata fin dal primo giorno in cui ci siamo incontrati!

ASHTON:        

L’ho amata fin dal primo giorno in cui ci siamo incontrati!

HARRY:         

E cosa ti ha conquistato? La sua sedia a rotelle? O la dentiera d’oro?

ALBERT:       

 Io ho amato subito il suo cuore tenero e smarrito!

ASHTON:      

 Io ho amato subito il suo cuore tenero e smarrito!

ARRIVANO VERSO LA Q.F. SX, LILLO PIU’ AVANTI VERSO IL PROSCENIO, GRETA STA DIETRO LA Q.F. SX.

ALBERT:        

La sua fragilità!

ASHTON:       

La sua fragilità!

ALBERT:        

La sua dolcezza!

ASHTON:       

La sua dolcezza!

DALLA QUINTA NSI SENTE LA VOCE DI PAOLA.

PAOLA:

Ma che stai a fa’ in scena?!

ALBERT:      

E che sto affa’? Indovina? Sto a suggerì, no? 

ASHTON:      

E che sto affa’? Indovina? Sto a suggerì, no?

ALBERT:      

Questa non era una battuta!

ASHTON

Questa non era una battuta!

ALBERT:     

Ecche’a là! Lo vedi ch’ hai fatto?! 

ASHTON:   

Ecche’a là! Lo vedi ch’ hai fatto?!

ALBERT:     

Piantala di ripetere, imbecille!

ASHTON:   

Piantala di ripetere, imbecille!

ALBERT:     

N… non… dshx… mn… dnnsm…!

ASHTON:

N… non… dshx… mn… dnnsm…!

ALBERT:

Stai zitto!!!

ASHTON PARE AVER CAPITO. STA ZITTO. GREG SUGGERISCE.

ALBERT:     

E poi la Contessa mi ama e vuole sposarmi.

LILLO NON RIPETE PIU’.

ALBERT:     

Adesso devi ripetere, idiota!

ASHTON:     

Adesso devi ripetere, idiota!

HARRY: PRENDE IN MANO LA SITUAZIONE E DICE LA BATTUTA CHE SEGUE.       

Vuole sposarti? VUOLE SPOSARTI??? Maledetto ZOCCHIO!!!

HARRY SALTA AL COLLO DI ASHTON. AGGREDENDOLO SUL DIVANO. 

HARRY:     

Allora? Cos’ hai da dire adesso sulla mia pazzia? Eh? Cos’ hai da dire adesso, eh?

ASHTON:  

 Che dico…? Che posso dire?…

GREG LI SEGUE SUL DIVANO PER CONTINUARE A SUGGERIRE.

ALBERT:   

 Lasciami, Harry! Mi fai male!

ASHTON:  

 Lasciami, Harry! Mi fai male!

ALBERT:   

Con più enfasi!

ASHTON:  

 Con più enfasi!

HARRY:    

Ah-ah-ah!!! Non dici più nulla, eh? Ti manca il fiato! Non hai più BAROZZI, eh???

ALBERT:   

Ora stordiscilo!

ASHTON

 Come?

ALBERT

 Colpendolo!

LILLO, COMINCIA AD ALZARSI, AIUTATO IN MODO INNATURALE DA HARRY, IN REALTA’ E’ LILLO CHE PORTA HARRY.

ASHTON:  

 Non ci arrivo… Invece che col pendolo, posso stordirlo col candelabro?

ALBERT:   

Ma dagli un pugno! Colpiscilo!

ASHTON:   

Che è il piscilo?

ALBERT, PRENDE IN MANO LA SITUAZIONE E COLPISCE HARRY CON UNA CANDELA DI UNO DEI DUE CANDELABRI SUL MOBILE; DOPO AVERLO COLPITO, METTE LA CANDELA IN MANO A LILLO, PERPLESSO E SCAPPA VIA, USCENDO DA SX. LILLO GUARDA HARRY E POI GUARDA QUELLO CHE HA IN MANO.

HARRY:    

 Mi… mi hai colpito! Mi hai fatto male! Ma te ne pentirai!

ASHTON:   

Co… na candela? Guarda che è stato il maggiordomo!

HARRY:     

Tutti ve ne pentirete! Anche la zia! Perché io vi ammazzerò! Sì! Vi ucciderò, così smetterete di chiamarmi pazzo. Perché io non sono pazzo!…… Andiamo Amm. Nelson!

COSÌ DICENDO HARRY, TOCCANDOSI LA TESTA FERITA, ESCE TRABALLANDO DI SCENA, A DX.

FINE DEL FLASHBACK, LUCI NORMALI E POSIZIONI PRE FLASHBACK

TUTTI PRENDONO LA LORO POSIZIONE, QUALCUNO FA CENNO A LILLO DOVE DEVE ANDARE. GREG, NON SI E’ RESO CONTO DI AVERE ANCORA LA PARRUCCA IN TESTA, DICE LA BATTUTA, TUTTI FANNO DEI CENNI.

MALLORY:

Beh, Harry, concederà che il suo comportamento non rientra certo nella normalità. La minaccia di morte non ha mai gene… 

HARRY:        

 ( Fa cenno ). 

GRETA E MARGARETH:          

( Bisbigliando ) La parrucca…

GREG SI RENDE CONTO DELLO SBAGLIO, SI TOCCA LA TESTA ED ESCE DI SCATTO. METTE LA PARRUCCA NELLA Q.F. SX.

MALLORY:  

Ah sì, gli è vero! Come giustamente osservava lo maggiordomo, Harry concederà che il suo comportamento non rientra certo nella normalità. La minaccia di morte non ha mai generato grandi amicizie.

HARRY:       

Io volevo bene alla zia. Perché avrei dovuto ucciderla?

MARGARETH:

Perché sei pazzo, Harry!

HARRY:       

Non è vero!

MARGARETH:

Sì, invece! Sei convinto di avere dodici anni!

HARRY:         

Non è vero!

MARGARETH:

Me l’hai confessato tu ieri!

HARRY:        

Ma oggi è il mio compleanno! Ne ho tredici ormai!

MALLORY:   

Bene! Riesaminiamo i fatti.

HARRY:       

E nessuno mi ha fatto gli auguri!

MALLORY: GUARDANDO HARRY

Auguri!  

HARRY:       

Grazie!

MALLORY: RIVOLTO A MARGARETH.       

… disturbato è disturbato. Ma non credo sia pericoloso.

GRETA: SI ALZA E PRENDE LA SCENA. CRESCENZA E’ SEDUTA SUL DIVANO, GREG AL LATO E PAOLA, PIU’ CENTRALE, RECITANDO QUESTA BATTUTA SI APPENDE “AI DRAPPI”.         

Lo è. Eccome! Rammento con nitidezza un giorno solatìo della scorsa estate. La Contessa Worthington si era concessa una breve passeggiata nella tenuta. Si era altresì intrattenuta in conversazione, cosa assai rara per lei, con uno degli stallieri. Quando rincasò, per poco non venne strangolata da Harry preda di un violento attacco di gelosia.Fu lo stesso stalliere a soccorrerla. Può chiedere a lui una conferma di quanto le ho detto.

MALLORY:   

Già fatto.

ASHTON:     

Già fatto cosa?

TUTTI SI VOLTANO PIANO VERSO LILLO, BASITI DAL SUO INTERVENTO INOPPORTUNO.

MALLORY: SPAZIENTITO.   

Ho già chiesto conferma allo stalliere… Ashton!

ASHTON:      

E come faceva a sapere di dover chiedere conferma allo stalliere di un avvenimento di cui lei è venuto a conoscenza solo ora? TUTTI GUARDANO LILLO, CHE STA PIU’ A DESTRA DI TUTTI.

MALLORY: ANCOR PIU’ SPAZIENTITO.   

In che senso, Ashton? Facciamola breve…! 

ASHTON: LILLO SPOSTA LA POLTRONA E SI PIAZZA DI SPALLE AL PUBBLICO. GREG E’ INORRIDITO.     

Greta ha raccontato quest’aneddoto per la prima volta adesso. Lei non ne sapeva niente, Mallory. Perché mai, dunque, avrebbe dovuto chiederne conferma allo stalliere?

MALLORY:  GREG, PRENDE UNA PAUSA PRIMA DI RISPONDERE. TUTTI LO GUARDANO IN ATTESA DI UNA RISPOSTA ESAURIENTE.   

Oh…Beh… è… è ovvio, no? Perché io… io… in gualità di… di detective… ho… ho ritenuto opportuno interrogare chiunque… nei dipressi del maniero… a prescindere da…

ASHTON FA UN’ ESPRESSIONE DI SCETTICISMO E MIMA UN’ARRAMPICATA DI SPECCHI.

MALLORY: SECCATISSIMO.   

Ashton! Perché non si limita a dire ciò che DOVREBBE dire ed evita di dire ciò che NON È PREVISTO che lei dica?

GRETA:       

 Comunque Harry ha dato sfoggio altre volte dei suoi attacchi d’ira!

MALLORY:  

 Credo lei si riferisca; o Greta, a quanto mi rivelò nel nostro precedente colloquio……

GRETA:       

E te credo!

MALLORY:  

Ma riesaminiamo i fatti.

SITUAZIONE PRE SECONDO FLASHBACK (FLASHBACK DI GRETA)

ESCONO TUTTI, DURANTE IL CAMBIO LUCI, TRANNE LILLO, CHE NON SAPENDO CHE FARE, SI SIEDE SUL DIVANO, AL POSTO DI CRESCENZA.

MALLORY:   

La Sig.na Greta Grüzenzmeyer mi ha raccontato un episodio che alimenta ancor più i miei sospetti su Harry Worthington. Secondo Mrs. Grüzenzmeyer, quel pomeriggio Harry ritornò al castello verso le 18,30 trovandola seduta sul divano.

PAOLA HA PRESO LA SUA POSTAZIONE DA FLASHBACK, NON SI E’ ACCORTA CHE LILLO STA LI CON LEI, ENTRA SIMONE DA DX, E SI RENDE CONTO CHE LILLO E’ IN SCENA E NON DOVREBBE ESSERCI, SE NE ACCOGE ANCHE GREG.

MALLORY:   

 ???… C-C’era anche Ashton quel pomeriggio… s-seduto sul divano… ma non avrebbe dovuto esserci! Infatti si ricordò di colpo di un appuntamento alle corse, per cui si allontanò trafelato.

LILLO CORRISPONDE ALLA NARRAZIONE, SI ALZA E SI ALLONTANA, RIMANENDO PERÒ SUL PALCO.

MALLORY:  

 Greta diede immedia… Ashton si allontanò proprio! Uscì! Scomparve dalla vista!

ASHTON TRACCHEGGIA. NON SA SE USCIRE A DX O A SX.

MALLORY:  

E’ uguale! Basta che uscì!

LILLO ESCE DEFINITIVAMENTE DALLA SCENA DA DX. MALLORY CONTINUA.

MALLORY:  

 Greta diede immediatamente ad Harry i tranquillanti come faceva ogni giorno.

GRETA:        

Tieni. Questi ti faranno calmare un po’.

HARRY:       

Io sono calmo. Sei tu che mi rendi nervoso.

GRETA:        

Io? E perché? Io mi prendo solo cura della tua salute e di quella di tua zia!

HARRY:      

 Non è vero! Non è vero! Non è vero !!!

COSÌ GRIDANDO HARRY BUTTA LE MANI AL COLLO DELL’INFERMIERA.

BUIO SULLA SCENA. LUCE SOLO SU MALLORY.

MALLORY

Harry si avventò con violenza sul collo di Greta. Si arrestò soltanto dopo aver udito la voce della contessa chiedere dalla propria stanza cosa stesse accadendo. E’ questa però una versione dei fatti. Quella raccontatami dalla devota infermiera Greta Grüzenzmeyer. Ma esiste un rovescio della medaglia, un’altra versione, quella raccontatami dallo stesso Harry Worthington! 

OCCHIO DI BOVE SU GREG E LUCE SULLA SCENA.

HARRY:   HARRY SBUCA DA DIETRO AL DIVANO CON UN GIRASOLE.

( Canticchia ) La-la-lallà… Greta! Tesorino! Come stai?

GRETA:         

Vattene sgorbio immondo! Lasciami in pace!

HARRY:        

Perché mi tratti così? Sai che io ti voglio bene quasi quanto alla zia!

HARRY TENTA INVANO DI ABBRACCIARE GRETA.

GRETA:

Io sto cercando di avvelenare tua zia e tu mi rovini i piani!

HARRY:

Stai cercando di avvelenare la zia?

 

GRETA:

Sì! Anzi, ora che te l’ho rivelato… debbo eliminare anche te! Har-har!

PAOLA INIZIA A MUOVERSI SCOMPOSTAMENTE. POI AFFERRA UN MACHETE ED INIZIA AD INSEGUIRE SIMONE. SEMPRE OCCHIO DE BOVO SU GREG.

MALLORY:   

Poi, sempre secondo la versione di Harry Worthington, Ms. Grüzenzmeyer avrebbe tentato di ucciderlo con un Machete. Poi dopo averlo inseguito per tutto il castello senza esservi riuscita, ci avrebbe alfin riprovato con un bazooka. SEMPRE CON LA STROBO, GRETA COL BAZOOKA.

FINE DEL FLASHBACK

SI RITORNA ALLA POSIZIONE PRE SECONDO FLASHBACK

MALLORY:  

 Ora, a parte il fatto che non mi sembra di scorger fori di bazooka da nessuna parte qui nel maniero, temo comunque che la sua versione dei fatti, Harry, risulti un po’ troppo fantasiosa.

HARRY

Non si vedono i fori perché li ho stuccati io uno ad uno… un lavoraccio infame!

GRETA:        

Sei un bugiardo, Harry!

HARRY:      

Hah! E’ facile dire bugiardo. Prova a dire Groznoblnvlezx!

GRETA:       

Gro… groz… gronblv… znox… grobm…

HARRY:      

Visto? E’ facile dire bugiardo,più difficile dire Groznoblnvlezx!…e poi… sono matto? SIMONE COMINCIA A GUARDARE FISSO UN GREG PREOCCUPATO. No, perché, se sono matto… ho una cosa da farvi vedere! HARRY POGGIA SUL MOBILE LA MUCCHETTA E POI METTE LE MANI IN TASCA.

HARRY

Ecco! Queste sono due sbalozze!

MALLORY

Sbalozze sarebbe… pillole…

HARRY

Una contiene i tranquillanti e l’altra contiene eccitanti che ho trovato nella sua cassetta delle medicine!

MALLORY

E allora?

HARRY

Ora prenda una sbalozza di tranquillanti e la svuoti!

MALLORY, SVUOTA LA PILLOLA IN MANO.

MALLORY

Contiene una polverina bianca.

HARRY

Ora faccia lo stesso con la sbalozza di eccitanti!

MALLORY, GETTA LA POLVERINA DIETRO DI SE, NEL FRATTEMPO GRETA, SI E POSIZIONATA ALLE SUE SPALLE, PER VEDERE CHE SUCCEDE, LA POLVERE COLPISCE IN FACCIA GRETA.

MALLORY

Una polverina… fuxia.

MALLORY SVUOTA LA SECONDA PILLOLA.

HARRY

Ecco, questa è una sbalozza di calmanti che mi somministrava Greta, e che io facevo finta di ingoiare per via dello strano effetto che mi dava… la svuoti!

MALLORY

Della polverina… fuxia!

HARRY

Esatto! Questo conferma che Greta svuotava le pillole tranquillanti riempendole di polvere eccitante! Ed io l’ho scoperto! L’ho scoperto io, l’ho scoperto! Vi aspettavate che un matto fosse in grado di fare questo?

MALLORY

Bè, effettivamente no!

HARRY

E questo? (Harry fa un giochetto d’abilità con le dita)…fatelo voi se ci riuscite!

GRETA

Che sciocchezza! Che mot…

HARRY

Fatelo!!!

TUTTI FANNO PER CIRCA CINQUE SECONDI IL GIOCHETTO DI HARRY.

HARRY

Ah, ci riuscite… tutti!

 

GRETA:      

Ma tutto ciò è semplicemente assurdo! Che motivo avrei avuto di somministrare ad Harry degli eccitanti?

ASHTON: LILLO STA SEDUTO SULLA SEDIA ALLA DX   

Nella speranza che Harry potesse uccidere la Contessa in preda ad un raptus!

LILLO È ORGOGLIOSO E TRONFIO D’ESSERSI RICORDATO LA BATTUTA. GREG NE È PIACEVOLMENTE SORPRESO.

MALLORY:  

E che è successo? Bravo Ashton! Giusto! Giusta osservazione, bravo! 

ASHTON:  SI ALZA E SI AVVICINA A GREG.  

Nella speranza che Harry potesse uccidere la…

MALLORY:

Abbiamo capito, Ashton.

ASHTON:  LILLO PRENDE IL CENTRO PALCO.   

Ha’ capito perché gli somministrava gli eccitanti?! Nella segreta speranza…

MALLORY:

Ashton!? Capisco la sua euforia data dalla giusta osservazione, ma non crede, semmai, di avere qualcos’altro da dover dire alla sig.na Greta Circa i sospetti? … E’ invero… 

ASHTON:    

…Ah, quella cosa co’ invero… Ah, sì! Ms. Grüzenzmeyer è invero l’indiziata più accreditata in quanto unica virtuale erede della Contessa!

PARTE LA MUSICA DA COLPO DI SCENA.

ASHTON:  RIVOLTO A GREG   

Forte! Pure la musica! Ta-tàn…

MALLORY:

E’ un’accusa grave.

GRETA:     

 E’ un’accusa falsa! Cosa significa che sarei unica, virtuale erede della Contessa?

ASHTON    

 Un’accusa falsa? AH! AH! AH! AH! AH….c’era la risata qui no?            

MALLORY:

Sì.

ASHTON:    

AH! AH! AH! AH! AH! AH!

MALLORY:

C’era anche la battuta, però.

ASHTON:     

AH! AH! AH! AH!

MALLORY: RIVOLTO A CRESCENZA.  

Sa, Contessina Margareth… Ashton mi ha raccontato che sua madre, ovvero la moglie di Ashton, aveva già cons…

ASHTON:

Ah, già! Mia moglie aveva già consegnato il testamento ad un notaio qualche mese fa. Io sono riuscito a trovare la copia che lei aveva nascosto dietro la foto del primo marito. E ora so cosa aveva in mente!

GRETA:        

Menti!

ASHTON:      

Mente! E’ singolare!

GRETA:  GRETA SI ALLONTANA DA LILLO E VA IN AVANTI, TENENDOSI SULLA DX.       

Va be’ …Bugiardo! Non esiste nessuna foto con nessun testamento!

ASHTON:  LILLO SI AVVICINA AL MOBILE CON LE ANTE.      

A no? E cos’è questo, allora?

ASHTON APRE L’ANTA DI UN MOBILETTO. DENTRO NON C’È NULLA, LA CORNICE STA DIETRO L’ULTIMA ANTA.

GRETA:        

Un mobiletto vuoto!

ASHTON SI CHINA E VERIFICA. ALLORA APRE ALLORA UN’ALTRA ANTA.

ASHTON:     

E questo?

GRETA:       

Una bella brocca.

ASHTON SCHIVA L’ANTA GIUSTA ED APRE UN CASSETTO.

ASHTON:    

E questo?

GRETA:      

Un busto di Churchill con barba finta.

ASHTON APRE UN FOGLIO CON LE MACCHIE DI ROCHAS.

ASHTON:  

 E questo?

GRETA:      

Due bambini che giocano a palla.

LILLO CONTINUA A CERCARE, SEMPRE PIU’ AFFANNATO, SPOSTANDO FISICAMENTE HARRY, CHE LO INTRALCIA NELLA SUA RICERCA, AD UN TRATTO INDICA HARRY A GRETA.

ASHTON:  

 E questo?

GRETA:

E Harry!

A QUESTO PUNTO LILLO CONTINUA A DIRE “E QUESTO, E QUESTO”, SENZA PIU’ BADARE ALLE RISPOSTE DI GRETA, ARRIVA A CERCARE SULLA LIBRERIA.

MALLORY:  SI ALZA DAL DIVANO.

Ashton! Ashton!! Ashton!!! Non Crede che questa storia del testamento faccia un po’ ACQUA da tutte le parti, nevvero Ashton? Proprio molta ACQUA!

LILLO CAPISCE L’AIUTO E SI ADEGUA. SI SPOSTA LUNGO IL PALCO SEGUENDO LE ISTRUZIONI.

MALLORY:   

Capisco che l’ACQUA quando si ha sete sia buona, ma se è inverno e fa freddo servirebbe più un focherello, no? Un focher… COMINCIA LA RICERCA DI LILLO CHE SEGUE LE ISTRUZIONI ACQUA E FUOCO DI GREG. FUOCO! Che brucia! Fuoco!!

LILLO TRIONFANTE TROVA LA CORNICE CON LA FOTO. LA MOSTRA FELICE A GREG.

ASHTON:     

 Eccolo! Eccolo il testamento! Trovato! Trovato!

TUTTI SI RICOMPONGONO.

MALLORY

Ashton! Vorrebbe usarci la squisita cortesia di estrarre il testamento dalla corniciue?

LILLO ESTRAE DALLA CORNICE LA COPIA DEL TESTAMENTO E LA CONSEGNA A GREG. QUESTI LA MOSTRA A CRESCENZA CHE TRASALE.

MALLORY

Ne ha già fatta menZione alla poliZia?

ASHTON  CI PENSA, POI SI RICORDA LA BATTUTA

…No… perché… l’ho trovata stamattina! Quando cercavo di sistemare la… la…

HARRY:

La foto.

ASHTON:

La foto, che mi sembrava un po’… un po’…

HARRY:

Un po’storta!

MALLORY: SI AVVICINA LENTAMENTE A GRETA CHE STA SULLA DX.   

Io conosco invero bene la devota infermiera Greta Grüzenzmeyer e non credo trattarsi di femmina incline all’omicidio.. ma temo che il ritrovamento di codesto testamento cambi non poco le carte in tavola Miss Grüzenzmeyer!

GRETA SCOPPIA IN LACRIME. PARTE LA MUSICA E CALA IL SIPARIO TRASPARENTE CHE SEGNALA LA FINE DEL PRIMO ATTO.

SCENDE IL FINTO SIPARIO.

 FINE DEL PRIMO ATTO VIRTUALE.

LILLO:

Allora, come sono andato?

GREG:  GLI ATTORI SEDUTI SI ALZANO, E LASCIANO LILLO DA SOLO DA UNA PARTE DEL PALCO.

Ma come sei andato? Lo domandi pure? Hai fatto schifo! Ecco come sei andato!Ma è naturale, non sei un attore!

CRESCENZA:

Avevi detto che hai visto lo spettacolo più di cento volte!

LILLO:

È vero! Faccio il bibitaro a teatro! Sono più di tre mesi di repliche!

SIMONE:

Ma se non ti ricordi una battuta!

LILLO

Un momento! Io ho detto che l’ho visto più di cento volte! Non che so le battute a memoria!

PAOLA

Proprio stasera che c’era in sala Ronciglione!

CRESCENZA

C’è un produttore in sala e non mi avete detto niente?

SIMONE:

Vabbeh, produttore… non produce mai nulla…

GREG

Ma chi te l’ha detto? Produce sì. Sta producendo proprio adesso una nuova fiction su rai uno! Indagini del cuore, mi pare… Cerca il protagonista, non sa ancora bene se un uomo o una donna, che risolve casi… GREG SI ACCORGE DI ESSERE OSSERVATO DA TUTTI.

Che avete da guardare? io ve l’ho detto!

CRESCENZA

Io non lo sapevo!

GREG:

Beh, io ve l’ho detto!

SIMONE

Vabbeh, vabbeh… a me della televisione non mi frega una mazza! Anche se c’è da dire che tu con il tuo ruolo parti avvantaggiato.

PAOLA

È vero… se cerca un detective sarà difficile che lo veda in un assassino…

CRESCENZA

Ma che centra, quello che cercherà di capire è la bravura degli attori!

PAOLA

A GREG. Adesso ho capito perché hai accettato la proposta del bibitaro… non volevi perdere l’occasione di far vedere come sei bravo a fare il detective!

GREG

Guarda Paola che pure tu ci stai sul palco, eh! Pure a te ti vede Ronciglione!

PAOLA

Si! ma nel ruolo di infermiera, cosa ne sa il produttore di quanto farei bene la detective!

SIMONE

(indica Lillo) Ragazzi! Con i casini che combina questo quello che faremo vedere è solo una figura di merda!

CRESCENZA 

(a Lillo) Ma come ti è venuto in mente di proporti come sostituto!

LILLO

Signori! Mettetevi nei miei panni! Ho quasi quarant’anni e faccio ancora il  bibitaro!

SIMONE

E ci sarà un motivo, no?

LILLO

Quando mi ricapitava un’occasione così!…E poi che sarà mai! Mica stiamo facendo l’Amleto!

GREG SI ALZA

Senti bello! Per tua norma e regola questa commedia l’ho scritta io! Ed è una signora commedia!Certo, non sarà l’Amleto, ma è una superba commistione tra Agatha Cristie e Neil Simon….

LILLO

Appunto! Non è che sia tutta ‘st’ originalità!

GREG

Ah, mo’ è anche critico!GREG ESCE

LILLO

Vabbè, su! Diciamo pure che la storia fa un po’ acqua da tutte le parti! A parte la cosa dello stalliere, che insomma…vabbeh….ma poi il colpo di scena del testamento! Ma ti pare che Greta ha una copia del testamento e la va a nascondere dietro la cornice di una fotografia?….daaai…e poi il personaggio di Harry…sospettato perché è matto e geloso della zia!…crede di avere 12 anni….ooooo…

SIMONE  RIVOLTO A GREG

Però è vero…non è che il mio personaggio sia così credibile….

PAOLA  SI E’ SEDUTA

Comunque ha il monologo più bello della commedia…nel terzo atto. Peccato che te lo giochi male.

SIMONE  QUESTA BATTUTA, SIMONE VA A DIRLA A LILLO, CHE ANNUISCE COME SE FOSSE UN ATTORE CONSUMATO

Me lo gioco male? Guarda bella, che io quando recito mica m’attacco ai drappi come te! Io annullo la mia vanità di attore per amore del personaggio…e poi vorrei vedere te con quel monologo!

PAOLA  RESTA SEDUTA

Magari! Ci sarebbe l’applauso tutte le sere.

SIMONE

L’applauso? Ma che c’entra l’applauso? È un monologo interiore, che ce va l’applauso?

LILLO

Non ci va!

SIMONE

Non ci va l’applauso.

PAOLA

Purtroppo il mio personaggio è un po’ banale. Sennò ti farei vedere io mio caro!

LILLO 

Ha ragione! Il personaggio di Greta è poco approfondito!

PAOLA  SI ALZA E VA DA LILLO, COME AVEVA FATTO PRIMA SIMONE RESTANDO SULLA DX

Visto! Lo dice pure il bibitaro! È vero! Per esempio, adesso che si riapre il sipario, Greta, il mio personaggio, piange e basta! Ma non sarebbe meglio che raccontasse un po’ della sua vita, così da creare un minimo di affezione con il pubblico!

SIMONE

E certo… mo’ facciamo “Storia di Greta”!

GREG  DOPO LA BATTUTA, GREG, ESCE A DX INCAZZATO

Ma che stai dicendo? Ma hai mai scritto una commedia, Paola? Ma cosa ne sai allora? Ma che vuoi che gliene freghi al pubblico del passato dell’infermiera tedesca! Questo è un giallo! Un giallo, capito? Serve capire chi è l’assassino! E l’assassino lo capisci dalla reazione dei personaggi alla scoperta del cadavere!

PAOLA

E come reagisco io? Piango! Sto sempre a piangere! Squilla il telefono e piango, passa una mosca e piango…

GREG

Paola! Quando t’ho spedito il copione, c’era scritto che piangevi, no? T’è stato bene allora, no? Oh, siamo adulti, Paola! Siamo maturi, cresciuti e vaccinati! Se non ti sta più bene me lo dici! Vieni da me e mi dici con tutta tranquillità: Claudio, a me il personaggio non sta più bene per questo, questo e questo, fai le valigie e te ne vai vaffanculo!

PAOLA

Huh- huh… FA OSTENTATAMENTE FINTA DI RAMMARICARSI

SIMONE

Bravo Claudio! Sono con te su tutta la linea!

CRESCENZA  SI ALZA E RAGGIUNGE IL GRUPPO CHE SI E’ FORMATO AL CENTRO, CON LILLO, PAOLA E SIMONE

Beh, il mio personaggio, per esempio, non ha mai un momento di introspezione!

PAOLA  SI E’ ALLONTANATA DAL GRUPPO VERSO DX

Non ci allarghiamo adesso, l’introspezione richiede esperienza!

CRESCENZA

 “Il giardino dei ciliegi” al teatro Nazionale ti dice niente?!

PAOLA

Era un saggio.

CRESCENZA

Era pieno cosi!!

PAOLA

Hai una famiglia numerosa!

CRESCENZA

Ho fatto anche cinque anni di televisione!

PAOLA

Televendite!

SIMONE

Ma finitela! “ho fatto questo, ho fatto quello!” il teatro è un gioco di squadra! Ognuno deve dare il suo apporto, per il bene dell’opera! E basta con questo egocentrismo da attori! Anzi, più la commedia è scadente e più forte deve essere il gioco di squadra! SI GIRA VERSO LA Q.F. A DX, IN QUEL MOMENTO RIENTRA GREG DALLA DX…e noi dobbiamo essere molto forti!No, stavo dicendo che…

GREG: GREG E’ RIENTRATO CON IL COPIONE IN MANO

… Che l’opera è scadente. Ho sentito, sai? Ero proprio qui dietro!

SIMONE

Ma no! Non mi riferivo mica a questa commedia io, no? RIVOLTO A LILLO

LILLO

Sì, sì! ti riferivi proprio a questa!

SIMONE

Ma no, aspetta! Stavo parlando di…

GREG

Ne parliamo dopo, Simone, okay? Ci sarà tempo dopo per parlare! Perché noi dovremo parlare di tante cose, dopo! Io vi dico solo una cosa: io non vi mollo tutti qui, su due piedi, solo perché in sala c’è il MIO pubblico. E dico MIO perché è ME che viene a vedere! È chiaro?

CRESCENZA  SI ALZA DI SCATTO, E VIENE IGNORATA DA TUTTI GLI ALTRI

Ah si?!…e allora da domani ti trovi un'altra attrice! Che magari ti costa anche meno…tanto è solo te che vengono a vedere!

GREG

Sai quante ne trovo meglio di te se scendo un attimo in platea, Crescenza? Lo sai?

CRESCENZA

Ma no, fai prima! Chiama la moglie del bibitaro, no?

GREG

Crescenza! Ricordati solo chi devi ringraziare perché sei qui! Ricordati da dove sei venuta!

LILLO

Su ragazzi! Non litighiamo!…Diciamo che vengono a vedere tutti noi!

GREG  SI AVVENTA SU LILLO E LO PICCHIA COL COPIONE

Dai una ripassata al copione, abbiamo ancora cinque minuti!

TUTTI SI SPAVENTANO PER LA FORTE REAZIONE DI GREG

CHI E’ DI SCENA! … tutti tranne Lillo escono!

LILLO LEGGE CON UN ESPRESSIONE DI DISAGIO. POI HA UN’ IDEA. COMINCIA A SPARGERE FOGLI PER TUTTA LA SCENA. NASCOSTI COSI’ DA POTER LEGGERE LE SUE BATTUTE SENZA AVERE IL COPIONE IN MANO.

GREG

Ma che fai troglodita?!!

MENTRE GREG INVEISCE SU LILLO SI RIAPRE IL SIPARIO. TUTTI PRENDONO VELOCEMENTE POSTO.


 SI RIPRENDONO LE POSIZIONI DELLA FINE DEL PRIMO ATTO VIRTUALE

MALLORY  GREG DEVE AVERE IN MANO IL TESTAMENTO

Si calmi Ms.Grüzenzmeyer…, non pianga! Il ritrovamento del testamento non signi….

GRETA

Non sto piangendo!…forse è meglio che vi parli un po’ di me adesso… SI ALZA E PRENDE LA SCENAGUADAGNANDO IL CENTRO PALCO … Io sono nata a Kolne, da una famiglia molto pove…

MALLORY

Ehm…non è necessario Ms. Grüzenzmeyer…..

GREG INSEGUE GRETA, PER IMPEDIRLE DI INSERIRE LE NUOVE BATTUTE NELLA COMMEDIA, MA GRETA SI DIVINCOLA

Si calmi Ms. Grüzenzmeyer…il ritrovamento del testamento non signi…

GRETA

Settima di dodici figl…

MALLORY  GREG, COSTRINGE GRETA A RITORNARE ALLA SEDIA SULLA DX.

Non significa che lei sia necessariamente colpevole! Mi ascolti! Tutti rimangono ancora fortemente indiziati! Infatti nessuno poteva sapere del testamento! A parte mr. Ashton, naturalmente….

ASHTON  HA MESSO I FOGLI SUL MOBILE E STA APPOGGIATO E LEGGE ALLO STESSO TEMPO

…e questo mi fa vertiginosamente scendere nella classifica dei massimi indiziati!…

MALLORY

Non tanto vertiginosamente Mr. Ashton. Lei ha trovato il testamento dopo l’omicidio della contessa!

HARRY: Io dovrei andare… (*)

ASHTON  LILLO INTERROMPE HARRY, CHE DEVE USCIRE PER PREPARARSI AL NUOVO FLASHBACK, LEGGENDO LA BATTUTA SU DUE FOGLI DIVERSI

Quello che proprio non riesco a capire è come ha potuto mia moglie escludermi dal testamento, così, senza nemmeno un segnale. Io le sono  sempre sta…CAMBIA ZONA PER CERCARE IL NUOVO FOGLIO, NEL FARLO SPOSTA FISICAMENTE HARRY, IL QUALE APPROFITTA DELLA PAUSA PER DIRE LA SUA BATTUTA (*) LILLO, TROVA IL FOGLIO SUL DIVANO              …to devoto. Non le facevo mancare nulla… sa cosa penso Mallory? Che quel testamento le sia  stato estorto!

GRETA  SI ALZA E PRENDE DI NUOVO LA SCENA

Bastardo!…Tu non mi conosci! Ma in effetti, credo che nessuno mi conosca! GUADAGNA ANCORA IL CENTRO PALCO Io sono un onesta donna di Kolne e provengo da una fami…

MALLORY  GREG BLOCCA L’ARRINGA DI GRETA

Si limiti al bastardo, Ms. Grüzenzmeyer! Vede, Mr. Ashton, io credo ci sia un valido motivo per cui sua moglie l’ha esclusa dal testamento

ASHTON  

(legge) Se si riferisce alla mia passione per l’ippica, posso assicurarle che è sempre stato solo un hobby.

MARGARETH 

Un hobby che ti costava piuttosto caro…

LILLO:

Non ho mai giocato più di quello che mi potevo permettere!

MALLORY

Io però non credo che la contessa l’ abbia esclusa dal testamento per le scommesse alle corse…sono più propenso a credere che lo abbia fatto perché….ERA VENUTA A CONOSCENZA DELLA RELAZIONE AMOROSA CHE INTERCORREVA TRA LEI, ASHTON… E LA CONTESSINA MARGARETH!

MUSICA ENFATICA

ASHTON: SULLA RIVELAZIONE DI GREG, CRESCENZA SVIENE, SUL FOGLIO CHE STA LEGENDO LILLO, IMPEDENDOGLI DI ANDARE AVANTI,

Ma come ha fatto a sco…  GRETA VA A SOCCORRERE CRESCENZA SVENUTA, HARRY RESTA DOV’E’ E ANCHE GREG

MALLORY  GREG INTERROMPE HARRY

Come ho fatto a sco?

ASHTON

Sco… nnettere? Sco… stumarlo? Sco… iattolo?

LILLO INDICA IL FOGLIO DEL COPIONE DOVE SI E’ SEDUTA MARGARETH.

MALLORY

Eppure dovrebbe avere qualcosa da dire!

ASHTON  PARTE GRETA

Via! Via! Portatela in cucina! Datele un bicchier d’acqua!

GRETA

Semmai glielo portiamo qui il bicchier d’acqua

ASHTON

Fatela camminare…deve muoversi….

GRETA

Ma prima deve rinvenire!

ASHTON

Una volta rinvenuta a che le serve camminare!

GRETA

Vado a prendere i sali!

HARRY:

NO, ci vado io!

ASHTON

I sali non servono a niente…

HARRY:

servono… servono  FINALMENTE HARRY ESCE SULLA DX.

ASHTON

Non servono a niente! Su…su…LILLO LA ALZA A PESO MORTO, LA TRASCINA E POI LA DEPOSITA ACCASCIATA A TERRA…ecco ora sta meglio!

LILLO PUO’ FINALMENTE LEGGERE LA SUA BATTUTA. GRETA, AIUTA CRESCENZA A RINVENIRE

ASHTON

(legge) Ma come ha fatto a scoPRIRLO! Era scoprirlo, ecco… E’ vero! Io e Margareth avevamo una relazione! Ma è stata lei a sedurmi. Lo ha fatto per usarmi!

MALLORY

Sia più chiaro Mr. Ashton.

ASHTON

(legge) Mia moglie aveva da tempo tagliato i viveri a Margareth. Allora lei ha pensato che avrei potuto chiederli io alla contessa, al suo posto. Magari fingendo di avere qualche affare in ballo!

MALLORY

E lei glieli ha chiesti, Mr. Ashton?

ASHTON

(Legge)…Gliel’ho detto! Mi ha raggirato! Quella donna conosce tutta la diabolica arte della seduzione!

MARGARETH  CRESCENZA E’ RINVENUTA MA E’ SEMPRE DEBOLE, DICE QUESTA BATTUTA, SEDUTA SUL DIVANO CON GRETA CHE LE TASTA IL POLSO, GURDANDO LILLO CHE E’ INPIEDI ACCANTO AL DIVANO, NELL’INTENTO DI LEGGERE LA PAGINA DEL COPIONE

Guardami negli occhi e rispondimi. La mamma non ti dava un soldo perché aveva scoperto che te li giocavi ai cavalli. E’ vero o no?!

MARGARETH

PRENDE IL VOLTO DI LILLO TRA LE MANI, E LO COSTRINGE A DISTOGLIERE LO SGUARDO DAL COPIONE

Guardami negli occhi!

LILLO SI LIBERA DELLA STRETTA DI MARGARETH E CERCA IL FOGLIO PER LEGGERE

ASHTON

Non ho il coraggio di guardarti negli occhi!

MARGARETH:

Sei un verme! PRENDE IL FOGLIO CHE LILLO STA TENTANDO DI LEGGERE, LO ACCARTOCCIA E LO BUTTA VIA.

ASHTON  SI BUTTA PER TERRA, PER RECUPERARE IL FOGLIO GETTATO DA CRESCENZA

Sì! Sono un verme schifoso, viscido… che striscia, unto e bavoso, fin là, dove gli fa più comodo e… RECUPERA IL FOGLIO E LO LEGGE No, non sono un verme! Non sarò più il tuo fantoccio! Ho sofferto abbastanza quando mi hai lasciato per metterti con quel morto di fame!

MALLORY

Si riferisce ad Oscar Murray, il suo nuovo accompagnatore?

MARGARETH

Per me era amore!

ASHTON

SI ALZA DA TERRA. TIENE IL FOGLIO IN MANO LEGGE, E POI LO NASCONDE DIETRO LA SCHIENA

Già! Un’amore che potevi coronare con…NON SI RICORDA E LEGGE ANCORA… con i soldi di mammina… dopo la sua morte, RIDE!

MARGARETH

Come ride? È un’azione scritta nel copione, Ashton ride!

ASHTON

AH! AH! AH! AH! AH!

MARGARETH

Cosa vuoi insinuare! Che io avrei ucciso la mamma?!…Mallory, lei lo sa perché non ho potuto sposare Oscar?! 

MALLORY

Ovviamente, Miss Margareth. Lei non ha potuto sposare Oscar Murray semplicemente perché Ashton… lo ha ucciso!

MUSICA ENFATICA.

SI PREPARA LA SITUAZIONE PER IL FLASHBACK DI CRESCENZA + OSCAR, SI ABBASSANO LE LUCI E PAOLA E CRESCENZA, ESCONO DA SX.

MALLORY  ANDANDO AVANTI

Devo ammettere che quando ho appurato, presso Scotland Yard, che un certo Oscar Murray, un musicista americano, trapiantato a Londra, è sparito da quasi due anni senza lasciare tracce… mi sono sentito di dare molto credito al racconto di Mrs.Worthington

TERZO FLASHBACK

MALLORY  ENTRANO CRESCENZA E SIMONE

Margareth quella sera rientrò nel castello in compagnia del nuovo amante, Oscar Murray. Poiché era un fine settimana, i due presupponevano che il castello fosse completamente vuoto. Ma Ashton decise di tornare all’improvviso.

SULLA DX, SIMONE E CRESCENZA DI SCAMBIANO DELLE EFFUSIONI, MOLTO PESANTI, SIMONE E’ MOLTO ROZZO, E SCAGLIA VIA CRESCENZA PIU’ VOLTE, LEI HA COMUNQUE UN’ARIA SOGNANTE DA INNAMORTA, POI CRESCENZA SI SPOSTA VERSO LA SX, VA A PREPARARE DA BERE, SIMONE LA RAGGIUNGE E TENTA DI POSSEDERLA, CRESCENZA LO MANDA VIA, RESTA VICINO AL DIVANO, SIMONE TORNA SULLA DX, RUBANDO DEGLI OGGETTI, NEL FRATTEMPO, LILLO FA LE AZIONI DETTATE DA MALLORY.

MALLORY

I due non si accorsero che Asthon si trovava nel salone. Per un po’ questi ne approfittò per spiare i giochi dei due amanti. Poi la gelosia iniziò ad offuscargli la mente. In un lampo si ricordò della pistola custodita nel cassetto della scrivania del soggiorno. LILLO, CERCA LA PISTOLA, NON LA TROVA SUBITO La afferrò, si avvicinò di soppiatto ai due amanti…e sparò! LILLO, NON SA A CHI SPARARE, E NELL’INDECISIONE SPARA A CRESCENZA, SIMONE CADE COME DA COPIONE, CRESCENZA SENTE LO SPARO E URLA – “OSCAR”, QUANDO VEDE CHE LA PISTOLA E’ PUNTATA VERSO DI LEI, CADE PER VERITA’ DI SCENA.

OSCAR  SIMONE SI RENDE CONTO DELL’ACCADUTO E SI RIALZA

…Oddio che spavento!…’ste pistole fanno un rumore….ma tu hai ucciso Margareth!

MALLORY  TENTA DI RIPARARE ALL’ACCADUTO

No! Asthon non poteva aver ucciso Margareth, altrimenti come avrebbe potuto poi, Maragareth raccontarmi quello che stiamo vedendo, se l’avesse uccisa?!

MARGARETH  SI RIALZA

Mi ha ferita di striscio!

MALLORY

Ma aveva ucciso Oscar!

OSCAR  SIMONE PROVA A METTERCI UNA PEZZA

Mi sono veramente spaventato tanto! Oddio, il cuore… un infarto! Muoio! CRESCNZA URLA DI NUOVO – “OSCAR!”.

MALLORY

Oscar ebbe la sensazione di avere un infarto. Ma non fu un infarto… altrimenti come potrebbe Margareth accusare Ashton di omicidio?

OSCAR

Accidenti ho quasi avuto un infarto….

MARGARETH

Forse non era un infarto…ma la stessa pallottola che mi ha colpito di striscio, ha rimbalzato sul busto di marmo e ti ha colpito al cuore!

OSCAR

È vero! MUORE DI NUOVO E CRESCNZA URLA DI NUOVO – “OSCAR!”

MALLORY

La vogliamo piantare? Io dico che, forse, la cosa più plausibile è che Ashton abbia ucciso Oscar in un secondo tempo…

ASHTON PUNTA LA PISTOLA SU OSCAR MA FA CILECCA, PERCHE’ LA PISTOLA E’ CARICATA CON UN COLPO SOLO

HARRY:

È di scena, cià un colpo solo!

ASHTON

Bang. LILLO, COMINCIA AD IMITARE VARI SUONI DI PISTOLE DIVERSE

MALLORY

Quando si innervosiva Ashton produceva strani versi con la bocca. Ma alla fine, comunque, uccise Oscar, non mi ricordo come, ma lo uccise! E fu sicuramente in modo credibile!

ASHTON SI LANCIA AL COLLO DI OSCAR E LO STRANGOLA.

LILLO

Muori! Muori! E muori! GOFFAMENTE TENTA DI SOPPRIMERLO FINO A TOGLIERGLI LA PARRUCCA. POI GLIELA APPOGGIA E SI FERMA.

SIMONE

Io direi che fo da solo!Aaah! CROLLA IN TERRA

LILLO

 SI RIVOLGE A CRESCENZA E DICE “E’ MORTO!”. CRESCENZA URLA DI NUOVO – “OSCAR!” E CORRE DA LUI.

BUIO SULLA SCENA. LUCE SOLO SU MALLORY

MALLORY

Ecco come si sono svolti i fatti. Quella sera Ashton uccise il suo rivale. Sempre secondo la sua versione, Ms. Margareth, urlò terrorrizzata e scappò via.

SI RIACCENDE IL SEGUIPERSONA SULLA SCENA DEL DELITTO. ASHTON E’ RIVERSO SUL CADAVERE. MARGARETH URLA E SCAPPA VIA, USCENDO DA DX. BUIO SULLA SCENA. LUCE SOLO SU MALLORY.

MALLORY

Mentre invece Mr. Ashton rimase al castello.

LUCE SULLA SCENA. LILLO SI AVVICINA A GREG, E RICHIAMA LA SUA ATTENZIONE DA DIETRO, TOCCANDOGLI UNA SPALLA

MALLORY

Mentre lei invece, Mr. Asthon, rimase al castello! Avvolse il cadavere in un lenzuolo e lo portò via!

ASHTON

Non…non era finito il flashback?

MALLORY

La vede la luce? 

ASHTON

È quella da flashback?… IMPROVVISANDO...anche io sono scappato! Mi sono spaventato di quello che avevo fatto in preda alla gelosia!

MALLORY

Ah si?! E il cadavere è rimasto nel castello?!

ASHTON

IMPROVVISANDO...Qua..quando io e Margareth ci siamo calmati e siamo tornati, il cadavere non c’era più! E’ MOLTO ORGOGLIOSO DELLA TROVATA ...Colpo di scena…eh, eh…

MALLORY

Capisco! Immagino si sia allontanato da solo…magari diretto ad uno di quei soliti raduni di zombie che organizzano spesso nei dipressidel maniero!

ASHTON CI PENSA SU. POI GLI VIENE IN MENTE QUALCOSA, CERCA DI METTERE DA PARTE GREG, CHE FA RESISTENZA

ASHTON

Posso finire io il racconto Mallory… lei ha appena detto che la casa era vuota… ma non è esatto… si è dimenticato di Albert, il maggiordomo!

MALLORY 

Ma Albert non esiste!

ASHTON

Ah no? E chi era quello di prima?!

MALLORY:

ASTHON!Riesaminiamo i fatti! 

ASHTON: Spintonando di nuovo Greg fuori e dandogli la pistola in mano

Alberrt esiste. Fammi finire che ti risolvo tutto… tiè, porta fuori la pistola!

ASHTON

Albert quella sera era in casa e vide tutta la scena…. Quindi, quando io e Margareth fuggimmo spaventati, lui uscì dalla sua stanza e si avvicinò al cadavere…. Quindi quando io e Margareth fuggimmo spaventati lui uscì dalla sua stanza e si avvicinò al cadavere!

ASHTON

Albert avvolse il cadavere in un lenzuolo…  PAOLA E CRESCENZA GETTANO UN LENZUOLO IN FACCIA A GREG

ALBERT FA L’AZIONE

ASHTON

Poi se lo caricò in spalla e lo portò fuori

ALBERT LO TRASCINA TIRANDOLO PER I PIEDI

ASHTON

Se lo caricò in spalla e lo portò fuori! …. Non ce lo vedo Albert che trascina!

ALBERT INCAZZATO SI CARICA A SPALLA IL CADAVERE FATICANDO E IMPRECANDO.

ALBERT

Maledetto bastardo di un bibitaro…

ASHTON

Albert fece tutto questo in silenzio!

ALBERT ESCE CON IL CADAVERE SULLE SPALLE DA DX

ASHTON

E lo seppellì probabilmente in uno dei boschetti della tenuta.

BUIO SULLA SCENA E LUCE SOLO SU ASHTON

ASHTON

Quando io e Margareth rientrammo non trovammo più il cadavere.

BUIO COMPLETO

Non ho finito! LUCE A dire il vero, non trovammo nemmeno Albert.

BUIO COMPLETO

Non ho finito! LUCE Anzi, ci disse, il giorno dopo, che quella sera era a cena da sua sorella…  ma non era vero! Solo lui poteva aver fatto sparire il cadavere… Mo ho finito!

MALLORY

RIENTRA IN ISCENA Ora Ashton, a parte le corbellerie che racconta, vorrei che mi spiegasse perché Albert non avrebbe trascinato il cadavere, ma se lo sarebbe caricato sulle spalle!

ASHTON

(tronfio)…è un mistero!

MALLORY

Un mistero?

ASHTON

(tronfio)…il mistero del maggiordomo! DICE QUESTA BATTUTA AVANZANDO VERSO IL PUBBLICO, E POI SI AVVIA AL DIVANO DOVE CI SONO CRESCENZA E PAOLA, SI BLOCCA UN ATTIMO E POI, CHIAMA LA MUICA ENFATICA, DICENDO –“ZA, ZA!”.

MARGARETH

Ehm…so…sono sicura che questo fatto ha qualcosa a che vedere con l’omicidio di mia madre, Mallory! … però questo da una notevole sferzata alla storia.

GRETA 

Se poi ci fosse anche un bravo detective! Sa che le dico Mallory, non la vedo bene come detective…io sono solo un infermiera, ma indagherei senz’altro meglio di lei… in un ipotetico film… se io fossi un produttore…

MALLORY

LO STESSO VALE PER LEI MISS GRETA!!! MI ASCOLTI!!!

LA CONTESSA E’  STATA AVVELENATA ALLE VENTUNO, CHIARO?!! E LEI MISS GRETA SI TROVAVA IN CASA, IMMAGINO? E STAVA PIANGENDO… COME SEMPRE!

GRETA

Come sempre. Non lasciavo mai la contessa sola. Sono sempre stata l’unica a essergli veramente vicina……per questo avrà pensato di lasciarmi i suoi beni… 

MALLORY

In un testamento che lei ha pensato di nascondere dietro una fotografia incorniciata….

GRETA 

E dove avrei potuto conservarlo. Questa è anche la mia casa. La contessa stessa mi ha dato quella copia, pregandomi di non dire niente a nessuno… capirete, con Harry sempre in giro a rovistare nelle stanze di tutti, dovevo trovare un nascondiglio ben congegnato

HARRY  ENTRANDO DA DX

Io non rovisto nelle stanze di nessuno!

MARGARETH

A no? Chieda ad Harry di tirarsi giù i calzini, Mallory.

HARRY

Ma che centrano i miei calzini, ora?

MALLORY

Mi mostri i suoi calzini, Harry.

HARRY TENTENNA POI TIRA SU  I CALZONI.

MALLORY

Ma … sono calze a rete!

MARGARETH

E dove crede che le abbia trovate? Nel cassetto del mio armadio!

ASHTON:

Ma che è … è te?

HARRY

Non è vero! Non è vero!

MALLORY

Dunque non è vero.

ASHTON:

Ma sì che è vero! Ed è pure tiepido!

HARRY

No!…Erano sul ripiano del comodino.

MARGARETH  RESTA SEDUTA SULLA SEDIA SULLA DX

Sei un porco Harry! Metti le calze a rete perché ti eccita!

HARRY

Ah?! Io sarei un porco? E tu che ieri sera zorpeggiavi con lo stalliere nel fienile?!

MARGARETH

(a Mallory) zorpeggiare significa….

MALLORY

Posso intuirlo!

MARGARETH

Allora intuisce male! Harry, spiega a Mallory cosa significa zorpeggiare!

MALLORY

Eh! Avevo capito esattamente questo!

MARGARETH

Allora mi scusi!

MARGARETH 

Lei mi desidera, vero Mallory? Ma non le concederò mai di “zorpeggiare” con me!

MALLORY 

Ms. Margareth, lei cosa ha fatto il giorno dell’omicidio?

MARGARETH

Beh, la mattina sono stata a casa. Mi sono dedicata un po’ a me stessa. Ho fatto del bricolage, del cartonnage, del decoupage... Poi, nel pomeriggio mi sono recata a Londra, per le vie del centro, a fare un po’ di shoppage.

MALLORY

Ed è rincastellata prima delle ventuno?

MARGARETH

No, alle venti e trenta sono andata direttamente a casa di una mia amica e  abbiamo visto un film. Abbiamo fatto del videocassettage, insomma….

MALLORY 

Bene, un buon alibi è sempre auspicabile in codeste situazioni… anche se a mio modesto avviso, lei avrebbe comunque avuto tutto il tempo di tornare al castello, avvelenare la contessa sua madre e riuscire dal castello, senza dover necessariamente essere vista, date le ingenti dimensioni del maniero…

MARGARETH

Questa è una sua congettura!

MALLORY

Già. Amo fare del congetturage. HARRY STA GIOCHERELLANDO CON UN PIPAZZETTO, E FA VERSI CON LA BOCCA Lei Mr. Harry invece…

HARRY

Io sono stato fuori nel parco tutto il pomeriggio!

MALLORY  VICINO A HARRY

Da solo o in compagnia?

HARRY

In compagnia!

MALLORY

Quindi ha un alibi.

HARRY

Si, l’amm.Nelson!

MALLORY

Bene…lei, invece, Ashton, è rientrato in casa alle 17 e 30.

ASHTON SIEDE SUL DIVANO E GIOCHERELLA CON IL TELEFONO

MALLORY

Ashton! Lei è rientrato in casa alle 17 e 30! È vero?

ASHTON

(legge) E’ vero. Ma sono riuscito alle 17 e 45, e sono andato al pub!

 

MARGARETH

E chi ci dice che è vero?

MALLORY  GREG SI PORTA DIETRO AL DIVANO, ALLE SPALLE DI LILLO

È vero! Ci sono dei testimoni che l’hanno sentita cantare la sua canzone preferita. Sa a quale mi riferisco?

ASHTON

(legge) E’ vero. Ma sono riuscito alle 17 e 45, e sono andato al pub!

MARGARETH

Che bella! È anche la mia preferita!

MALLORY

(Bisbiglia)Hai letto la stessa battuta…Ma dal pub è uscito alle 18 e 30. Da chi si è diretto, Mr. Ashton?

ASHTON

(Legge) Certamente!…Strangers in the night…ta ta ta ta ta ta ta ta ta…  (canta)

MARGARETH

Verme! Mi hai giurato che non l’avresti più vista!

MALLORY

Ma chi…? Chi? L’amica di Ashton! Miss Tellamore! Che tra l’altro le ha fatto dono di una cosa a cui lei tiene in maniera particolare, no? Che cosa le ha regalato Miss Tellamore?

ASHTON

Da una mia amica, Mrs. Tellamore.

MARGARETH

Bastardo! La mia non l’hai mai neanche indossata!

MALLORY

Vabbeh, andiamo a fondo di questa storia… a fondo, capisce Ashton? Lei, dopo è andato in un Grill. È importante che ci dica che cosa ha mangiato?

ASHTON

Una cravatta di seta rossa.

SI SENTE UN URLO FUORI CAMPO. E’ GRETA CHE ENTRA DALLA Q.F. DX CON I POLSI INSANGUINATI. MALLORY LA SOCCORRE

MALLORY

Gre…Greta…che ha fatto?

MARGARETH

Eh si, Greta! Che hai fatto!

HARRY  INCAZZATO PERCHE PAOLA GLI HA RUBATO LA PARTE

Non dovevi farlo Greta! Non dovevi!

GRETA  VENENDO AVANTI E APPOGGIANDOSI “AI DRAPPI”

Ho dei gravi disturbi mentali!

GREG FA CENNO DI FAR CALARE IL SIPARIO.


FINE SECONDO ATTO VIRTUALE.

GREG  ANDANDOSI A SEDERE SUL DIVANO

Paola! Ma sei scema! E’ Harry che deve tentare il suicidio nel terzo atto!

SIMONE

È vero sono io! Quella è la mia scena madre!

PAOLA

Ma che dovevo fare, eh? Che dovevo fare?! Questo deficiente (indica Lillo) stava recitando il copione con tutte le battute spostate, non si capiva una mazza! Ci voleva qualcosa di grosso che interrompesse quella scena penosa!

LILLO  SI E’ ALZATO DA DIVANO PER VEDERE CHE E’ SUCCESSO

Ah! Mo’ è colpa mia! ”… RIVOLTO A GREG e devi dire le battute…e guarda il copione…” Ve l’ho detto io che è meglio se improvviso! Così non riesco ad esprimermi…mi limitate!

CRESCENZA

Mio Dio che figura di merda! Il produttore sarà andato via? Che dite?

PAOLA
No, no, è sempre in sala, l’ho visto io!

SIMONE

Ah! Il produttore è ancora in sala e questa (indica Paola) mi mangia la scena del suicidio! Ma io il monologo lo dico lo stesso!

PAOLA

Ma come? Hai detto che non ti importa niente della televisione!

SIMONE

E infatti! Chi la guarda mai!! Neanche ce l’ho la televisione! Ma farla è un altro conto!! Io il monologo lo dico!!! RIVOLGENDOSI A GREG

GREG

Tu non dici proprio nessun monologo! Ormai il monologo del suicidio lo deve recitare Paola!

SIMONE

Non se ne parla proprio! Secondo me l’ha fatto apposta! Ha sempre invidiato la presa che ho sul pubblico quando recito quel monologo!

PAOLA

Ma se non ti fanno nemmeno l’applauso!

SIMONE

Quello è un momento intimo, interiore! Non ci va l’applauso! Comunque sai che faccio? Adesso vado in camerino, mi bagno i polsi di succo di pomodoro, entro in scena dove previsto…e faccio il mio monologo!

GREG

Già! Ma sì! Ma suicidiamoci tutti adesso! Facciamo un bel suicidio di massa!

CRESCENZA

Infatti! O tutti o nessuno!

SIMONE RIENTRA SCONVOLTO

SIMONE

Cazzo! Questa ha usato tutto il succo di pomodoro! RIVOLGENDOSI A GREG, CHE E’ SEMPRE SEDUTO SUL DIVANO

PAOLA

Guarda era poco pure per me!

SIMONE

Non ce ne è più neanche una goccia!

PAOLA

E mica è colpa mia se te lo porti contato!

SIMONE

E che ne sapevo che stasera ci sarebbe stato un bagno di sangue! … e mo che mi invento?

PAOLA

Potresti procurarti una emorragia interna!

CRESCENZA

Ho un’idea! Concludiamo la commedia qui…diciamo che abbiamo tentato ma la sostituzione non è andata a buon fine…magari faccio un pezzo io dal “Giardino dei ciliegi”… SI AVVICINA A GREG, CHE E’ SEMPRE SEDUTO SUL DIVANO così, tanto da non lasciare il pubblico proprio a bocca asciutta…

GREG

Ma che dici? Che stai dicendo? COSA STATE DICENDO? Ma chi mandiamo a casa? Siamo arrivati alla fine della commedia e mandiamo il pubblico a casa? Se dovevamo mandarlo a casa, avremmo dovuto farlo prima che arrivasse questo imbecille! Dovete ascoltare me! Fino a prova contraria io sono l’autore ed il regista e dovete ascoltare me! Il monologo del suicidio lo dice Paola! Del resto ha chiuso l’atto dicendo che ha dei disturbi mentali! Quindi questa salta e questa salta… poi ci riattacchiamo alla commedia così come è stata scritta, CHIARO?! COSI’ COME E’ STATA SCRITTA! CHIARO?!!!

LILLO

E il mistero del maggiordomo?

GREG  INCAZZATISSIMO

Quale maggiordomo!?

CRESCENZA

È vero abbiamo detto che avremmo approfittato dell’intervallo per decidere che fine far fare al maggiordomo…

GREG

Bene, questo è l’intervallo, no? Il maggiordomo è sparito! E da domani, non apparirà PIU’! CHIARO ANCHE QUESTO?!

SIMONE

Si… si

GREG

(a Lillo) Hai qualche idea delle battute che dovrai dire nel terzo atto, eh?!

LILLO

Beh…cioè…abbastanza…

GREG

ABBASTANZA?! Allora scena 21! Quando entri nella stanza della contessa e lei ti chiede un bicchier d’acqua, tu che dici?

LILLO

Ma non era morta la contessa?

GREG

Certo che è morta idiota! È un flashback! Quando faccio la ricostruzione dei fatti!

LILLO

Perché c’è una ricostruzione dei fatti?

GREG

Secondo te come faccio a risalire al colpevole?

LILLO

E che ne so! Io alla fine del secondo atto me ne andavo a casa! Ormai gli intervalli erano finiti! Che rimanevo a fa’ in teatro!

GREG

Cioè…tu il terzo atto non lo hai proprio mai visto?!

LILLO

Vabbè, ho visto i primi due! … ne hai visti due… li hai visti tutti!

GREG CROLLA IL CAPO E SI APPOGGIA SUL MOBILE.

PAOLA

Strangoliamo il bibitaro e diciamo al pubblico che s’è suicidato!

SIMONE  SI VA A SEDERE SUL DIVANO

Ah!  Io che ce l’ho scritto da copione non mi posso suicidare e lui sì!

CRESCENZA

Sentite, davvero, facciamo come ho detto io. Esco, saluto il pubblico, faccio dono di un passo dal “Giardino dei ciliegi” e non ci pensiamo più!

SI RIALZA IL SIPARIO

GREG

Cazzo! Il sipario! Tutti ai posti!

SITUAZIONE FINE SECONDO ATTO VIRTUALE

MALLORY

E così, Greta, lei soffre di disturbi mentali?

GRETA

…Si, è così…

HARRY

E già… uno di punto in bianco si accorge di avere disturbi mentali!

MALLORY

Non sindachi, Harry… tutti noi possiamo avere disturbi mentali…

HARRY

Ma non di punto in bianco… lo saprò io, che sono matto da una vita!

MALLORY

Mi parli dei suoi disturbi Greta.

GRETA  PAOLA, COMINCIA IL MONOLOGO PER TERRA, E PIAN PIANO SI ALZA, PRENDENDO LA SCENA, NEL FRATTEMPO, SIMONE DIETRO DI LEI, VICINO AL MOBILE CON LE ANTE, FA DI TUTTO PER DALRE FASTIDIO

Io…io me ne vergogno un po’…ma è come se ogni tanto delle ombre scure si stendessero sulla mia visione del mondo, sulle cose che mi circondano. È come se tutto divenisse improvvisamente ovattato SIMONE DA UNA BOTTA SUL MOBILE, monocromatico. Anche i suoni sono alterati, fastidiosi, CARICA LA GONDOLA E LA FA SUONARE la voce di chi mi circonda echeggia come un infausto anema….

HARRY

Anatema!

MALLORY

Harry!

HARRY

E dice anema!… se non la sa…

MALLORY

Continui Greta…

GRETA

La voce di chi mi circonda echeggia come un infausto anatema…ed è solo tristezza…una profonda, abissale, incommensurabile tristezza. SIMONE CARICA L’OROLOGIO A COU COU, E LO FA SUONARE Quello che sento improvvisamente non è tanto il desiderio di mettere fine a questa sensazione angosciante. E mentre vedo il mio sangue scorrere dai miei polsi come un torrente…mi sento protetta, sicura, e improvvisamente rivedo i colori e riesco a sentire ancora…la musica….e il calore del caldo abbraccio della morte…(piange)

LILLO, SI ALZA DAL DIVANO E VA AD APPLAUDIRE GRETA, RICHIAMANDO ANCHE L’APPLAUSO DEL PUBBLICO IN SALA. HARRY, ESCE DI SCENA DX

MARGARETH

(avvicinandosi a Greta) Oh cara… ed io che ti ho sempre trattata come un’inserviente, salutandoti sempre a mezzabocca.  Qui Crescenza dice il pezzo del giardino dei Ciliegi, in modo molto serio

MALLORY  INTERROMPE CRESCENZA A SI AVVICINA A LILLO

Torniamo a noi!…Mr. Ashton, secondo una precedente deposizione di Harry, la mattina del giorno del delitto, lei avrebbe incaricato lo stesso Harry di acquistare del veleno per topi nell’emporio del paese.

ENTRA HARRY URLANDO DA DX CON DELLA LANA ROSSA ATTORNO AI POLSI, E VA A METTERSI AL CENTRO DEL PALCO.

MALLORY

Harry! Che cosa ha fatto!

HARRY

(piange) Io…io me ne vergogno un po’…ma è come se ogni tanto delle ombre scure si stendessero sulla mia visione del mondo, sulle cose che mi circondano……

GRETA  LO INTERROMPE

(Prendendo in mano la lana rossa) Ma che mi rappresenta questa lana?!

HARRY

Questo è sangue……(piange)

MALLORY

Questo non è sangue Harry… perché non se ne torna nella sua stanza? La chiamo io quando dovrò farle ulteriori domande.

MALLORY LO SPINGE FUORI DALLA SCENA MENTRE CRESCENZA NE APPROFITTA GUADAGNA ANCORA IL PROSCENIO E RECITA ALTRI PASSI DEL “GIARDINO DEI CILIEGI”.

MALLORY  GREG IRROMPE IN ISCENA COSTRINGENDO CRESCENZA AD UNA PEMPESTIVA RITIRATA.

Si calmi Mr. Ashton!LILLO È IN REALTÀ CALMISSIMO. Non capisce che andare in simili escandescenze non fa altro che aumentare i sospetti su di lei! Piuttosto mi dica… è vero che la mattina del giorno del delitto, lei avrebbe incaricato lo stesso Harry di acquistare del veleno per topi nell’emporio del paese?

ASHTON

………

MALLORY PRENDE UN GIORNALE POGGIATO SUL MOBILE E BATTE IL TACCO A TERRA SIMULANDO QUALCUNO CHE BUSSA ALLA PORTA.

MALLORY

Oh! Bussano alla porta. Vado ad aprire…

GREG ESCE DI SCENA E RIENTRA CON IL COPIONE, INFILANDOLO TRA LE PAGINE DEL QUOTIDIANO INGLESE.

ASHTON

Chi era?

MALLORY  SI AVVICINA A LILLO SUL DIVANO

Chi era chi?

ASHTON

Chi ha bussato?

MALLORY

Aaaah…niente… uno che ha sbagliato numero…

ASHTON

Che ha sbagliato numero?

MALLORY

Numero civico!

ASHTON

Ha sbagliato numero civico di un castello isolato nella campagna londinese?

MALLORY

Ne vogliamo fare una questione? Mi risponda invece!  È vero che la mattina del giorno del delitto, è stato lei ad incaricare lo stesso Harry di acquistare del veleno per topi nell’emporio del paese? Ma questo è il suo giornale! Mi  perdoni. Me ne ero appropriato.

ASTHON

Non è il mio…

MALLORY

Se le dico che è il suo è il SUO! GLI DA UNA BOTTA IN TESTA COL GIORNALE, FACENDOGLI CAPIRE CHE LO DEVE PRENDERE

ASHTON

(capisce) Aaah è vero… è il mio giornale!

MALLORY

Allora, legga e mi risponda, Ashton, è lei che ha chiesto ad Harry di comprare il veleno per topi nell’emporio del paese il giorno del delitto?

ASTHON LEGGE IL GIORNALE

ASHTON  LEGGE UN ARTICOLO IN INGLESE

The business of the industry could be surfaced by a little bit of… 

MALLORY SI AVVICINA AD ASHTON; GUARDA DENTRO IL GIORNALE; GLIELO STRAPPA DI MANO, LO GUARDA E LO METTE AL PUNTO GIUSTO, LO RESTITUISCE A LILLO.

ASHTON

(trova il punto) Veramente è stata la contessa a dirmi di comprare del veleno per topi. Poiché Harry girava per il castello a far nulla, come suo solito, ci ho spedito lui!

MALLORY

E quindi lei sostiene che la contessa abbisognasse di veleno per topi!

ASHTON

(legge) Mi ha detto che ce n’erano molti, nelle soffitte….

MARGARETH  SI ALZA E VA AL CENTRO

A me non risulta, non ho mai visto un topo in questo castello!

ASHTON SI ALZA COL GIORNALE IN MANO E RAGGIUNGE CRESCENZA AL CENTRO, I DUE VENGONO RAGGIUNTI ANCHE DA GREG, CHE SI METTE AL CENTRO TRA LILLO E CRESCENZA

ASHTON

(legge) Lo credo! Quando mai sei salita in soffitta! Venivi al castello solo per battere cassa!

MARGARETH

Io ci sono nata in questo castello, metastasi di rozzezza! Non mi ci sono insediata come hai fatto tu!

ASHTON

(legge) Ah si?! Lo sai che diceva di te tua madre? Eh?! Lo sai?!

MARGARETH

No! Dimmelo tu!

CRESCENZA DA UNA BOTTA AL GIORNALE E FA CADERE IL COPIONE A TERRA.

ASHTON  GUARDANDO CRESCENZA

Famme sta’ zitto va, che è meglio!

MALLORY

Si calmi Mr. Ashton, io credo che … ENTRA HARRY CON UN CAPPIO AL COLLO, SPOSTANDO TUTTI E PRENDENDO POSSESSO DEL PROSCENIO

HARRY

(piange) Io…io me ne vergogno un po’… ma è come se ogni tanto delle ombre scure si stendessero……

MARGARETH

IN MODO ECCESSIVAMENTE ISTERICO non lo sopporto!! Non lo sopporto!! Non sopporto più Harry e non sopporto più neanche voi!!! Andate fuori da casa mia fuorii!

MALLORY

(non aspettandosi la reazione che non era da copione)

Che…che mi rappresenta ‘sta cosa….

MARGARETH

Fuoriii!!!

TUTTI ESCONO STUPITI, A SX, ACCOMPAGNATI DA LILLO, CHE FA DEI GESTI COME PER DIRE: E’ MEGLIO CHE CE NE ANDIAMO. QUANDO CRESCENZA SI RENDE CONTO DI ESSERE RIMASTA SOLA IN SCENA, RAGGIUNGE IL CENTRO PALCO.

MARGARETH 

Dal Giardino dei ciliegi il monologo di… ATTACCA IL PEZZO, FINO  A “IO NON VEDO PIU’ NIENTE”, A QUEL PUNTO ENTRA HARRY DA DX E RIPRENDE IL SUO MONOLOGO, DOPO POCHISSIMO, RIENTRA GREG DA SX, BUTTA FUORI A MALO MODO CRESCENZA E HARRY, A DX, PRENDE IL CENTRO PALCO

MALLORY

Adesso basta!Ora mi state ad ascoltare! Ora vi dirò chi è l’assassino. GREG, CHIAMA A VOCE LA MUSICA DEL COLPO DI SCENA.

MALLORY SI METTE IN POSTAZIONE FLASHBACK. BUIO SULLA SCENA E SEGUIPERSONA SU MALLORY. NEL FRATTEMPO ENTRA LA PEDANA CON LA SCENA DELLA CAMERA DA LETTO.

MALLORY

Dunque… quando mi sono recato sulla scena del delitto, poco dopo la polizia, mi sono immediatamente insospettito nel constatare che la pianta che la contessa era solita tenere sul comodino fosse stranamente floscia. Quindi ho prelevato un campione di terra, per farlo analizzare. Sull’istesso comodino era presente anche un piccolo portagioie, contenente residui di una misteriosa polvere bianca. Anche questa ho prelevato. Dopodiché ho perlustrato l’intero maniero, recandomi insin nelle cucine, indove che ho trovato un bicchiere vuoto con alcune impronte. L’ho preso ed ho fatto analizzare anche questo. Ed ora vi dirò i risultati dei laboratori: nella terra erano presenti tracce di cianuro e di curaro, le stesse presenti nel bicchiere vuoto. Mentre la polvere bianca contenuta nel portagioie era veleno per topi. Come mai, mi sono chiesto, la contessa è morta per effetto del veleno per topi quando nel bicchiere c’erano tracce di cianuro e di curaro? Secondo me, quella sera,  i fatti si sono svolti così…

ORA SI ACCENDE ANCHE IL SEGUIPERSONA SULLA SCENA DELLA CAMERA DA LETTO. PAOLA TRAVESTITA DA CONTESSA E’ NEL LETTO. SUL COMODINO VICINO IL LETTO VEDIAMO L’ORCHIDEA, UN BICCHIERE PIENO E UNA BOTTIGLIA QUASI PIENA DI ACQUA MINERALE.

MALLORY

La devota infermiera Greta, come sua costumanza, aveva deposto la medicina sul comodino della contessa. Ma quella sera la contessa non volle ber la medicina. Invece svuotò il bicchiere, come spesso faceva, nel vaso della pianta.

LA CONTESSA FA L’AZIONE

MALLORY

Dopodiché si riaddormentò. La contessa era asmatica e certamente aveva un sonno molto rumoroso…….

LA CONTESSA SI RIADDORMENTA E RUSSA

MALLORY

Il suo russare della contessa diede il segnale di via libera a Margareth, che entrò, si avvicinò al comodino, riempì il bicchiere di acqua, vi versò dentro alcune gocce di cianuro ed uscì.

 MARGARETH FA L’AZIONE. AL TERMINE BUIO SULLA SCENA

MALLORY

Quando la contessa si risvegliò, si meravigliò nel constatare che do il bicchiere che aveva svuotato fosse misteriosamente pieno. Avrà sicuramente pensato ad un ischerzo del dormiveglia.

LUCE SULLA SCENA. VEDIAMO LA PIANTA PIU’ MOSCIA. LA CONTESSA GUARDA IL BICCHIERE

CONTESSA

Ma non l’avevo svuotato il bicchiere?  Bah, che smemorina…sarà stato un ischerzo del dormiveglia….

MALLORY

Svuotò ancora il bicchiere nel vaso.

LA CONTESSA SVUOTA IL BICCHIERE NELLA PIANTA

 MALLORY

A questo punto la contessa chiamò Ashton che, come appurato, era al pub. Ashton, per cui, non rispose.

CONTESSA

Ashtoon! Ashtoooon…!

MALLORY

La contessa si riaddormentò.

LA CONTESSA SI RIADDORMENTA E RUSSA.

MALLORY

Stavolta il segnale di via libera fu per il nipote Harry, che aveva praticamente l istesso piano della cugina Margareth. Entrò nella stanza, riempì il bicchiere di acqua e vi versò dentro alcune gocce di curaro….

 HARRY FA LE AZIONI. ALLA FINE DEL FLASHBACK RIENTRA UN ULTIMA VOLTA A CHIAMARE L’AMM.NELSON CHE SECONDO LUI E’ RIMASTO IN STANZA.

HARRY

(bisbiglia) Andiamo Amm.Nelson!

HARRY

(bisbiglia) Ho detto andiamo!…Zitto! Sta zitto! Devi stare zitto! E STA’ ZITTO! (dice questa battuta con un crescendo di volume che lo porta quasi ad urlare)

MALLORY

Quando la contessa si ridestò, trovò il bicchiere nuovamente pieno.

LUCE SULLA SCENA. L’ORCHIDEA E’ ANCORA PIU’ MOSCIA. LA CONTESSA GUARDA IL BICCHIERE PIENO

CONTESSA

E che cazzo!

MALLORY

La contessa svuotò per la terza volta il bicchiere nel vaso e provò di nuovo a chiamare Asthon.

LA CONTESSA FA LE AZIONI

CONTESSA

Asthoon! Ashtoon!…

MALLORY

Stavolta Ashton era rincastellato ed entrò nella stanza…

ENTRA ASHTON CHE  STA ANCORA LEGGENDO IL COPIONE, QUANDO SI ACCORGE CHE E’ IN SCENA LO BUTTA FUORI DALLA PORTA.

CONTESSA

Ashton, caro…potresti portarmi un bicchiere pulito per l’acqua? Vedi, ho il bicchiere vuoto che sa di medicina…

ASHTON

Ma certo cara.

MALLORY

Ashton ottemperò ed uscì dalla stanza…

ASHTON NON SA CHE FARE

MALLORY

Ashton ottemperò ed uscì dalla stanza

ASHTON PROVA A FARE QUALCOSA. NON SA CHE VUOL DIRE OTTEMPERARE.

MALLORY

Ottempera! Ubbidisce! Esegue! Ed esce dalla stanza!

ASHTON FARFUGLIA MENTRE ESCE

ASHTON

E dice ottemperare…..che t’ottemperi…’e matite!

MALLORY

ED USCI DALLA STANZA!

ASHTON ESCE DEFINITIVAMENTE DALLA STANZA

MALLORY

Ashton tornò subito dopo con il bicchiere pieno d’acqua, lo poggiò sul comodino e portò via quello vuoto, lasciandolo nelle cucine, lì, dove io l’ho trovato.

ASHTON FA LE AZIONI ED ESCE

MALLORY

A questo punto la contessa aprì il piccolo portagioie contenente il veleno per topi, lo versò nel bicchiere…e bevve!

LA CONTESSA FA LE AZIONI. MENTRE LA CONTESSA STA PER VERSARE IL VELENO, ASTHON FA’ CAPOCCELLA DALLA PORTA

ASTHON

Ma quando ce l’ha messo il veleno per topi nel portagioie?

MALLORY

Che?

ASHTON

No, dico…quando ce l’ha messo?

CONTESSA

Eh, quando ce l’ho messo?

MALLORY

Asthon! Contessa!

CONTESSA

Dica?

MALLORY

Voi non dovete interagire con me!! Voi non esistete! Siete solo frutto di un mio racconto!

ASHTON

Ho capito, e quindi in quanto racconto può essere anche una stronzata…

MALLORY

Ashton usci!!!!

ASHTON ESCE

MALLORY

La contessa verso il veleno nel bicchiere e bevve!!!!

LA CONTESSA FINISCE L’AZIONE.

MALLORY

Qundi l’assassino della contessa è… la contessa istessa! La contessa Worthington amava davvero Ashton e quando scoprì che questi la tradiva nientemeno che con la figlia Margareth, decise di suicidarsi e vendicarsi all’ istesso tempore! Vendicarsi di Ashton facendolo incolpare. Per questo gli chiese di comprarle il veleno per topi. Così da far risalire i sospetti insino a lui, e per questo gli chiese di portarle un bicchiere pulito. Così da lasciarvi sopra le proprie impronte digitali! Delle figlia Margareth si sarebbe vendicata semplicemente diseredandola!

LUCE SULLA SCENA CON TUTTI I PERSONAGGI SEDUTI.

MARGARETH

E qundi siamo tutti assolti!

HARRY

Infatti!

MALLORY

Non precisamente. Per amor del vero lei, Ms. Margareth Worthington, e lei, Mr. Harry Worthington, non siete colpevoli di omicidio, ma di tentato omicidio sì! Dieci anni non ve li potrà togliere neanche il miglior chirurgo plastico! Mentre lei, Mr. Ashton Piboty, è colpevole dell’omicidio di Oscar Murray. Deve solo dirci dove ha sotterrato il cadavere. Ne consegue, dunque, che l’unica ad essere innocente è Greta Grüzenzmeyer…

MALLORY SI AVVICINA A GRETA CHE SCOPPIA IN UN PIANTO LIBERATORIO E LE ACCAREZZA LA TESTA POI RAGGIUNGE IL CENTRO PALCO E SI INGINOCCHIA AD ACCAREZZARE UN CANE INESISTENTE

MALLORY

A parte l’Amm. Nelson, naturalmente!

MUSICA. BUIO. LUCE. GLI ATTORI SONO USCITI. RIMANE IN SCENA SOLO GREG CHE BLOCCA LA MUSICA.

GREG

Grazie a tutti. Vorrei scusarmi con voi per l’orribile spettacolo a cui avete assistito. Non è la commedia che ho scritto io! È stata rovinata da un imbecille, per cui vi chiedo perdono.

ENTRA LILLO

ASHTON

Allora, visto che sono un imbecille, due minuti, grazie! Allora Mallory, vedendo la commedia mi sono fatto un po’ di idee senz’altro più credibili delle sue su chi ha ucciso la contessa!

MALLORY

Ah, perché te lo sai chi è stato! La commedia l’ho scritta io, ma lui sa chi è stato ad uccidere la contessa!

ASHTON

Ceramente! Il pubblico ha pagato un biglietto! Non lo si può mandare a casa con “L’assassino della contessa è la contessa istessa!” Ma andiamo!

IN QUELL’ISTANTE ENTRA SIMONE CHE CERCA DI VELOCIZZARE LA FACCENDA PER TIMORE CHE CHIUDANO I RISTORANTI.

ASHTON

Io so chi è il colpevole!

SIMONE

Ecco bravo, sa chi è il colpevole. Arrivederci a tutti e…

MALLORY

Un momento Simone! Prima sistemiamo una volta per tutte la questione con questo imbecille! Allora, idiota, chi sarebbe secondo te questo colpevole?

ASHTON

Il colpevole è lei, Mallory!

PARTE UNO STACCO DA COLPO DI SCENA. DOPO LO STACCO MALLORY LO BLOCCA.

MALLORY

Forse i poveri scialbi neuroni che boccheggiano nel tuo inutile apparato cerebrale non si sono resi conto che in questa commedia, che ho scritto IO, io sono il detective, l’investigatore, l’eroe, il buono! Capito? Non posso essere io l’assassino, capito?

ASHTON

E chi ha detto che lei è l’assassino?

MALLORY

Ma come? L’hai detto in questo istante!

ASHTON

Io non ho detto che lei è l’assassino, io ho detto che lei è il colpevole!

MALLORY

Ma colpevole o assassino, che differenza fa?

ASHTON

Colpevole è uno che cià una colpa! Perché, se uno ruba la marmellata che è “assassino d’aver rubato la marmellata”? Sarà colpevole, no?

SIMONE

Èvero, però… una volta un mio amico ha rubato una bicicletta e mica era assassino di averla rubata… era colpevole!

MALLORY

Ma che me frega dell’amico tuo! Se stiamo parlando di un giallo dove è stato commesso un omicidio, il colpevole sarà anche l’assassino, no?

ASHTON

E non è detto!

MALLORY

Vabbèh, allora l’assassino chi è?

ASHTON

L’assassino è Albert! Il maggiordomo!

MALLORY

Ma quale maggiordomo! Non ci sono maggiordomi in questa storia!Simone glielo spieghi tu, per favore, a questo mentecatto?

ASHTON

E chi è allora che ha colpito Harry in testa quando mi ha aggredito! Chi è che ha occultato il cadavere di Oscar! Chi è “bellicapelli”?

SIMONE

In effetti chi era quello…? Cià ragione il bibitaro…

GREG RESTA TORVO A SBUFFARE E A RIMUGINARE.

ASHTON

Ah, non dice più niente, eh? è rimasto senza parole!

MALLORY

Allora! Visto che mi ci hai costretto tu… (RIVOLTO AL PUBBLICO)Cinque minuti ancora! Cinque minuti soltanto, per piacere! 

MALLORY ESCE DI SCENA. RIENTRA VESTITO DA ALBERT E SPINTONA DENTRO GLI ATTORI VESTITI CON I LORO ABITI

ALBERT

Buona sera. Ho sentito dalla mia stanza che parlavate di me e così mi sono permesso di presenziare.

ASHTON

È vero che parlavamo di lei, sa…in questa casa c’è stato un omicidio e ho tutte le ragioni di credere che l’assassino sia lei! Caro Albert!

ALBERT

Ah, ah, ah! Perdoni questo immediato cachinno che mi si è dipinto in volto. Ma è dovuto al fatto che, in un caso di omicidio, ritenere che l’assassino sia proprio il maggiordomo, è la considerazione più banale, trita, scontata e puerile che si possa fare!

ASHTON

Certo che è banale, trita, scontata… infatti l’assassino non è il maggiordomo.

ALBERT

Ah… non è più il… e… e chi è?

ASHTON

Mallory!

ALBERT

Ah, mo’ è Mallory! Continui a perdonarmi, ma credo sia evidente per tutti come la sua accusa risulti alquanto contraddittoria!

ASHTON

No, Non mi pare, e sa perché? Perché lei e Mallory siete la stessa persona!!!!!

ASHTON STRAPPA LA PARRUCCA DAL CAPO DI ALBERT

MALLORY

Ragazzi! Ma stiamo scherzando?!

ASHTON

Questo era il suo piano! Farsi assumere travestito da maggiordomo per poter avvelenare la contessa!!!!

MALLORY

E questa è la versione del mentecatto, ma ne esiste un’altra, forse più ingarbugliata, ma senza dubbio più intelligente! Io non vi ho detto una cosa importantissima, cioè che la contessa… ERA MORTA GIA’ DA MOLTO TEMPO! E sì! Era morta… ascolti bene Ronciglione!!… un giorno la udii russare. Flashback! 

SCATTA IL FLASHBACK. GREG STESSO ESTRAE IL LETTO DELLA CONTESSA. MALLORY PARLA ED ESEGUE IN CONTEMPORANEA LE AZIONI DI ALBERT. FA CENNO A PAOLA DI TRUCCARSI DA CONTESSA.

MALLORY

Entrai nella stanza vestito da Albert, facendo rumore appositamente. La contessa si svegliò. E chiese “Chi è?”.

CONTESSA

Chi è?…

ALBERT

Albert, Signora. Debbo controllare l’argenteria.

MALLORY

La contessa neanche sapeva della presenza di un maggiordomo.

MALLORY

Mi avvicinai. Giunsi al letto e… tolsi la parrucca alla contessa che era in realtà…

ALBERT STRAPPA LA PARRUCCA ALLA CONTESSA.

MALLORY

… Greta Grüzenzmeyer, la fidata infermiera!

FINE DEL FLASHBACK. LUCI.

MALLORY

Quindi la contessa l’ha uccisa Greta! E ha preso il suo posto! Come il lupo di Cappuccetto Rosso! E io non sono l’assassino! Capite?! Sono il detective, io! Eh…!

GRETA

Non è vero! Ma perché dovrei essere io l’assassina? Non posso essere io!

MALLORY

Eh, t’ho smascherato!

GRETA

(Improvvisa) Voi avete detto che l’assassina è Greta Grüzenzmzyer… ma… ma non avete tenuto conto che… che… Greta Grüzenzmzyer non è il mio nome!

MALLORY

E quale sarebbe allora?

GRETA

Fiona Fritzsgoethenstein!

GRETA

(improvvisa) Per mantenere la famiglia ho subito seguito le orme di mio padre e sono diventata una detective della Gestapo! Ero sulle tracce di Oscar, l’amante di Margareth, evaso dai nostri Kamp. Mi sono fatta assumere dalla contessa… 

… Finché, quella sera lei lo condusse al castello, ma non per parlare d’amore, bensì… di un piano segreto ed infallibile per eliminare il terzo reich!

HARRY

Ma il terzo reich non c’è più!

GRETA

Sono arrivata troppo tardi… flash back!! Quella sera Margareth ed Oscar stavano tramando nell’ombra, (fa cenno a Simone e Crescenza di interpretare il flashback, Simone si mette la parrucca) quando… entrai di soppiatto… mi avvicinai ad Oscar e scoprii…

GRETA  TOGLIE LA PARRUCCA AD OSCAR.

GRETA

…Che Oscar non era altri che Harry Worthington! Così travestito per uccidere la contessa e far ricadere la colpa su Oscar!!! Ed io, da brava detective, l’ho smascherato!

HARRY

E che mo’ va a finire che l’assassino sono io!  Io che… io che… ma che ridi te? (a Margareth) Tu sei l’assassina! Perché Margareth altri non è che…

TENTA DI TOGLIERLE I CAPELLI.

MARGARETH:

Sono i miei!

HARRY

Ma vaffanc…! 

MARGARETH, GRETA E MALLORY INIZIANO A LITIGARE MENTRE SI ALZA LA MUSICA. INTANTO IL BIBITARO VESTITO DI BEL NUOVO SCENDE IN PLATEA A VENDERE. RIAPPARE L’ATTORE CHE SVENNE ALL’INIZIO. GLI ALTRI LO GUARDANO BASITI. S’INTERROMPE LA MUSICA.

LUIGI:

Beh, io mi sento meglio. Iniziamo?

PARTE LA MUSICA E SI VA AL BUIO MENTRE TUTTI GLI ATTORI GUARDANO IN CAMERA (VABBEH, IN PLATEA)

    Questo copione è stato visto
  • 1 volte nelle ultime 48 ore
  • 7 volte nell' ultima settimana
  • 18 volte nell' ultimo mese
  • 288 volte nell' arco di un'anno